Supera la piccola mente, se vuoi trovare soluzioni e guarigione

chart of emotions

 

Parte del trattamento con la QXCI-SCIO, è anche il programma: "GRAFICO EMOZIONALE", che racconta delle emozioni in equilibrio o meno della persona e da suggerimenti...

 

Tra i vari programmi di riequilibrio energetico informazionale con la QXCI-SCIO, c'è quello che riguarda la sfera mente-emozioni: all'interno di questo programma ce n'è  uno che io chiamo in italiano il "GRAFICO EMOZIONALE": che indica le emozioni "fuori fase" del momento e le rappresenta con un grafico (vedi foto di apertura).

Il dispositivo qxci-scio è collegato ad un pc nel quale è operativo il software specifico; quando opero con questo programma "grafico emozionale", appare un diagramma che distribuisce su una scala, con valori numerici, le emozioni vissute dal soggetto nel qui e ora (non è uno schema immutabile).Qui vengono indicate delle emozioni sia in equilibrio ottimale che fuori “range”: o perché troppo vissute o per scarsa consapevolezza di esse.

Di questo trattamento "GRAFICO EMOZIONALE", fanno anche parte interessanti suggerimenti come vie di uscita dal problema: sono "riflessioni" che la persona ha la possibilità di elaborare, per migliorare la sua condizione e potenziare la sua consapevolezza. 

  connections

 

Tra le varie, ce n'è una interessante che dice:

"LA MENTE PICCOLA E' COME UNA RADICE...ASSORBE TUTTO"

Il pensiero pregiudizievole, conformato e normato da standard collettivi, dai media, dal "sistema", dai condizionamenti di status, famiglia, razza...è quello che crea la “piccola mente” che non puo' vedere soluzioni se non quelle "fornite" dal condizionamento esterno (famiglia e società e suoi media e istituzioni e accademie), e giudica di conseguenza, se stessa e il mondo.Questo “pensiero collettivo” pregiudizievole e normato si estende in ogni ambito della vita, da quello educativo (la scuola, l’università) a quello della informazione (e media, la tv, i social pilotati), a quello della salute etc.

 

E’ la “mente piccola” che fa sentire, tra l’altro, il bisogno o la tranquillità di essere “uguale a tutti”… cosi uguali anche nel rifiuto di prenderci responsabilità personale, di ribellarci al pressante lavaggio del cervello dei media ufficiali, non ultimo anche di respingere l’immaturità umana. La "società", infatti, non educa a maturità e crescita di consapevolezza, la società mantiene le persone-gregge nello stato di infanzia, ancorate alle risposte basiche di istinto e sopravvivenza. La teoria ad effetto recita: “la società siamo noi”; la realtà pratica nascostamente dice: “voi siete quel che noi – sistema di controllo- vi condizioniamo ad essere”. La rotta si inverte solo prendendo coscienza dell’inganno…

 

Una mente non mediocre, non piccola, non pregiudizievole nè “normata”, non viene servita sul piatto d’argento, ma è una scelta, difficile nella piu’ parte dei casi perché inevitabilmente si finisce con l’essere in minoranza se non soli (quando non va peggio).  Lo racconta la storia umana, che del resto racconta anche che siamo sopravvissuti grazie agli eretici…gente che l’ha pensata diversamente e non ha mai avuto dalla sua parte il “sistema”, regina, re , clero o stato che fosse…

 

Ma piccolo o grande, mediocre o originale, comunque si voglia definire, il pensiero è anch’esso “frequenza”, da qui il fatto di poter riarmonizzare attraverso il dispositivo qxci-scio, con frequenze recanti informazioni coerenti e ottimali al sistema “organi-emozioni-mente” umane.

 

Non si creda che sia questo un processo meccanico e passivo:il ruolo della qxci-scio (per quanto ancora difficile da cogliere) è quello di fungere da interfaccia con la coscienza, una sorta di ricetrasmittente, che stimola, amplifica, mette meglio in evidenza, ma non “miracola” passivamente il soggetto, nè "analizza" in senso psicanalitico.

 

Puoi invece assai stupire e far nascere domande o "illuminazioni"... sul modo comune di intendere la realtà (che non è solida, che non è fatta di separazioni, dove l'informazione corre anche in presenza NON fisica del soggetto etc...)

Vero è che in pratica (non in principio ovviamente) il dispositivo non riesce ad essere “per tutti”, o almeno non il tipo di operatività che personalmente propongo, perché occorre avere almeno l’aspirazione o la apertura, la sana curiosità iniziale, la disponibilità di andare oltre la piccola mente, oltre questa radice assorbente…oltre la logica della mente lineare, quella dell’intelletto che ancora non è coscienza, ma solo un linguaggio della mente-computer.

Va da sé che il dispositivo (nel mio modus operandi perchè solo di questo posso parlare) non è un sostituto di dipendenze… e che il viaggio non è standard, perché ognuno di noi è diverso.

Nel 1905 Albert Einstein scoprì che la materia non è sostanza, ma energia solidificata. Oggi, dalla fisica quantistica sappiamo che la realtà non è solida, che la materia informata controlla gli effetti energetici. Quindi l’informazione ha ed è un potere. Quindi ogni informazione che noi inviamo, riceviamo e processiamo dentro di noi, può avere un effetto sul nostro stato di salute.

 

In questa visione ancora d’avanguardia, è l’informazione cio’ che organizza e assicura la cooperazione tra le singole cellule del corpo. Ogni nostra cellula è come una antenna ipersensibile: riceve informazioni dall’ambiente e gliele rimanda. La vita sul pianeta avviene attraverso questo scambio di informazioni.

Le cellule lavorano “in comunità”, come una grande orchestra ed ognuna di loro emana oscillazioni (suono/frequenze) ed insieme creano una melodia. Quando una cellula è danneggiata, ha meno informazioni e un suo “suono” piu’ disarmonico, che non si adatta alla melodia “del tutto”. Questo produce una devianza della cellula dalla sua condizione “ottimale” e cosi’ viene indebolita.

Scambiare informazioni corrette e coerenti all’organo o sistema è fondamentale quindi per la nostra salute, ecco perché questi trattamenti sono utili e sostengono il riequilibrio ottimale, il recupero del proprio centro, della propria lucidità, sentimento, corretta frequenza e allontanamento di frequenze che non sono positivamente coerenti con il benessere e sviluppo dell’essere umano.

Per ricordare Tesla:
“L’informazione non è archiviata nel nostro cervello, il nostro cervello è una interfaccia che crea una connessione ad una dimensione superiore [che io qui ho chiamato Coscienza, nda]. Il campo elettromagnetico creato dal nostro cervello, fa si che tutte le cellule nel corpo risuonino. Ogni struttura del DNA rinforza questo campo”.

Cristina Bassi,
operatrice olistica disciplinata ai sensi della legge 4/2013
per info su modalità dei miei trattamenti con la qxci-scio, mandare una richiesta via email, QUI

I miei trattamenti di riequilibrio energetico-informazionale non sono diagnostici, non sostituiscono alcun trattamento medico-terapeutico, non sono invasivi ed avvengono quasi eslusivamente in subspazio (in remoto).

Per chi naviga in Facebook, qui una mia pagina sul tema:
https://www.facebook.com/pages/Frequenze-di-Guarigione-e-Benessere/432923226868206?ref=tn_tnmn

I trattamenti di riequilibrio energetico qui citati non intendono sostituirsi a consigli, cure  e diagnosi mediche.   La scienza accademica non riconosce l'esistenza di energie sottili, pertanto ad oggi, con i criteri scientifici convenzionali, queste modalità non risultano dimostrabili secondo i parametri convenzionali. 

VEDI ANCHE:

Anime mature o immature. Tu chi sei? 
Stephen Jenkinson : fare gli umani
Nati per creare. Ne sei consapevole?

Zapper-Automatic-nach-DrHulda-Clark

BENESSERE E FREQUENZE: Lo zapper Clark: cosa fa e come funziona

DMC Firewall is a Joomla Security extension!