Mente & salute: il tuo pensiero determina il crollo o la risalita

14meditation

E’ importante per la nostra salute e benessere,  cambiare anche il modo in cui vediamo e consideriamo il nostro corpo. Il corpo appare “finito e circoscritto” solo alla percezione sensoriale, ma nella sua costituzione energetica… è senza confini e incanala l’energia, l’intelligenza, la creatività di tutto l’universo.

Prima di approdare con una certa sicurezza e convinzione ad una nuova visione del proprio corpo, occorre ovviamente “fare pulizia” dello schema di limitazioni che portiamo con noi (frutto primariamente di condizionamenti – e imposizioni- culturali che si ripetono nel tempo e nelle generazioni) e che ci “imprigionano” .

Prova a pensare:

- Se il corpo è solo una macchina che si consuma nel tempo, perché allora i muscoli si rafforzano nell’usarli e la densità ossea aumenta facendo esercizi coi pesi?
- Se il cervello fosse solo un computer biologico, potremmo cambiarlo con l’apprendimento e la meditazione?

- Se il nostro corpo è solo un prodotto passivo della nostra genetica, allora perché il nostro comportamento è in grado di cambiare l’espressione di alcuni geni?

Un po’ di pratica per cambiare:

1. Pensa ad una tua esperienza personale, dove hai superato i limiti fisici del corpo, pensandolo piuttosto come flusso di energia ed intelligenza, che come pezzo di materia solida.

2. Fai una LISTA degli acciacchi e dei fastidi che hai e che vuoi rimuovere . Accanto ad ogni desiderio di cambiamento per essi, considera i PENSIERI che hai in relazione ad ogni disturbo che vivi. Ed ora formula un INTENTO, una intenzione di cambiare le tue considerazioni su quelle realtà

Esempio: intendo visualizzare un raggio di sole che mi illumina tutte le volte che ho mal di testa.

3. Per almeno una settimana prova ad impegnarti ad osservare i tuoi pensieri. Prendine nota, cosi come delle immagini e ricordi che ti collegano ad un amore transpersonale, incondizionato. Sono i primi passi verso l’apertura e la espansione della tua anima.  

ShamanDreaming

In questi anni, con l’uso della qxci-scio ed i trattamenti di riequilibrio energetico, mi sono concretamente resa conto che il nostro corpo (come tutta la realtà), non è un blocco solido immutabile (cosa che dovrebbe essere già molto chiara a chi fa seria ed intensa pratica sul fisico) e che modifiche nello stato energetico, cambiano anche la sua risposta fisica, cosa che medicine tradizionali di altrove, che tengono conto di una natutra energetica, come l’agopuntura e l’ayurveda, suggeriscono da millenni…

Ricordo che quelli di cui parlo sono trattamenti di riequilibrio e di nessuna invasità fisico-chimica nel corpo, né sono sostituzione/interruzioni di terapie mediche o paramediche che il soggetto abbia in corso o decida.

Una mia esperienza personale: tempo fa, ho avuto per mesi grandi dolori ad una gamba, con disturbi e fitte che rendevano impossibile anche fare un gradino senza sofferenza. Certo c’erano dei pregressi traumatici di lontana data, ma sta di fatto che il dolore e la stanchezza ormai stressavano…anche l’umore.

La mia mente ordinaria, condizionata, riteneva che il tutto fosse troppo acuto sul fisico per trovare beneficio utilizzando i trattamenti con la qxci-scio, fino a che per farla breve mi sono trovata in un agosto urbano deserto di terapeuti fisici e quindi… forza maggiore ho dovuto ricorre ai miei trattamenti, ovvero la mia intuizione finalmente ha vinto sulla mente logica.

Così mi sono fatta, molto intensamente rispetto dai trattamenti standard che eseguo di routine, dei trattamenti specifici sui meridiani, inviando frequenze dal programma qxci-scio “agopuntura”, lavorando su alcuni meridiani specifici che ritenevo implicati nel mio problema e dolore.
In pratica, “agendo energeticamente sul corpo non fisico” e non visibile alla percezione sensoriale, ho sbloccato e migliorato una condizione che si trascinava da tempo sul fisico… Questo è solo un esempio ”concreto” dalla mia esperienza, non è “legge scientifica” né statistica.

Il suggerimento è comunque quello di imparare a conoscere il proprio corpo anche nella sua “impalcatura” energetica, quando meno ad immaginarsi che è ANCHE questo. Percio’ impasticcarsi compulsivamente,  pensando di debellare un disturbo, puo’ non essere l’idea migliore.

Il potere della intenzione è indiscusso, soprattutto se unito alla immaginazione/ visualizzazione. Possiamo “vedere con gli occhi fisici” (limitati alla percezione sensoriale) oppure “visualizzare" con la mente interna - non l'intelletto-  e qui la pratica di certe meditazioni certo agevola.

Guarire con la Meditazione - Libro

E’ fondamentale anche l’AFFERMAZIONE, che aiuto la persona a definire in alcuni casi nei trattamenti, avendo modo con il dispositivo qxci-scio di creare una amplificazione della affermazione e trasmettere questo input per tutti il tempo del trattamento (mediamente 2 ore).

L’affermazione, non è esattamente il “desiderio” caricato emotivamente”, ma piuttosto corrisponde con chiarezza al punto in cui si trova la persona, nel presente. L’affermazione /intento va ripetuta nella propria mente: arriverà al subconscio, che assorbe cio’ che gli viene costantemente ripetuto, al punto da prenderlo per “vero” (e questo vale come si suol dire “nel bene e nel male”).

Non bisogna esitare, dubitare entrare in dibattito intellettuale, inserire dei “ma, basta che o delle preposizioni negative”. L’affermazione è piuttosto espressione nel suo intento, di “un dato di fatto”, non di dubbi o desideri. Possiamo usare l’affermazione/intento quindi anche per cio’ che riguarda il nostro corpo e non solo per degli obbiettivi di vita .
Esempio: il mio sistema immunitario funziona perfettamente, il mio fegato/reni/cuore etc… “funziona perfettamente”.


Tutto cio’ ovviamente non sostituisce terapie sul piano fisico, ma è un contributo prezioso per ristabilire buona condizione. Perché le cellule sono intelligenti e noi interagiamo energeticamente con il tutto.

La Coscienza dell'Acqua  - DVD

Per altro, Masaru Emoto, ci mostro’ come puo’ cambiare (in bene o male) la forma di un cristallo di acqua, a seconda delle frasi e pensieri che riceve. Il nostro corpo che è composto per la maggior parte di acqua.. come puo’ restarne indifferente?

Il motto “provare per credere” ha la sua saggezza: in genere il credo/dogma non induce alla esperienza, ma semplicemente ad un “credere a priori” e ad osservare quindi il pensiero/credenza. In questo caso si tratta di provare con una certa disciplina e dalla esperienza comprendere qualcosa e “vedere” anche oltre il solo fatto fisico.

Come dice il Buddha:

“Tutto cio’ che siamo è il risultato di cio’ che abbiamo pensato. Se un uomo parla ed agisce con un pensiero cattivo, segue il dolore. Se parla e pensa con un pensiero puro, segue la felicità, come un’ombra che non lo abbandonerà mai.”

 Con quali pensieri agiranno i signori della farmacologia moderna?

 

La Mente è più Forte dei Geni  - DVD  Guarire con la Medicina Energetica - Libro  One Spirit Medicine - La Medicina degli Sciamani - Libro  Medicina Vibrazionale - Libro Medicina Energetica  - Libro

Our website is protected by DMC Firewall!