Inganni

Aereo Malaysia: i 16 punti fondamentali, che non puoi ignorare

crash-mh17-400x225
Scritto da Cristina Bassi

crash-mh17-400x225

La storia si ripete tragicamente monotona e i false flag si susseguono? Nel seguito un articolo da Global Research, che aiuta a fare chiarezza, inequivocabilmente

La storia si ripete tragicamente monotona e i false flag si susseguono? Nel seguito un articolo da Global Research, che aiuta a fare chiarezza, inequivocabilmente

Per stabilire chi c’è dietro l’abbattimento dell’MH17, ecco una serie di punti fondamentali, nonchè evidenze, che non possono essere trascurate

1. Malaysian Airlines ha confermato che il pilota aveva ricevuto indicazioni dalla torre di controllo di Kiev, di volare ad un’altitudine inferiore una volta entrato nello spazio aereo ucraino. (Malaysian Airlines MH17 Was Ordered to Fly over the East Ukraine Warzone)

2. La rotta è stata cambiata. Ancora non sappiamo chi ha ordinato questo, ma sappiamo che non è stato l’Eurocontrol:

L’MH17 ha subito una deviazione dalla normale rotta sudorientale sopra il mare di Azov , per volare sopra Donetsk. Oblast. (The Flight Path of MH17 Was Changed. July 17 Plane Route was over the Ukraine Warzone)

Secondo la Malaysian Airlines: «L’usuale rotta di volo [attraverso il mare di Azov] era stata precedentemente dichiarata sicura dalla International Civil Aviation Organisation. La International Air Transportation Association ha dichiarato che lo spazio aereo che l’aeromobile stava attraversando non era soggetto a restrizioni».

Il percorso di volo standard dell’MH17 (e di altri voli internazionali), nei 10 giorni prima del 17 luglio (giorno del disastro), che incrocia l’est dell’Ucraina in direzione sud-est, è attraverso il Mare di Azov (cliccate sul link sotto per vedere la mappa). Mentre le registrazioni audio del volo MH17 sono state confiscate dal Governo di Kiev, l’ordine di cambiare il percorso di volo non è arrivato da Eurocontrol. Che siano state le autorità ucraine a dare l’ordine di cambiare il percorso di volo? Il pilota ha ricevuto ordini di cambiare percorso? (Malaysian Airlines MH17 Was Ordered to Fly over the East Ukraine Warzone)

3. La presenza di un jet militare ucraino è stata confermata da un controllore del traffico spagnolo di nome «Carlos» all’aeroporto Kiev Borispol, poco dopo l’abbattimento del Boeing, come da testimoni oculari a Donetsk. (How American Propaganda Works: «Guilt By Insinuation», Spanish Air Controller @ Kiev Borispol Airport: Ukraine Military Shot Down Boeing MH#17

Il controllore spagnolo del traffico aereo, ha documentato l’evento su Twitter, cosi come accaduto. Ha affermando che non è stato un incidente, ma che le autorità ucraine avevano abbattuto il volo MH17 e «cercavano di farlo sembrare un attacco dei filorussi». Anche se quanto ha detto deve essere ancora del tutto confermato, alcune delle sue dichiarazioni sono state confermate dalla Malaysian Airlines e dalle autorità russe.

Ci sono stati alcuni resoconti che direbbero che il controllore aereo spagnolo sarebbe un falso («un fake») e che il «suo» messaggio twitter sarebbe arrivato da Londra. Ma dopo  ulteriori indagini, risulta che il controllore di volo spagnolo ha fatto molte interviste negli ultimi 2-3 mesi. Si veda qui la sua intervista con RT (Spanish Air Controller @ Kiev Borispol Airport: Ukraine Military Shot Down Boeing MH#17)

4. La Russia ha reso pubbliche, ad evidenza, le immagini radar e satellitari. Tali immagini suggeriscono quanto segue:

a) il regime di Kiev aveva dislocato dei sistemi missilistici anti-aerei a Donetsk all’interno ed attorno all’area dove si è abbattuto il volo MH17.

b) Un aereo da guerra ucraino modello SU-25 seguiva il volo MH17
c) il rapporto indica che è possibile ci sia stato un attacco aria-aria contro l’MH17
d) il resoconto indica anche delle incongruenze riguardo ai resoconti del controllo del traffico aereo dell’Ucraina

Le autorità russe non sono giunte ad alcuna conclusione su chi accusare per l’abbattimento dell’aereo. (MH17 Show & Tell: It’s the West’s Turn – Russian Satellites and Radars Contradict West’s Baseless Claims)

5. Gli USA, nonostante il loro apparato di spionaggio, non hanno mostrato alcuna immagine radar o satellitare a sostegno delle proprie affermazioni sulle responsabilità dei Russi e dell’opposizione ucraina filorussa, per cio’ che riguarda l’abbattimento dell’aereo. L’unica prova presentata ad ora è debole e si basa su documenti filo Kiev che consistono in filmati

Youtube e di vari altri social media «tutti riconosciuti non verificabili ad alcuni palesemente costruiti ad hoc».

L’intelligence USA legge solo i blog? O i blog sono in qualche modo una vetrina dell’intelligence USA? O i blog sono costruiti dall’intelligence USA, nel tentativo di incastrare la Russia? Uno in particolare «Ukraine at War» è decisamente una raccolta di invenzioni, di propaganda fuorviante e di dubbie affermazioni che sembrano aprire la strada alle successive dichiarazioni dell’intelligence USA. (Assigning Blame to East Ukraine Rebels: US Appeals to «Law of the Jungle» in MH17 Case)

6. «Il Ministro della Difesa russo ha sottolineato che al momento dell’abbattimento dell’MH17, un satellite americano stava volando sopra l’area»: Il Governo russo sollecita Washington a rendere disponibile le foto ed i dati catturati dal satellite. (How American Propaganda Works: «Guilt By Insinuation»)

7. Una fonte d’intelligence USA ha affermato che «le agenzie americane di intelligence, possiedono immagini satellitari dettagliate della batteria di missili dalla quale è partito il colpo mortale, ma sembra che la batteria sia stata sotto il controllo delle truppe del governo ucraino, vestite con cio’ che sembravano uniformi ucraine». Queste immagini potrebbero confermare la prova presentata dalla Russia sul fatto che Kiev abbia dispiegato sistemi anti-missile a Donetsk all’interno ed attorno alla zona dove è caduto il volo MH17. (Fatto n° 4, Whistleblower: U.S. Satellite Images Show Ukrainian Troops Shooting Down MH17)

8. La Russia ha richiesto una indagine di esperti indipendenti:  il Presidente Putin ha ripetutamente sottolineato che l’indagine sull’MH-17 richiede «un gruppo di esperti pienamente rappresentativi che lavorino sul sito, sotto la guida della International Civil Aviation Organization (ICAO)». Le richiesta di Putin di un’indagine da parte di esperti indipendenti sotto la supervisione dell’ICAO non dà l’idea di un qualcuno che abbia qualcosa da nascondere. (How American Propaganda Works: «Guilt By Insinuation»)

9. Gli USA hanno affermato con sicurezza, ma senza prove, che la Russia era coinvolta:

Il 20 di luglio ,il Segretario di Stato USA John Kerry ha confermato che i separatisti filorussi erano coinvolti nell’abbattimento dell’aereo di linea malese aggiungendo che era «piuttosto chiaro» che la Russia era coinvolta. Ecco le parole di Kerry: «È piuttosto chiaro che si tratta di un sistema [di missili] trasferito dalla Russia nelle mani dei separatisti. Sappiamo con sicurezza, con sicurezza, che l’Ucraina non aveva un tale sistema nelle vicinanze dell’area dell’incidente ed in quell’arco di tempo. Dunque la cosa indica con certezza i separatisti» (Ibid.)

10. La dichiarazione di cui sopra del Segretario di Stato John Kerry circa il coinvolgimento russo è contraddetta dalle foto satellitari russe e da numerosi testimoni oculari a terra (Ibid.)

11. Funzionari dell’intelligence USA hanno dichiarato non esserci prova alcuna di un coinvolgimento del Governo russo, contraddicendo la dichiarazione di Kerry. (US Intelligence on Malaysian Flight MH17: Russia Didn’t Do It. «US Satellite Photos do not Support Obama’s Lies», L’autore si fa riferimento a questa notizia citando l’Associated Press: US INTELLIGENCE: No ’Direct’ Russian Involvement In Downing Of MH17)

12. Poche ore dopo lo schianto, le autorità di Kiev hanno mostrato un video in cui l’opposizione ammetteva di aver abbattuto l’aereo. Gli esperti che lo hanno studiato il video, hanno concluso che è stato tutto inventato.

Il secondo frammento del nastro è composto da tre parti ma è stato presentato come un’unica registrazione audio. Ad ogni modo, un’analisi dello spettro e dei tempi mostra che il dialogo è stato tagliato in pezzi e quindi rimontato. Ci sono delle brevi pause molto indicative nel video: il file audio conserva dei contrassegni temporali che mostrano che il dialogo è stato messo insieme da vari episodi» (Ibid.)

La codifica del file video indica che è stato creato il 16 di luglio, cioè il giorno prima dell’abbattimento del Boeing malese. Si tratta di una affermazione che deve ancora essere confermata, ma che se fosse veritiera, significherebbe che le autorità ucraine avrebbero abbattuto l’aereo e artefatto le prove per incolpare l’opposizione. (Did Ukraine Fabricate Evidence to Frame Russia for MH17 Shoot Down?, How American Propaganda Works: «Guilt By Insinuation»)

13.John Kerry «fa riferimento ad un video che gli Ucraini hanno reso pubblico nel quale si vede una unità  SA-11 di rientro in Russia dopo aver abbattuto l’aereo e “con un missile mancante, o giù di lì”». Il video è stato postato sull’account Facebook del Ministro degli Interni ucraino. Stando a numerose fonti il video è stato «preso a Krasnoarmeisk o nelle vicinanze», una città sotto controllo di Kiev da maggio e che si trova «a 120 chilometri dalla frontiera russa e ad 80 chilometri da dove è caduto il Boeing 777 malese»:

C’è almeno un altro video sul «sistema missilistico Buk dei Russi», che è stato messo a disposizione e che suggerisce che gli Ucraini stavano invece mostrando il loro equipaggiamento. (Key Piece of Video «Evidence» for Russian Responsibility for Malaysian Plane Shootdown Debunked)

14. Il Procuratore generale ucraino Vitaly Yarema ha dichiarato che l’opposizione ucraina non possiede un sistema missilistico Buk:

«Il 17 di luglio, il Ministro degli Interni ucraino Anton Gerashchenko ha detto che il Boeing 777 malese è stato abbattuto dal sistema missilistico Buk… Il Procuratore generale ucraino Vitaly Yarema ha dichiarato venerdì alla Ukrainian Pravda: “Dopo l’abbattimento dell’aereo passeggeri, i militari hanno riferito al presidente che i terroristi non hanno i “nostri” sistemi missilistici di difesa Buk e S-300… né si sono appropriati di tali armi”» (Militias Do Not Have Ukrainian Buk Missile System — Ukraine General Prosecutor)

15. L’incidente  dell’MH17 viene usato per scatenare una guerra economica contro la Russia. Le sanzioni imposte sull’onda dell’incidente e senza che ci fosse una prova dell’implicazione dei Russi, sono usate per indebolire il rublo e destabilizzare il sistema monetario russo. (The Malaysian Airlines MH17 Crash: Financial Warfare –against Russia, Multibillion Dollar Bonanza for Wall Street)

16. Nel 1962, l’U.S. Joint Chief of Staff pianificò la Operazione Northwoods, una operazione false flag segreta (e poi declassificata), nella quale un aereo di linea civile doveva essere abbattuto e si doveva accusare di ciò il Governo cubano. Lo scopo era inventare un pretesto per dichiarare guerra a Cuba. (L’esecuzione delle Operations Northwoods fu annullata dal Presidente John F. Kennedy).

Secondo l’autore R. Teichmann, l’abbattimento dell’MH17 e la reazione delle autorità USA e dei media hanno forti analogie con lo scenario descritto nelle Operation Northwoods:

«Fra le altre cose, il documento proponeva quanto segue. “Io [Teichman] ho inserito in grassetto (fra parentesi), i miei commenti per illustrare perché l’incidente all’MH17 potrebbe essere una ‘replica’ di quanto proposto nella Operation Northwoods:

È possibile creare un incidente che poi mostri in modo convincente che un aereo cubano (un sistema missilistico anti-aereo, BUK, fornito ai “separatisti” dalla Russia, nella UIcraina orientale), abbia attaccato ed abbattuto un aereo civile di linea (Malaysian Airlines MH-17), in volo dagli Stati Uniti (Amsterdam, aeroporto di Schipol), alla Jamaica, Guatemala, Panama, o Venezuela (Kuala Lumpur).

È possibile creare un incidente che farà in modo che appaia che i MiG comunisti cubani (separatisti dell’Ucraina dell’est), abbiano distrutto un aereo USAF (aereo di linea malese), in acque internazionali (sul proprio territorio), con un attacco senza che ci sia stata provocazione”. (Framing Russia? Fabricating a Pretext to Wage War: Flight MH-17 and «Operation Northwoods»)

By Julie Lévesque

FONTE: http://www.globalresearch.ca/the-malaysian-airline-mh17-crash-sixteen-central-issues-which-cannot-be-ignored/5393296

Traduzione Cristina Bassi