Pericoli Ambiente minacciato

Agenzia TASS: I funzionari cinesi dicono che il picco di coronavirus in Cina è finito

Scritto da Cristina Bassi

13.3.20 aggiungo un aggiornamento Reuters che traduco:
PECHINO (Reuters) – Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian ha scritto giovedì sul suo account Twitter che i militari statunitensi potrebbero aver portato il coronavirus nella città cinese di Wuhan, che è stata pesantemente colpita dall’epidemia.  “Quando è cominciato il paziente zero negli Stati Uniti? Quante le personeinfette? Quali i nomi degli ospedali? Potrebbe essere stato l’esercito americano ad aver portato l’epidemia a Wuhan. Siate trasparenti! Rendete pubblici i vostri! Gli Stati Uniti ci devono una spiegazione! ” cosi Zhao ha twittato in inglese.
———-
 Traduco la notizia dell’ agenzia TASS  (la più vecchia e grande agenzia stampa della Russia) di oggi, ripresa da Russian Insider :

MOSCA, 12  Marzo /TASS/ Il picco epidemico  del nuovo coronavirus (COVID-19) in Cina è finito, lo annuncia il Portavoce della Commissione per la SaluteNazionale della Cina,  Mi Feng, durante una riunione giovedi (oggi).

“Il picco della epidemia del nuovo coronavirus nel nostro paese è finito, il numero dei nuovi casi della malattia si sta abbassando sempre di più,” cosi l’agenzia stampa Xinhua afferma che Mi Feng abbia detto

Il funzionario ha fatto notare che nella scorsa settimana nessun caso di COVID-19 è stato intercettato nella provincia di Hubei, eccetto la sua capitale Wuhan. Il numero dei nuovi casi a Wuhan , l’epicentro della epidemia è sceso a solo 8 casi riportati giovedi, ha aggiunto

Nello scorso dicembre 2019, le autorità cinesi notificarono all’ OMS una epidemia di una polmonite precedentemente sconosciuta, nella città di Wuhan, nella Cina Centrale.

L’11 marzo 2020 l’OMS (WHO) ha caratterizzato come pandemia la situazione con il nuovo corona virus COVID-19 . Questa malattia si è diffusa in oltre 100 paesi. Secondo la OMS oltre 118.000 persone sono state globalmente infettate dal virus e 4300 sono morte

La più grande epidemia  di COVID-19 fuori dalla Cina è stata riscontrata nella Corea del Sud, in Iran e ITALIA. In Russia si sono documentati 28 casi del virus

fonte: https://russia-insider.com/en/chinese-officials-say-coronavirus-peak-over-china/ri28406

VEDI ANCHE:

La Banca Mondiale, il Bond Pandemico e il Coronavirus…

Chi ha Costruito il Muro di Berlino? — Libro Caos Globale — Libro

Sul tema crisi coronavirus, commenti e riflessioni di Giulietto Chiesa, dal suo  intervento nella diretta web-streaming “Mes, fermare il contagio” trasmessa su “Byoblu” e “Pandora Tv” il 7 marzo 2020, registrata su YouTube

—————–
Giulietto Chiesa: difendiamoci, niente sarà più come prima
Sappiamo già che andremo in recessione. La crisi è sicuramente molto grave, molto seria, e sarà una crisi non soltanto italiana: sarà una crisi mondiale.

Cosa ha che fare, col Mes? Con tutta probabilità, nel caso venisse approvato, questo cosiddetto “meccanismo salva-Stati”, presto ci troveremmo in una situazione insostenibile, in Italia. Perché adesso ci lasceranno sforare, ci lasceranno spendere un po’ di più – o meglio, ci diranno che potremo spendere un po’ di più.

Quanto più spenderemo (e credo che dovremo spendere molto, per fermare questa emergenza), tanto più fra qualche mese ci diranno che siamo inadempienti, che siamo in debito e che dovremo pagare. E siccome dovremo pagare, ci dovremo rivolgere a questo nuovo organismo internazionale, che ci darà i soldi.

Cioè: ci darà i soldi prendendoli dalle nostre tasche, perché sono i soldi che ci abbiamo messo noi. Quindi dovremo pagare al tasso d’interesse che loro decidono e che noi non potremo controllare, perché saranno “i mercati” a dire quanto e quando dovremo pagare. Non potremo farlo, e dunque ci commissarieranno. Quindi il Mes è uno scivolo, per andare velocemente in Grecia.

E a prendere queste decisioni, come sempre, non sono quelli che governano in Italia: queste decisioni si prendono un po’ più in su, al piano di sopra. E i “padroni universali” sfruttano anche le crisi che nascono: lo fanno per fregare la gente, cioè tutti noi.Sostanzialmente, quindi, noi andiamo verso una grave crisi sociale: per pagare la quale, la prima cosa che decideranno di fare sarà mettere i soldi nelle tasche di tutti gli italiani, nei loro conti correnti.

Ci porteranno via i soldi: quello che abbiamo risparmiato, tutti insieme, resterà a disposizione delle banche. Poi c’è la dimensione mondiale della crisi (sanitaria, epidemica, pandemica). Abbiamo di fronte un problema nuovo: la società nella quale viviamo non è più sostenibile.

Quello che sta accadendo ci dice che è cominciata l’era della insostenibilità. Il che vuol dire che dobbiamo abituarci a pensare in termini molto più vasti, perché quello che sta accadendo non è transitorio: è un cambio d’epoca.

Forse non tutti se ne sono ancora accorti, ma io lo dico perché vorrei che ce ne accorgessimo. Questo è un cambio d’epoca, nel quale tutti i criteri e i parametri della nostra vita saranno rimessi in discussione: l’economia, la cultura, la morale, i rapporti sociali.

Tutto sta saltando.Quello su cui tutti vivevamo tranquilli, più o meno, era l’accettazione di una società che, ora lo vediamo, non può più stare in piedi. Non sta in piedi, sicuramente, insieme alla democrazia. Tant’è vero che in questo momento noi oggi siamo qui (su YouTube, ndr) perché non c’è democrazia: è una democrazia sospesa.

Dobbiamo cominciare a pensare di organizzarci in un mondo diverso, che non sarà più quello dell’altro ieri. E organizzarci per difenderci significa mettere in piedi degli strumenti che ci consentano, appunto, di sapere che cosa sta accadendo.

Questa informazione che noi oggi stiamo dando, in questa forma, dice questo: o noi avremo un canale di comunicazione per il popolo, in grado di dire la verità al popolo, o ci troveremo improvvisamente indifesi in una situazione in cui non potremo agire.

E’ l’inizio di una nuova riflessione politica, per tutto il movimento di opposizione al potere dei “padroni universali”. Vi saluto con un augurio: che questa riflessione la facciamo tutti insieme, in qualunque parte d’Italia, e possibilmente anche in qualunque parte del mondo. Buona fortuna.