David Icke in ITA Risvegli

David Icke: l’agenda della Mano Nascosta e l’incubo della Società Globalizzata

Scritto da Cristina Bassi

Traduco e sintetizzo la seconda parte (qui la prima) della lunga intervista di David Icke ad una radio-web turca, pubblicata sul suo sito www.davidicke.com il 16 gennaio 2019. A detta di Icke, è la prima volta che riceve una intervista dalla Turchia.
E’ un’ ottima sintesi di ciò che Icke divulga da anni, sulle ragioni per cui l’umanità è schiava, sulla agenda  di controllo e globalizzazione,  il network segreto e la “la Hidden Hand” – la Mano Nascosta– come la chiama lui, che ha in mano il mondo da millenni e controlla la sua storia e i governi.
Perchè è importante rendersi conto di questa “ragnatela” sulla umanità? Non certo per sprofondare nel nichilismo; piuttosto per sviluppare conoscenza: svelando il “segreto” della Mano Nascosta, togliendo consenso (anche alle credenze imposte), l’umanità puo’ impedire il suo piano malvagio.

——————————-

Russia, Islam e il Progetto Nuovo Secolo Americano

Per mettere insieme persone, che diversamente non seguirebbero, nella storia hanno sempre inventato un nemico esterno. Francamente al momento non potrei dare esempio migliore di Israele.
[David Icke’s first interview with Israel media – explosive and a must-watch].Mi dispiace molto per gli Ebrei, perché sistematicamente secondo me, ma anche secondo Ebrei che ho incontrato, vengono cresciuti col credo che tutto il resto del mondo li odii.

Quindi la cabala che governa Israele, come quella che governa ogni altro paese, dice alla gente “voi dovete rivolgervi a noi –cabala- per proteggervi da tutti quelli che vi odiano”. Questo processo lo vediamo ovunque.

Cosi è stato con la Guerra Fredda: L’Occidente doveva essere spaventato dall’Est e le persone della Unione Sovietica dovevano aver paura dell’Occidente, a causa della diversa propaganda dei due diversi fronti.

Risultato? Un enorme “divide et impera”. Questa cabala non vuole unità né armonia perché per loro non funziona. Infatti, è molto piu’ difficile manipolare una situazione armoniosa, che una disarmonica, in cui gli elementi sono già gli uni contro gli altri.

Ne ho scritto prima che accadesse, ma l’agenda verso la struttura globalizzata e centralizzata ad un certo punto ha dovuto includere la Unione Sovietica. Mentre da un lato la Guerra Fredda era stata vantaggiosa per loro, per esempio per l’enorme produzione di armamenti, che diversamene non si sarebbero giustificati, ad un certo punto questa divisione in blocchi stava impedendo l’assorbimento globale dei paesi.

Quel che voglio dire è che la rottura della Unione Sovietica è stata sistematica perché era cio’ che costoro volevano; una volta che la ex Unione Sovietica si fosse lacerata, la cabala avrebbe potuto includere i paesi che erano stati sotto il controllo sovietico, sia nella NATO (alias Esercito Mondiale) che nella Unione Europea, Esattamente quel che è avvenuto.

Hanno dovuto demonizzare l’Unione Sovietica e con la Russia stanno rifacendo ora la stessa cosa in modo molto ridicolo. Hanno sempre bisogno di creare un nemico ed una paura e quindi il prossimo in scaletta è… l’Islam.

Personalmente non seguo nessuna religione e rispetto molto chi ne segua una, a patto che non voglia imporla su tutti. Quindi per me se le persone vogliono seguire l’Islam o il Cristianesimo o altro, va bene… basta che non diventi una imposizione su tutti gli altri.

Ma è il progetto è stato demonizzare l’Islam per creare paura nella gente. Se le persone sono piene di paura cercheranno qualcuno che le protegga, che le protegga dalla manipolazione “ paura”, che hanno ricevuto.

Devono sempre creare qualcosa per cui la gente abbia poi paura.

C’è stato un processo chiarissimo, per cui l’Islam e i Paesi del Medio Oriente sono stati demonizzati, per giustificare l’invasione e il cambio di regime.

Se torniamo negli anni ’90, in USA fu creata una organizzazione dominata da seguaci e credenti nel Sionismo, anzi ultrasionisti, molto estremisti, e venne chiamato il Progetto del Nuovo Secolo Americano (Project for a New american Century) . Fu creato da William Kristol and Robert Kagan, con l’intenzione di bombardare paese dopo paese. In questo progetto, troviamo personalità come:
Dick Cheney un vicepresidente USA sotto l’amministrazione di George Bush,
Donald Rumsfled, che sarebbe stato il Segretario della Difesa al tempo delle Torri Gemelle,
John Bolton (un altro a cui non manca l’idea di bombardare tutti i paesi) ora Consigliere della Sicurezza Nazionale nella Amministrazione Trump.
Paul Wolfowitz, deputato al tempo delle Torri Gemelle e Segretario della Difesa,

E’ del 2000 un documento che chiedeva un “cambio di regime” per alcuni Paesi. Perché l’America combattesse su scenari multipli di guerra, per realizzare questo cambio di regime. E quali Pesi erano su questa lista? Iraq, Libia, Siria, Libano, Iran, Cina, Corea del Nord.
Molti di coloro che parteciparono al documento, andarono al potere poco dopo nella Amministrazione Bush, nel 2001.

Parte del documento fu il fatto che questi cambi di regime, che volevano istigare in questi paesi, avrebbero dovuto avvenire lentamente a meno che non si verificasse un evento catastrofico e catalizzante come una nuova Pearl Harbour; questo per giustificare un enorme dispendio di risorse per l’esercito americano, per rispondere appunto ad un nuovo Pearl Harbour.

Nove mesi dopo che questa squadra andò al potere con Bush nel 2001 ed un anno dopo la pubblicazione di quel documento, l’America ebbe il Pearl Harbour del 21° secolo, ovvero l’11 Settembre.

Alice nel Paese delle Meraviglie e il Disastro delle Torri Gemelle

Fu cosi questa la giustificazione per andare in Afgahnistan, Iraq, Libia, Siria ed ora stanno demonizzando l’Iran, come la Cina e la Corea del Nord ed anche ovviamente la Russia

Hanno usato l’11 Settembre come fatto scatenante per dar via alla sequenza di eventi programmati, che portò alla invasione dell’Iraq con una menzogna (“armi di distruzione di massa”) . Poi hanno finanziato e sostenuto i “ribelli” in Siria, per far scoppiare la guerra civile in Siria. Ma prima di questo fecero lo stesso in Libia, per destituire Gheddafi,

Ma quando arrivarono in Libia, non c’era piu’ Bush ma Obama (a dire che il progetto prosegue indisturbato…non ha importanza quale partito sia al potere). Poi arriva Trump…che nella sua campagna elettorale dice che avrebbero dovuto smettere di interferire militarmente nella vita di altri paesi. Fa quindi la proposta del trattato con Iran, che calma le cose nell’area.

Quel che ho voluto sottolineare è che il “programma”  è indipendente dai ministri e partiti politici,  perché questaMano Nascosta ha il controllo su tutto e su chi è al comando di volta in volta. Quindi all’opera era la stessa agenda del Settembre 2000, al di là di chi era al potere.

Rivelazioni non Autorizzate

I politici? Vanno e vengono. Quello che fa sempre girare lo spettacolo è cio’ che io chiamo il “governo permanente”: quello che c’è sempre e controlla le politiche ed amministrazione del governo, il sistema bancario, le multinazionali, i media…

Domanda: cosa pensi sia il nuovo 11 settembre e quando pensi possa accadere?

David Icke: Dipende da cosa è necessario. Se l’umanità continua ad acconsentire a questa agenda di centralizzazione del potere, dando via il proprio potere, acconsentendo la cancellazione della propria libertà, non ci sarà bisogno di farlo accadere, perché succederà. Semplicemente si dipanerà il progetto. Solo se non accade in modo abbastanza veloce secondo il loro punto di vista, creeranno lo scenario che chiamo “problema-reazione-soluzione (altri lo chiamano “false flag”).

Certamente adesso per loro è un po’ piu’ difficile che la gente si beva questi loro scenari.

Un esempio degli ultimi tempi: Quando la Russia arrivò in Siria, perché diciamola tutta … se la Russia non fosse intervenuta, ora Isis starebbe governando la Siria e Assad avrebbe fatto la fine di Gheddafi. Questa era infatti l’idea.

Ma…la Russia è entrata in scena respingendo Isis, cosa che gli Americani non avrebbero fatto; nonostante questo scenario hanno continuato a costruirne un falso parlando di armi chimiche, usate da Assad (dandogli la colpa di averle ed usarle) per giustificare una azione militare contro di lui.

Quel che ho trovato incoraggiante è che nonostante ci tentassero sempre di piu’ a mistificare, il successo di pubblico che ha creduto alla loro versione non c’è stato. Dunque se per loro le cose fossero andate bene in Siria e avessero destituito Assad, non ci sarebbe stato bisogno di uno scenario problema-reazione-soluzione col pretesto armi chimiche.

L’11 Settembre accadde per molte ragioni, ma una di queste fu – e lo dissi poco prima che accadesse- che il tempismo che desideravano per i loro progetti, non soddisfaceva… andava tutto troppo lentamente. E se guardiamo cos’ è successo dopo, notiamo che l’evento ha enormemente aumentato la velocità, per esempio di cancellare la libertà umane e la privacy.

Globalizzazione: La Terza Guerra - Libro

Se le persone non creeranno ostacolo, metteranno in discussione, il tutto non si fermerà.
Quel che sicuramente dobbiamo fare è non accettare quel che sta succedendo ed essere consapevoli che ci stiamo dirigendo verso l’incubo di una società globalizzata

Questa cabala sa anche che il modo piu’ veloce e piu’ permanente per trasformare una società è la guerra, per questo ne abbiamo sempre avute molte, non certo perché la gente le vuole, ma perché cosi hanno radicalmente cambiato lo status quo ed implementato il cambiamento che hanno voluto di volta in volta.

La chiamo “distruzione creativa”: fanno una guerra, che distrugga lo status quo. Ed una successiva che distrugge quello che era stato sostituito. Quindi una trasformazione economica in questo sistema di centralizzazione di cui sto parlando, la società senza contanti per esempio, implica una distruzione dello status quo.

Fine seconda parte
>>> segue

traduzione e sintesi M.Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net

fonte: https://www.davidicke.com/video/516233/david-icke-talks-turkish-media-full-interview