Big pharma Medici controcorrente

Dr Coleman, UK: i va ccini non sono mai stati sicuri o efficaci. A cominciare da quello del vaiolo

Scritto da Cristina Bassi

Dal suo sito ufficiale, traduco il post del dr Coleman del 5 agosto 2022. Ci racconta anche di censure e ostilità che ha ricevuto, per far recensire un suo libro sui vacci ni, cosa che lo ha reso anche “persona non grata” da parte dell’establishment e della classe medica. Nel 2011 il dr Coleman già predisse che la vacci nazione sarebbe diventata obbligatoria in Occidente.

————-

Uno dei molti effetti collaterali sfortunati causa l’attenzione che è stata data ai vaccini contro il Covid-19, è il fatto che le va cci nazioni più tradizionali (comprese le decine che vengono abitualmente somministrate ai bambini) sono state dimenticate e ora vengono in gran parte somministrate senza proteste, polemiche o ripensamenti.

C’è sempre stato il rischio che la giustificata indignazione e la paura suscitata dai vaccini contro il covid-19, facesse passare in secondo piano la questione più ampia delle vaccinazioni tradizionali. I va cci ni sperimentali e notevolmente tossici del covid-19 hanno comprensibilmente e giustamente catturato l’attenzione di coloro che non sono disposti ad accettare le bugie, gli inganni e le manipolazioni al valore nominale.

Ma è importante non dimenticare la crescente grandinata di vaccinazioni, rivolte in particolare ai bambini, che sembrano essere diventate parte integrante del nostro rapporto con la sanità in generale e con i medici in particolare.

Sappiamo tutti che l’establishment e i media tradizionali si rifiutano di discutere i vaccini a base di mRNA. Ma credo che sia meno noto il fatto che per molto tempo non si è parlato dei va cci ni più tradizionali e che la reputazione dei va cci ni è costruita su una miscela tossica di miti, falsità e semplici bugie.

Scrivo di va ccini da oltre 50 anni, ma non senza sorpresa, nel 2011 ho scritto un libro interamente dedicato ai vaccini e alle vacci nazioni .

Ho scritto il libro (“Chiunque vi dica che i va ccini sono sicuri ed efficaci sta mentendo. Ecco le prove”) in parte per fornire prove che dimostrano che i va ccini sono spesso pericolosi e non funzionano, ma anche per distruggere il mito oltraggioso e costruito, che la vacci nazione abbia allungato l’aspettativa di vita e sradicato malattie come il vaiolo e la pertosse.

Tornerò su questo tema tra poco, ma prima penso che valga la pena di usare la storia di quel libro per illustrare la portata dell’oscuramento mediatico che esiste per proteggere i va ccini e la vacci nazione. Sapendo che nessuno dei miei soliti editori avrebbe toccato un libro sui va ccini, lo pubblicai io stesso.

Abbiamo inviato 600 copie per le recensioni, sperando che uno o due recensori fossero abbastanza coraggiosi da prendere in considerazione il libro per i suoi meriti. Tuttavia, per quanto ne so, nessuno l’ha recensito. Persone che conoscevo da anni non ne hanno voluto parlare. Inoltre, molti recensori hanno restituito il libro. È prassi comune che i recensori vendano i libri che non vogliono tenere sui loro scaffali. Ma i giornalisti hanno speso tempo e denaro per restituire il libro!

Sapevo che c’erano dei rischi nello scrivere un intero libro sui va cci ni. È sempre stato un argomento che ha suscitato rabbia all’interno dell’establishment medico. Nella prefazione ho scritto: “L’esperienza mi dice che questo libro mi porterà molti problemi, molti abusi, diverse minacce e notevoli disagi professionali e personali”.

Vaccini: Verità, Bugie e Controversie — Libro

Ma persino io fui sorpreso dalla rapidità con cui divenni persona non grata. La mia messa in discussione delle politiche ufficiali dell’establishment mi aveva reso impopolare per molto tempo. È diventato subito evidente che la vacci nazione è un argomento tabù e che i vaccini sono protetti dalle critiche come lo erano le star del cinema negli anni Trenta.

Dalla sua pubblicazione sono stati compiuti sforzi concertati per bandire il libro e per farlo ritirare dalla vendita. Nessuno ha mai messo in dubbio la scienza, le statistiche o le conclusioni del libro. I critici, tuttavia, sono stati turbati dalle mie critiche all'”entusiasmo indiscusso dell’establishment per una pratica di valore così dubbio e che offre un tale potenziale di disastro”.

Ho descritto la vacci nazione come “un enorme trucco di fiducia” e ho predetto (nel 2011) che “la vacci nazione diventerà obbligatoria in Occidente”. Sono stato costantemente sbugiardato da migliaia di fanatici sostenitori della vaccinazione.

Sembra che i media tradizionali si siano dedicati alla promozione dei va ccini e non permettano mai di mettere in discussione alcun aspetto della vacci nazione. La BBC ha una politica di esclusione di ogni critica ai vacci ni , dai suoi programmi. Il solo fatto di mettere in discussione la validità delle vacci nazioni attira un fiume di insulti sulla testa di chi le mette in discussione.

Il risultato inevitabile è che i programmi di vaccin azione continuano senza ostacoli e milioni di bambini vengono regolarmente sottoposti a vacci nazioni che non sono mai state adeguatamente testate o valutate in termini di sicurezza o di efficacia.

La rivendicazione più forte dei vacci ni è, come ho già detto, che hanno salvato milioni di vite. (Questa affermazione viene ora falsamente applicata al vacci no covid-19, che non può essere dimostrato abbia salvato alcuna vita).

La frode viene mantenuta indicando l’aspettativa di vita media, ma si tratta di un’argomentazione falsa, perché le cifre sono falsate dal gran numero di bambini e neonati che in passato morivano per malattie o malnutrizione. Ogni morte infantile abbassa drasticamente l’aspettativa di vita.

Vaccini e Autoimmunità — Libro

In tutto il mondo, neonati e bambini sono sottoposti a una serie apparentemente infinita di aggressioni al loro sistema immunitario. I vacci ni utilizzati non sono mai stati adeguatamente testati per vedere come potrebbero interagire o come potrebbero influenzare altri farmaci.

Sono stati condotti pochissimi studi a lungo termine, anche se i pochi disponibili confermano il mio scetticismo. Ad esempio, nel 2017 il governo danese e un produttore di vacci ni danese hanno finanziato uno studio sul vaccino DTP. L’OMS e l’establishment medico sostengono che il vaccino DTP salva milioni di vite ma, dopo aver esaminato 30 anni di dati, gli scienziati hanno concluso che il vacci no DTP stava probabilmente uccidendo più bambini di quelli morti per difterite, pertosse e tetano prima dell’introduzione del vacci no.

Il vaccino aveva rovinato il sistema immunitario dei bambini rendendoli suscettibili alla morte per polmonite, leucemia, malaria e dissenteria. I risultati di quella sperimentazione non cambiarono nulla. La vacci nazione continuò senza ostacoli.

I vacci ni che più spesso vengono descritti come quelli che hanno cambiato il mondo sono quelli per la poliomielite, la pertosse e il vaiolo. Ma guardate le prove. Per quanto riguarda la poliomielite, la verità è che, come per altre malattie infettive, l’importanza della poliomielite è diminuita quando, nella seconda metà del XIX secolo, sono stati resi disponibili migliori servizi igienici, migliori abitazioni, acqua più pulita e più cibo.

Le prove dimostrano che il numero di vittime della poliomielite è aumentato e non diminuito a seguito della vacci nazione. Nel Tennessee, negli Stati Uniti (scelto a caso), il numero di vittime della poliomielite prima che la vacci nazione diventasse obbligatoria era di 119. L’anno successivo all’introduzione della vacci nazione il numero è salito a 386.

In America nel suo complesso il numero di morti per poliomielite era diminuito drasticamente prima dell’introduzione del primo va ccino antipolio, ma l’incidenza della poliomielite è aumentata di circa il 50% dopo l’introduzione dell’immunizzazione di massa.

Stefano Montanari: Interviste sui Vaccini — Libro

Un dato ancora più significativo (che ho rivelato nel mio libro “Perché gli esperimenti sugli animali devono finire” del 1991) è che 17 milioni di persone a cui è stato somministrato il vaccino antipolio da bambini, negli anni Cinquanta e Sessanta sono ora a rischio di sviluppare il cancro.

Questo perché il primo vaccino pratico ha utilizzato tessuto renale di scimmia, che contiene un virus cancerogeno. Inoltre, il virus può essere trasmesso ai figli di coloro che hanno ricevuto il vaccino contaminato. Questo potrebbe spiegare il numero sempre crescente di persone affette da cancro? Non lo sapremo mai.

La dottoressa che per prima aveva avvertito di questo rischio è stata ignorata e il suo laboratorio è stato chiuso. I documenti che mostravano chi aveva ricevuto il pericoloso vaccino furono distrutti dal Dipartimento della Sanità nel 1987, anche se sembra probabile che milioni di dosi del pericoloso vaccino antipolio siano state utilizzate nonostante il rischio.

La storia del vaiolo è altrettanto sorprendente.

Il mito che il vaiolo sia stato debellato attraverso un programma di vacci nazione di massa è proprio questo: un mito. Il vaiolo è stato debellato identificando e isolando i pazienti affetti dalla malattia. Una delle peggiori epidemie di vaiolo di tutti i tempi ebbe luogo in Inghilterra tra il 1870 e il 1872, quasi due decenni dopo l’introduzione della vacci nazione obbligatoria.

Gli abitanti di Leicester rifiutarono il vacci no e ci fu un solo decesso. Al contrario, nelle città in cui la popolazione era stata vacci nata si registrò un numero enorme di decessi.

Ai medici tedeschi viene insegnato che fu la legge sulla vacci nazione del Reich (che rendeva obbligatoria la vacci nazione) a fermare il vaiolo nel loro Paese. Ma l’incidenza del vaiolo era diminuita prima dell’entrata in vigore della legge.

Ancora una volta, un programma di vaccinazione nazionale imposto per legge non ha debellato la malattia. Se si guarda alla storia, è chiaro che il numero di casi di vaiolo è aumentato ogni volta che c’è stato un programma di vacci nazione di massa.

Vale la pena ricordare che il dottor Jenner, un eroe per i pro-vaccini, rifiutò di far vaccinare il suo secondo figlio dopo aver provato la va cci nazione antivaiolosa sul proprio figlio. Tragicamente, il ragazzo rimase mentalmente ritardato fino alla sua morte, avvenuta all’età di 21 anni.

Ovunque si guardi le prove sono le stesse: la vacci nazione non funziona. Inoltre, non è difficile sostenere la tesi che fa più male che bene. Purtroppo, l’establishment medico e i media hanno cospirato per anni per sopprimere la verità e demonizzare chi la racconta.

La soppressione della verità sul vaccino covid-19 non è quindi una novità.


Fonte:
https://vernoncoleman.org/articles/vaccines-have-never-been-safe-or-effective

traduzione: M.Crisitina Bassi per www.thelivingspirits.net