Ambiente minacciato

Il 5G lanciato in tutto il mondo senza test per la sicurezza umana e la vita biologica sul pianeta

Scritto da Cristina Bassi

Nel seguito l’ultima mia sintesi in traduzione del documentario di Sacha Stone che indaga sulla scienza (e la sua carenza) dietro la tecnologia del wireless e i suoi nefasti effetti sulla popolazione umana e soprattutto sui bambini. Ricordo che il documentario, che anche qui riporto a fine articolo, è un collage di autorevoli commenti e spiegazioni di esperti e mette in luce quanto l’industria voglia evitare di riconoscere cio’ che è una travolgente evidenza: il 5G non solo è dannoso, ma è anche una vera minaccia per l’umanità e la vita biologica.  Il documentario presenta esperti nello sviluppo degli armamenti, biologi molecolari, scienziati cellulari, biologi, attivisti che delineano di prima mano la scienza che c’è dietro il 5G e la radiazione elettromagnetica
Qui la prima parte e qui la seconda.
———————————————

Da interviste di RT

Dr Martin Pall, Prof. Emerito, Washington State University,
da una intervista con RT (Russian TV) :

Ogni dispositivo wireless comunica a mezzo di pulsazioni, ma l’industria ignora completamente questo problema. La questione con il 5G è che stanno pianificando di esporre 10 milioni di antenne ovunque, senza aver fatto un solo test di sicurezza biologica

“Prima di tutto dovete sapere che gli altri campi magnetici a cui siamo esposti, sono già noti per essere rischiosi per la salute. Sostanzialmente poi il 5G sarà una minaccia più grande per la nostra salute, a causa della frequenza che verrà usata e per via dell’uso di livelli di pulsazioni straordinariamente alte, rispetto alale cose che già abbiamo e che sono già pericolose per la nostra salute.

Non stiamo parlando semplicemente della intensità, ma della frequenza e delle pulsioni molto alte e c’è ampia letteratura che mostra come campi elettromagnetici pulsanti che pulsano molto rapidamente su e giù, nella piu’ parte dei casi sono molto piu’ attivi biologicamente che quelli non pulsanti.

Ogni dispositivo wireless per la comunicazione, comunica a mezzo pulsazioni, ma l’industria  ignora completamente la questione. Il problema con il 5 G è che stanno pianificando di mettere decine di milioni di queste antenne ovunque, senza aver fatto nessun test di sicurezza “

La giornalista:
Ci sta forse dicendo che noi consumatori siamo come dei topi da laboratorio? Dato che non hanno fatto alcun test?

Dr Pall: si

Dr.sa Devra Lee Davis, PHD MPH, epidemiologa, fondatrice di Environmental Health Trust   ehtrust.org

La mia preoccupazione non è solo il cancro. Sono molto preoccupata della diminuzione degli spermatozoi e le conseguenze di questo sulle gravidanze.  Una coppia americana su 6 non è in grado di avere figli quando lo desidera. Quanti di voi sanno che lo scorso anno, il tasso di natalità in questo paese (USA) è sceso al suo minimo nella storia recente: il 3% in un solo anno.

Gli spermatozoi di solito nuotano e di solito dritti, ma se li esponete  a radio frequenze…come quelle dei cellulari … nuotano in cerchio (min 53:28 del filmato)

In Australia si sono fatti degli studi, in cui si sono presi spermatozoi da uomini sani. Una provetta è stata poi esposta alla radiazione del telefono cellulare, mentre l’altra no. Poi si sono valutati i risultati.

Ecco (min 53:50) una misura di vitalità: misuriamo come lo spermatozoo nuota. Poi la motilità: questa è una misura del danno al DNA dei mitocondri. Se vengono esposti a radiazione da cellulare, triplicano il danno sul loro DNA.

I dati su questo sono inconfutabili: i cellulari possono danneggiare la qualità e quantità degli spermatozoi.

Mr Trower

Nelle ovaie, gli ovuli non hanno protezione , quindi sono al massimo rischio per le radiazioni. Per il primo mese piu’ o meno, non si sa nemmeno sempre di essere incinta, perciò non si prendono nemmeno le precauzioni. Succede cosi che partorite una figlia, ma le sue ovaie sono ora contaminate; potrebbe essere normale, o geneticamente danneggiata, ma le sue ovaie sono ad altissimo rischio. Cosi, quando la ragazza cresce e a sua volta resta incinta …ecco che uno di questi ovuli sarà fertilizzato e si manifesterà cosi il vero danno. Quindi il maggior danno qui cade sui vostri nipoti…è su di loro che si manifesterà di piu’.

 


Dr Olle Johansson PHD, dipart. di Neuroscienze , Karolinska Institute Svezia

Domanda: Crede che ci sia la possibilità che entro la terza generazione le femmine possano essere irreversibilmente sterili?

R: non nella terza ma nella quinta generazione. Quando sarà troppo tardi per fermare la cosa e dire mi dispiace.

Ci sono migliaia di pubblicazioni di letteratura scientifica, e pochissime – o nessuna del tutto- hanno mai raggiunto la documentazione ufficiale, quella delle autorità et similia.

Penso perciò che è giunto il tempo di avere una compilazioni di dati indipendente,
come fu fatta nell’agosto del 2007 con bioinitiative.org, preparata da  29 autori da 10 paesi, tra cui medici. Io ero uno degli autori.

Mettemmo insieme ca 2000 referenze scientifiche in poco piu’ di 600 pagine, dicendo chiaramente che se sei un topo, una cellula o una molecola, non dovresti in alcun modo essere esposta a tutto questo. Mentre nel frattempo abbiamo questo esperimento totale che sta usando i nostri bambini.

Dr Thomas Joseph Brown, direttore di Sciences, New Earth University

Un caso interessante: J. Peterson  [non è possibile verificare lo spelling del nome, ndt] Ing. in telecomunicazioni, a Sidney, Australia.
“Per 20 anni John ha testato sistemi digitali terrestri, e si è reso conto dei pericoli della radiazione elettromagnetica che distrugge cervello e sistema nervoso e come comunicano i muscoli. Ha cercato anche di mettere in guardia su questi effetti, a mezzo di vari Enti e attraverso la sua azienda. Nel 2007 poi ha preso in mano propria la cosa: con un carro armato britannico di seconda mano (min 57:18) si è diretto a distruggere  6 antenne-torri per cellulare a Sidney, perché voleva fermare tutto questo…



David Icke
(min 58:09)
La storia di una signora, Claire  Edward [non è possibile verificare lo spelling del nome, ndt], membro dello staff ONU, che metteva in guardia sui potenziali pericoli catastrofici della tecnologia 5G. Portò la questione al Segretario Generale Antonio Guterres, fisico ed ing elettronico che all’inizio della sua carriera fu anche relatore di segnali di telecomunicazione.

Eppure…” mi assicurò di non sapere nulla dei pericoli del 5G”.

(min 58:39) Gli attuali livelli ufficiali per la esposizione sono almeno 1quintilione (18 zeri) al di sopra della radiazione di base, secondo il Prof. Olle Johansson del Karolinska Institute in Svezia. Gli effetti biologici degli EMF (campi elettromagnetici), altamente dannosi, sono stati documentati da migliaia di studi e questo dal 1932 ed indicano che potremmo trovarci davanti ad una catastrofe per la salute globale immensamente peggiore di quelle causate da tabacco e sigarette.

Il 5G è stato progettato per emettere una radiazione elettromagnetica concentrata e focalizzata  che eccede di 100 volte i livelli attuali, cosi come fanno le armi ad energia diretta .

Attualmente c’è un appello internazionale firmato da 237 scienziati di EMF, da 41 nazioni, che incalzano perché l’ONU  e particolarmente OMS si mettano fortemente a capo  di una iniziativa tesa a favorire lo sviluppo di linee-guida piu’ protettive relative agli EMF (campi elettromagnetici) , incoraggiando misure cautelative  ed educando il pubblico  sui considerevoli rischi per la salute, particolarmente verso i bambini e lo sviluppo fetale.

Il Presidente ONU : “scusi stiamo parlando del sistema wifi? Sono preoccupato perché ho messo questi dispositivi nella mia casa… devo confessare che non ero consapevole di questo pericolo (ride…)”.

Caterine Austin Fitts & Michael Blanshan- Solari Report

Nel 1996 quando passò la legge sulle Telecomunicazioni, in essa ci fu una disposizione che essenzialmente impediva ai funzionari locali di citare questioni di salute quando approvavano o meno  una torre-antenna per cellulari

Ma c’è qualcosa di nuovo che sta accadendo, ne abbiamo parlato molto nella Solari Report grazie al sito EMFworriors e al suo responsabile, ma questo è qualcosa di nuovo, molto nuovo.

Si è un bombardamento … infatti anziché torri-antenna per cellulari distanti uno o due miglia da te, cosa che fa comunque funzionare il cellulare…avremo ora antenne ad ogni isolato e alcuni anche forse a meno di 20mt da casa . Si tratta quindi di un bombardamento invasivo. Cosi tante antenne in solo un miglio quadrato  e a calcolarlo per caseggiato…facciamo 16 caseggiati per miglio e fa 250 antenne  per miglio quadrato.

(min 1:01:50) :20.000 satelliti per il 5G saranno lanciati  e manderanno raggi concentrati di radiazione intensa a microonde su tutta la Terra, che copriranno ogni cm della Terra con segnali 5G.


(1:02:57) Summit sul 5G alla Casa Bianca

“Sono Justin Clark, sono il direttore del collegamento pubblico, siam felici di essere uniti oggi con molti leader e industriali, membri del Congresso e del Senato, leader della Casa Bianca e le persone della FCC. Prima di iniziare: siamo il governo e non partite dal presupposto che consociamo tutto

>>> (ndt) da qui una sequenza di personalità di influenza e potere che si susseguono per un loro breve discorso…in cui emerge chiaro che non sanno nulla, e lo dicono, ma cavalcano il “MUST”:  deve essere fatto perchè è economicamente importante e perché ci da il ruolo di leader sul mercato. Nessuna cognizione di causa viene espressa:

“Un’altra era per le connessioni in America, significa un altro mondo intorno a noi. L’internet delle cose…piu’ sano e piu’ sostenibile per il futuro”…
“Non siamo qui per andare con la mano pesante, ma a volte bisogna fare quel che si deve fare ed alcuni di queste città degli stati che non vogliono cooperare  e vogliono farci crollare… non possiamo semplicemente permettere che ci siano barriere ed ostacoli che fermino questo movimento, punto.”

Piastra Tesla TeslaVital® con antenna Lakhowsky: un valido sostegno contro i disturbi a elettrosmog

fonte:  5G APOCALYPSE – THE EXTINCTION EVENT

traduzione e sintesi: M.Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net
>>> seconda parte qui

QUI Altri articoli sul 5G su questo sito