Jon Rappoport Big pharma

Jon Rappoport, COVID: tutti saranno infettati, senza eccezione. Smettetela di fingere il contrario

Scritto da Cristina Bassi

Anno nuovo (2022…) controllo mentale come sempre, blocco della percezione come di regola, inchiodo psicologico pure. Ce lo ricorda Jon Rappoport nel suo stile originale, ma chiaro, logico, sensato… Per i molti serve a poco. Per i pochi… sorridiamo e rinforziamo l’intelligenza. Traduco nel seguito il suo post odierno. Jon Rappoport è un giornalista investigativo indipendente,  americano, (qui altri suoi articoli che ho tradotto su questo sito).
——————————–

Scoperte Mediche non Autorizzate — Libro

Ho passato gli ultimi due anni a dimostrare che la SARS-CoV-2 non esiste. È una finzione totale.

Tuttavia, dato che la maggior parte delle persone crede nel virus con tutto il proprio essere, entro nel loro mondo e faccio notare incongruenze lampanti e strategie assurde per “contenere la diffusione”.

Ancora una volta, in questo articolo, farò visita al bizzarro mondo del virus. Assumerò il punto di vista di una persona che crede sinceramente nell’esistenza della SARS-Cov-2. E mostrerò alcuni dei muri contro cui una tale persona deve sbattere.

Pronti, partenza, via!…

Prima di tutto, ecco il motivo principale per cui le autorità sanitarie non si arrendono e dicono: “Tutti si infetteranno”: non va bene per gli affari, per il business dei profitti e del controllo sulle popolazioni.

Se tutti si infettano, non c’è modo, nessun trattamento, nessun vaccino, nessun isolamento, nessuna mascherina, nessuna quarantena che possa risolvere il problema. Sarebbe come cercare di risolvere il problema di una barca con un milione di buchi che galleggia in mezzo a un’onda anomala.

E i rapporti sulla diffusione iniziale della SARS-CoV-2 all’inizio del 2020 confermano l’inutilità di bloccarla. In una notte, il virus è stato trovato in una dozzina di paesi e in 10.000 persone. Quelle 10.000 sono diventate rapidamente e inevitabilmente 100.000 e così via, moltiplicandosi in ogni direzione.

Lo stesso vale per Omicron. È qui e là; un giorno dopo è ovunque.

Un altro problema con il “tutti saranno infettati”: l’unica risposta è lo sviluppo dell’immunità naturale. Ma questo non è un intervento medico. Non è denaro. Non è imposto dallo Stato.

Operazione Corona - Colpo di Stato Globale — Libro

Una volta che si lascia scappare la cosa, alias l’immunità naturale, la gente afferra il concetto. Capiscono. “Oh, dobbiamo solo sopravvivere. Dovremo resistere. E possiamo, perché l’abbiamo sempre fatto”.

Questo è MOLTO negativo per gli affari e il controllo.

Quindi, contro ogni buon senso, le autorità sanitarie devono continuare a promuovere il mito che alcune persone saranno infettate e altre no. E per aumentare il numero di quelli che non lo saranno, abbiamo bisogno di un vaccino e di farmaci antivirali e mascherine e lockdown e fallimenti di imprese e suicidi e città e paesi desolati e dittatura medica e il Grande Reset.

Una volta che si accetta la diffusione della SARS-CoV-2, si accetta l’infezione universale. Non c’è modo di evitarlo. E poi si è al palo con l’immunità naturale, non medica.

La successiva sciocchezza: il test per il virus. Ho analizzato il test in una dozzina di modi diversi e ho dimostrato che è inutile e ingannevole. Ma perché viene fatto? Qual è la vera ragione?

Ecco la grande sorpresa, il bonus, e la vera ragione di fondo del test: serve a rafforzare il mito necessario che “alcune persone saranno casi (infetti) e altre no”.

Mentre, di nuovo, una volta che si accetta la diffusione del virus, si accetta che tutti saranno alla fine infettati. Non c’è un “alcuni infettati” e “alcuni no”.

I potenti faranno e diranno qualsiasi cosa per fingere che il virus non infetterà tutti. Il test dà loro questa giustificazione.

Ecco un’altra ragione per accettare l’infezione universale: località e stati e paesi con tassi di vaccinazione molto alti, stanno anche riportando alti livelli di “malattia COVID-19”. Il virus continua a diffondersi, indipendentemente da ciò che gli umani fanno per fermarlo.

Se lo sviluppo dell’immunità naturale è l’unica risposta… cos’è l’immunità naturale?

La comunità di ricerca medica, non ha una descrizione convincente. Sono uniti in matrimonio con un modello militare di anticorpi (gli scouts dell’esercito) che vanno a identificare gli invasori (virus), in modo che le cellule killer (truppe di riserva) possano distruggere questi nemici. E questa è la spiegazione semplice. Nella letteratura medica, diventa molto più complicato di così.

D’altra parte, direi che l’immunità naturale è qualcosa che si chiama SALUTE. E si potrebbero scrivere fiumi di parole su ciò che contribuisce alla salute, a vari livelli. Ma naturalmente, il cartello medico non si occupa di salute. Non la studia in modo completo.

Perché non sarebbe cosa buona per gli affari. Per il business del denaro e del controllo.

Infine, per ora, c’è la questione correlata al “trattamento di intervento precoce”. Sto parlando di ivermectina, HCQ, ecc. Se questi farmaci fossero ampiamente utilizzati, fermerebbero la diffusione del virus?

Non ci scommetterei.

Per esempio, c’è la possibilità che uno o più di questi farmaci aiutino a migliorare alcune persone che sono semplicemente malate di una comune malattia simile all’influenza. Non la COVID.

E… per un numero limitato di persone, il credere nel potere dei farmaci (effetto placebo) potrebbe giocare un ruolo significativo nel recupero.(Consiglierei vivamente alla gente di informarsi sugli effetti avversi di qualsiasi farmaco).

Il fatto che l’assunzione di un farmaco aiuti una persona a stare meglio, non significa che il farmaco stia “spazzando via un virus”, o soprattutto che stia impedendo che esso prenda piede o che si diffonda.

E questo conclude l’episodio di oggi di “Entriamo nello strambo e meraviglioso mondo della SARS-CoV-2, dove la gente esercita il suo diritto di adorare quelle favole, che mettono in evidenza virus inesistenti, e così si guadagna una stella d’oro sulla lavagna della Reality Manufacturing Company” (Azienda che produce la Realtà) .

Vi restituisco ora alla regolare programmazione mentale sul COVID, sui canali da 1 a 5000…

fonte: https://blog.nomorefakenews.com/2022/01/04/covid-everybody-will-be-infected-no-exceptions-stop-pretending-otherwise/
traduzione: M.Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net