Jon Rappoport Risvegli

Jon Rappoport: il fact-check Reuters, dice che i vaccini a base DNA non cambiano il tuo corredo genetico: vero o falso?

Scritto da Cristina Bassi

Di fact checker ne è  piena la rete ormai… e anche Jon Rappoport, se ne occupa. Nel seguito traduco una sua interessante  sfida, su una affermazione della Reuters ( una importante agenzia stampa britannica, mainstream, con sede a Londra).

Rappoport è un giornalista investigativo americano (qui altri suoi articoli tradotti su questo sito). La sua è sempre pungente ironia e disincanto sugli stessi copioni di sempre… e da professionista della notizia, non fa mai mancare citazioni di fatti e fonti.
————————

Jon Rappoport banner 418x151

 

 

 

Come i miei lettori sanno, ho parlato di nuovi tipi di tecnologia che potrebbero essere usati in un prossimo vaccino COVID-19 e di un avvertimento sulle conseguenze.

Una di queste tecnologie è:  i vaccini al DNA. Essi altererebbero la composizione genetica dei destinatari in modo permanente.

Ma la Reuters ha ritenuto opportuno affermare:
“Un futuro vaccino COVID-19 [DNA] non modificherà geneticamente gli esseri umani”. Questo viene dal loro “fact-check team” – 18 maggio 2020: “Falsa affermazione: un vaccino COVID-19 modificherà geneticamente gli esseri umani.”

Per arrivare a questa conclusione, la Reuters cita due persone:
“Mark Lynas, un borsista esterno del gruppo Alliance for Science della Cornell University”, e “Dr. Paul McCray, professore di Pediatria, Microbiologia e Medicina Interna all’Università dell’Iowa”.

Vaccinazioni — Libro

Ho citato il New York Times, 10 marzo 2015,Protection Without a Vaccine” (Protezione senza vaccino). Ecco le citazioni dell’articolo del Times:

“Inserendo geni sintetici nei muscoli delle scimmie [sperimentali], gli scienziati stanno essenzialmente reingegnerizzando gli animali per renderle resistenti alle malattie.”

“Il cielo è il limite”, ha detto Michael Farzan, immunologo di Scripps e autore principale del nuovo studio.

“Il primo studio umano basato su questa strategia – chiamato immunoprofilassi con trasferimento di geni, o I.G.T. – è in corso, e ne sono previste diverse nuove”. [Questo era cinque anni fa.]

L’I.G.T. è completamente diversa dalla vaccinazione tradizionale. È invece una forma di terapia genica. Gli scienziati isolano i geni che producono potenti anticorpi contro certe malattie e poi sintetizzano versioni artificiali. I geni vengono inseriti nei virus e iniettati nei tessuti umani, solitamente muscolari”.

[Ecco la battuta finale]: “I virus invadono le cellule umane con il loro carico utile di DNA, e il gene sintetico viene incorporato nel DNA del destinatario. Se tutto va bene, i nuovi geni istruiscono le cellule perchè inizino a produrre potenti anticorpi”.

Dallo Spirito al DNA — DVD

L’articolo del Times chiede il parere del dottor David Baltimore:

“Tuttavia, il dottor Baltimore dice di prevedere che alcune persone potrebbero essere restie a una strategia di vaccinazione che intende alterare il proprio DNA, anche se questo previene una malattia potenzialmente fatale”.

Quindi è una battaglia tra esperti. I due uomini citati da Reuters, contro David Baltimore del Times.

Io non sostengo il lavoro scientifico di nessuno di questi uomini per ottenere grandi consensi. Mi interessa solo sapere chi sa se un vaccino al DNA altererebbe in modo permanente la composizione genetica del DNA di ogni ricevente.

David Baltimore è un premio Nobel (1975, in Fisiologia/Medicina), e l’ex presidente dell’Associazione americana per il progresso della scienza (1997-2006). È uno degli scienziati più famosi al mondo.

Scommetto che Reuters sarebbe felice di scambiare i suoi esperti sconosciuti con David Baltimore, se costui si schierasse dalla loro parte. Forse ora si avvicineranno a lui, e forse lui cambierà idea.

Ma il New York Times lo ha messo a verbale, nel 2015, ammettendo che i vaccini a base di DNA alterano il patrimonio genetico.

Gli esperti mainstream di fama mondiale non ammettono facilmente e apertamente questo genere di cose, a meno che non stiano affermando l’ovvio.

Il verdetto del team di verifica della Reuters? I fact-checker hanno spuntato la casella sbagliata.

Punto finale per il momento:  i ricercatori amano dire che le loro tecnologie genetiche sono abbastanza sicure. Questa è una bugia bella e buona.

Sostenere, per esempio, che un vaccino COVID a base di DNA altererebbe la composizione genetica degli esseri umani in modi del tutto prevedibili e innocui, è come dire che un’auto senza freni, che va a cento miglia all’ora, lanciata su una autostradatrada durante l’ora di punta, non creerebbe alcun danno.

fonte: https://blog.nomorefakenews.com/2020/06/23/fact-check-reuters-dna-vaccines-dont-change-your-genes/
traduzione : M.Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net

RIFERIMENTI:

reuters.com/article/uk-factcheck-covid-19-vaccine-modify/false-claim-a-covid-19-vaccine-will-genetically-modify-humans-idUSKBN22U2BZ

nytimes.com/2015/03/10/health/protection-without-a-vaccine.html

blog.nomorefakenews.com/tag/dna/