Jon Rappoport Risvegli Una nuova cultura

Jon Rappoport: l’individuo e la fusione cervello-computer

Scritto da Cristina Bassi

Ho tradotto nel tempo altri articoli da Jon Rappoport, che in questo articolo pone all’attenzione l’agenda (programma) di Matrix relativa all’individuo e la fusione cervello-computer (mente e cervello sono due cose diverse).  Rappoport è un giornalista investigativo, americano, dalla orginale, sintetica e creativa espressione linguistica. Da anni pone l’accento sulla Matrix in cui siamo ingabbiati e fornisce spunti di riflessione con i suoi articoli e suoi corsi-materiale didattico per, a suo dire, uscirne, creare e trovare potere al di fuori di essa. In questo articolo, intanto, notizie e riflessioni critiche … per riconoscere dove siamo e dove è stato pensato portarci.

Questi spunti sono anche utili per decodificare  – chi può- l’enorme propaganda a cui siamo sottoposti, che  ci accompagna ad ipotizzare senza  esagerazione che…pezzi delle mente umana siano infiltrati da una realtà/narrativa/propaganda creata da altri.
Cio’ fa “credere” al soggetto di pensare con la propria testa, ma in realtà riconosce per vera e sola quella realtà/bolla creata per lui (con sofisticate tecniche di comunicazione) senza che si dia minimamente la pena di indagare e cercare verifiche.

Nel video che posto a fine articolo, interessante la risposta di Rappoport alla domanda dell’intervistatore: “come definiremmo coloro che sono immersi nella matrix?”:  sono coloro che accettano cio’ che c’è e si comportano passivamente nell’ “esistere” ( = in cio’ che c’è), per esempio senza prendere posizioni.

————–

I mistici tecnocrati credono (o fingono di credere) che connettere i cervelli ad un cloud di supercomputer produrrà un miracolo: cosi gli umani avranno accesso istantaneo alla verità, ai fatti, alla morale della favola  su ogni argomento alla luce del sole. Il collegamento sarà automatico

Lasciando da parte i vasti problemi neurologici impliciti nel raggiungimento di questa condizione fantastica, tutta l’ipotesi è strampalata poiché la censura è di fatto il principio fondamentale che li guida.

“Ti diremo tutto cio’ che hai bisogno di conoscere ed escluderemo tutto cio’ che decidiamo che tu non dovresti pensare”

In altre parole, le persone saranno sempre piu’ agganciate al cervello-cloud. Montagne di fesserie, inganni, omissioni, bugie e storie ufficiali. Controllo mentale

Non c’è bisogno di giganti tecnologici come google e facebook per smantellare la lista, nascondere e mettere in guardia sulla “pericolosa informazione”. Sarà semplicemente cancellata

Se questo è un miracolo. E’ diabolico.

La connessione al cervello-cloud, costituirà una Macchina della Realtà in azione , in cui andranno a finire risme di falsità inventate, creando cosi un paesaggio di percezione che è una bolla autoreferenziale.

Vedrete le forme di una società create per voi.

Le stime relative al potere del computer in arrivo, si fonderanno sulla loro capacità di processare informazioni, nulla di piu’. E’ assurdo dedurre che un computer che sia in grado di processare piu’ velocemente del cervello umano, abbia maggiore verità. Un aereo il cui carico siano bombe, è piu’ vero di un piper?

No. C’è dell’altro che bolle in pentola qui. La insensata utopia di una fusione cervello-computer è una copertura e una testa di legno per l’agenda che prevede di trasformare  gli umani in macchine.

A tal riguardo, il cervello sarebbe il Sacro Gral. E lo si renderebbe uno schiavo che produce una realtà di percezione e pensiero già scelta

A questo punto l’individuo si estinguerebbe come i dinosauri, che è poi l’obbiettivo della tecnograzia.

Come continuo a dire, in ogni piano che cerca di contenere tutta la razza umana, lindividuo è la carta del jolly. Ha la capacità di vedere attraverso le false realtà e ancor piu’ puo’, da solo, inventare nuove realtà non previste di enormi dimensioni. Questo potere puo’ essere latente, ma esiste.

Circa 50 anni fa, dopo la mia collaborazione con un guaritore straordinario a New York,
Richard Jenkins— di cui scrivo nel mio libro The Secret Behind Secret Societies— misi insieme i pezzi della mia collezione:  Exit From The Matrix.

Questa mega collezione, contiene molti esercizi di immaginazione, creati per renderti famigliare il tuo potere latente. Se praticati ogni giorno, possono aiutarti a liberare il tuo potere creativo.

La vita sulla terra è stata distorta da varie lenti nel corso del tempo, le ultime delle quali includono la promozione della tecnologia per infondere l’idea che gli umani “possano evolversi ad uno stadio superiore” fondendo i loro cervelli con i computer

Questo è una falsità.

I computer ci possono offrire molto, ma la percezione profonda della realtà, come riflesso automatico  e maggiore potere creativo  attraverso lo stimolo-responso, non sono in quella lista

Rifiutare quel futuro, è una necessità cardinale.

by Jon Rappoport

fonte: https://jonrappoport.wordpress.com/2018/06/09/exit-from-the-matrix-individual-and-reality-machine/

traduzione Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net

QUI gli altri articoli tradotti da Jon Rappoport