Societa’ orwelliana

La biologia dei pedofili e la loro presenza ai vertici del potere

sdkind-150x150
Scritto da Cristina Bassi

sdkind-150x150

note recenti sul tema pedofilia e poteri

note recenti sul tema pedofilia e poteri

David Icke negli ultimi decenni e nei suoi articoli e libri, si è speso molto anche a rivelare e denunciare gli abusi  dei pedofili, soprattutto nella cerchia di potere dei politici e reali britannici ; quel che racconta sulla realtà UK è raccapricciante, si veda sul suo sito, per esempio qui: The British Establishment … Paedophiles Everywhere

Quel che Icke ha detto per anni, venendo attaccato e denigrato, in Gran Bretagna, ora è da molti mesi argomento di prima pagina sulla stampa maistream: il caso Savile, uno per tutti, uno showman di grande fama della BBC, che “era di casa” presso la famiglia reale e Margareth Thatcher e il suo cabinetto. In seguito alla morte di Savile, avvenuta nel 2011, si sono rese possibili “rivelazioni” e testimonianze, sul tema pedofilia che lo riguardava (e non solo per sè…) rimaste, pare, protette per decenni dai poteri ufficiali.

Alcune altre note recenti sul tema pedofilia e poteri:

“Nel 1982 un taxista di Cheltenham, Geoffrey Prime, fu arrestato per crimini sessuali verso due ragazzine. La moglie riporto’ poi alla polizia dei suoi sospetti, da cui emerse che il soggetto aveva venduto segreti di stato ai Russi, durante il suo precedente impiego al GCHQ (Quartier Generale Governativo per le Comunicazioni, UK). Costui era stato una spia per 14 anni ed aveva anche lavorato al Ministero degli Esteri e alla RAF /(Aviazione UK).  Il 10 novembre 1982 Prime venne incarcerato con una pena di 38 anni… ma:
 “Geoffrey Prime, condannato ieri a 38 anni di carcere, è stato considerate dagli Americani la spia russa piu’ importante dal tempo della Guerra. … Nell’agosto 1983, The Sun (quotidiano inglese) riportava che  Geoffrey Prime era stato un membro del PIE”.
Il PIE sta per Paedophile Information Exchange (Scambio di Informazioni Pedofile), una organizzazione UK che vuole abbassare il consenso sessuale a 4 anni di età.

>> Qui tutto il resto: http://spotlightonabuse.wordpress.com/2013/12/21/geoffrey-prime/

“Ora la faccenda sta cominciando a diventare stupida e occorre che si proceda nelle prossime settimane, all’arresto di alcune figure di primo piano, che occorre interrogare, se si vuole che il pubblico abbia fiducia nella polizia . La prova che un ‘enorme cerchia di pedofili  infesta i palazzi reali, Downing Street [sede del Primo Ministro] e il Parlamento di Westminster, è ormai gigantesca e cresce di settimana in settimana

Si fa fatica a non esagerare sulle implicazioni che tutto cio’ avrebbe, una volta che la verità venisse rivelata: il devastante discredito dei maggiori partiti politici e la fine della monarchia.

Questo porterebbe ad una totale revisione pubblica di tutto cio’ che la gente ha creduto sul paese in cui vive e sulle forze che dettano nel paese le leggi e direzioni ed i metodi operativi. L’effetto domino  sarebbe piu’ o meno lo stesso per il resto del mondo, perchè cio’ che sto per descrivere  sta accadendo in ogni paese in un contesto piu’ o meno ampio, non ultimo anche negli USA.’

Quanto sopra sono commenti di David Icke sul suo sito. Li scelgo come prefazione, per me meno ambigua, dell’articolo che traduco nel seguito, proposto invece dalla “scienza”. Personalmente “qualcosa mi sfugge” nelle affermazioni dell’articolo che segue (e che ho sintetizzato nella traduzione) e che riguarda i pedofili, per esempio:  “la loro attrazione è nata con loro…e non possono cambiarla,” …

L’auspicio è dunque che la ricerca di cui qui si parla nel seguito, sia  seriamente motivata dalla comprensione e dal voler trovare una soluzione a questa piaga; che la  “buona fede” del pubblico sia garantita e non venga manipolata per dei fini personali di fama scientifica; doppio auspicio è che essa non serva a favorire giustificazioni  per commettere atrocità o in esse perseverare, con il beneplacito della “società civile”.

IL CENTRO CANADESE  PER LA DIPENDENZA E LA SALUTE MENTALE:LA PEDOFILIA E’ UN ORIENTAMENTO SESSUALE

La pedofilia, fin’ora ampiamente considerata un disturbo psicologico scatenato da un trauma della prima infanzia,  è ora invece considerata da molti esperti una condizione biologica profondamente radicata ed immutabile, come un orientamento sessuale; questo grazie ad una ricerca durata un decennio, ad opera del Dr. James Cantor

Il team di Cantor ha trovato che i pedofili  evidenziano tra loro una serie di caratteristiche, incluse delle differenze  nel circuito elettrico cerebrale

Queste scoperte sono state ampiamente accettate tra gli scienziati, ma hanno avuto poco impatto sui comportamenti sociali  o la legge. Ci resta un quesito allarmante: se alcuni uomini sono nati pedofili, cosa dovrebbe fare la società con costoro?

Rafforzati da questa ricerca, i pedofili che non hanno mai molestato dei bambini, stanno cercando di essere socialmente accettati, come Ethan Edwards che ha sempre amato le bambine. Per anni si era detto che i sentimenti che provava verso di loro, erano di protezione e affetto, nulla di piu’. Ma arrivato alla soglia dei 50, si rese conto di non poter piu’ reprimere i suoi desideri.

“Capivo che le bambine mi lasciavano senza fiato, ed ero molto piu’ affascinato dai bambini di quanto lo fossero gli adulti” , dice.

Edwards, che è uno pseudonimo, ha scritto di questo suo sentire, su Virtuous Pedophiles, “Pedofili Virtuosi”,  un sito internet che quest’uomo ha co-fondato per i pedofili che non hanno mai molestato i bambini . Il gruppo dice che la loro attrazione è nata con loro…e non possono cambiarla , ma possono controllarla..

Edwards dice che l’obbiettivo di Virtuous Pedophiles è evitare l’abuso sui bambini e lo fa nel momento in cui riduce il “marchio” contro i pedofili criminali. “Non abbiamo scelto di essere attratti dai bambini e non possiamo far andar via quella attrazione,” si legge nel sito, che ha circa 200 membri.

“Ma possiamo resistere alla tentazione di abusare sessualmente dei bambini e molti di noi non  rappresentano in alcun modo un pericolo per i bambini .Tuttavia siamo disprezzati per avere un’attrazione sessuale che non abbiamo scelto e non possiamo cambiare e a cui resistiamo con successo”.

La biologia dei pedofili

Seduto nel suo ufficio al College St. research hospital, Cantor è circondato da libri sulla sessuologia e da arredi eccentrici. Oltre la hall, al Laboratorio Fallometrico Kurt Freund Phallometric, il suo  team di ricerca porta avanti esperimenti su chi ha commesso crimini sessuali. Gli uomini osservano immagini nude  di bambini  ed adulti di entrambi i sessi, mentre un dispositivo misura il flusso sanguigno nei loro peni.

Il metodo, chiamato fallometria fu inventato da da Freund negli anni ’50 e misura accuratamente gli interessi sessuali nel 90 per cento degli uomini, dice Cantor. “E’ il test piu’ ovvio che esista al mondo,” aggiunge. “La procedura ci da una misura relativa a come il soggetto reagisce  alle categorie adulte rispetto a quelle dei bambini”.

Il suo team ha trovato che i pedofili, hanno in comune  molte caratteristiche fisiche. Sono piu’ bassi, di media, di altri uomini. La possibilità che siano mancini  o ambidestri è tre volte tanto.  Il loro quoziente intellettivo è  di 10-15 punti inferiore. Inoltre nella infanzia sono piu’ soggetti a ferite alla testa, fatto a cui Cantor fa conseguire una naturale goffaggine.

Queste caratteristiche fisiche sono determinate prima della nascita,  quindi la spiegazione della pedofilia deve riferirsi al periodo prenatale, dice Cantor .

“E’ diventato sempre piu’ difficile  spiegare la pedofilia solo su basi relative ad eventi accaduti nella infanzia. Essa è un fatto sia puramente biologico  o  è un mix di biologico ed esperienziale. Ma solo l’esperienza non puo’ spiegare questi dati.”

Cantor, uno psicologo clinico rispettato a livello internazionale, ha anche condotto degli studi usando la Risonanza Magnetica (MRI), su soggetti che hanno commesso crimini sessuali. Ha scoperto che questi soggetti hanno meno materia bianca , il tessuto connettivo che porta messaggi alle altre parti del cervello, rispetto ad altri tipi di criminali.

L’evidenza induce a pensare che la pedofilia sia il risultato di un atipico circuito elettrico nel cervello. Cantor lo definisce “circuito trasversale” : gli stimoli che di solito negli adulti evocano reazioni protettive e di nutrimento, nei pedofili evocano invece reazioni sessuali.

Simili esperimenti sono portati avanti anche in altri paesi, particolarmente rilevante è quello a Berlino , all’Istituto di Sessuologia e Medicina Sessuale (Institute of Sexology and Sexual Medicine) ; la ricerca di Cantor  ha comunque molto influenzato  la visione  tra i vari ricercatori, sul fatto che  la pedofilia abbia una base biologica.

Si pensa che i pedofili siano di gran lunga uomini. Circa un terzo di questi uomini preferisce i ragazzi, un terzo circa preferisce le ragazze  ed un terzo predilige entrambi

Alcuni ricercatori non concordano sul fatto che le differenze cerebrali nei pedofili avvengano prima della nascita o nel loro primo sviluppo. Indipendentemente da questo, in molti stanno avendo l’idea che i pedofili non possano essere curati”, ma si puo’ evitare che alcuni molestino i bambini.

Prevenire l’abuso sui bambini

“Non tutti quelli che compiono reati sessuali sui bambini sono pedofili e non tutti i pedofili sono criminali,” dice il Dr. Michael Seto, un esperto di pedofilia e ricercatore forense al Royal Ottawa Health Care Group. (Gruppo per la tutela della salute di Ottawa)

Seto, un ex collega di Cantor, ha trovato che solo il 50- 60 percento di coloro che hanno commesso crimini sessuali sono pedofili. Il resto ha abusato sessualmente di bambini per ragioni che vanno oltre l’attrazione, ovvero per disturbi della personalità, impulsi violenti o situazione domestica caotica.

La sua ricerca si è concentrate sui tratti psicologici che hanno in comune, coloro che commettono crimini sessuali, fornendo cosi potenzialmente conoscenza ed ispirazione sul perché alcuni pedofili  molestano i bambini, mentre gli altri “virtuosi”  come Edwards pare siano in grado di controllare i loro stimoli.

Seto ha scoperto che i “criminali sessuali”  è piu’ probabile abbiano una storia di abuso sessuale rispetto ad altri che commettono altri crimini. Certi tratti, inclusa l’impulsività , l’atteggiamento di chi si butta nel rischio, la preoccupazione sessuale e la mancanza di empatia sono parte di coloro che commettono crimini sessuali.

Ha discusso con veemenza sul fatto che la pedofilia possa venire intesa come orientamento sessuale : un’idea che riconosce sia controversa, ma che spera possa servire per prevenire l’abuso sui bambini.

Fonte: http://www.thestar.com/news/insight/2013/12/22/is_pedophilia_a_sexual_orientation.html

Traduzione e sintesi: Cristina Bassi

SI VEDANO ANCHE:

IL SISTEMA NON OSTEGGIA LA PEDOFILIA…
EX CAPO DELLA SICUREZZA NATO: IL GOVERNO INGLESE “RUBA” MIGLIAIA DI BAMBINI ALL’ANNO