Societa’ orwelliana

Nuovo Oridine Mondiale … e il Presidente Putin che dice cose su ISIS che i media occidentali non dicono

ISIS USA
Scritto da Cristina Bassi

ISIS USA

L’articolo e video che traduco nel seguito, sono del 2015, tuttavia le parole del Presidente Putin, nel video che cito e sintetizzo in trascrizione tradotta, sono superattuali. Mentre ascoltavo… un pensiero peregrino: se vedessimo qui nei massimi esponenti governativi, una minimissima parte di maturità, chiarezza, postura e responsabilità espresse da questo statista (non sto dicendo che sia il salvatore del mondo….), forse  il morale di questo paese italico, si risolleverebbe un po’? Ci troviamo invece a saltare tra il medioevo feudale,  i boys&girls leader, analfabetismi nei palazzi e arroganze linguistiche imbarrazanti ed umilianti. Il tutto sorretto e propagato da zerbinaggi mediatici che fanno far carriera ai promotori, mantenendo sempre piu’ nell’ignoranza, inganno e paura il resto della non elite… la stragrande maggioranza.
Abbiamo pur sempre la scelta di non restare malinformati, mal udenti, mal vedenti, mal credenti etc etc….

————————— 

Da quando sono entrato in politica, ho soprattutto ricevuto confidenze i punti di vista degli uomini che me li hanno comunicati un privato. Alcuni dei più grandi uomini negli Stati Uniti, nel campo del commercio e della produzione, hanno paura di qualcuno e di qualcosa. Sanno che c’è un potere da qualche parte, così organizzato, così sottile, così osservatore, così intrecciato, così completo, così pervasivo che preferirebbero non farne menzione pubblicamente quando ne parlano condannandolo”-  Woodrow Wilson, accademico americano, politico e 28º presidente negli Stati Uniti. (fonte)

Cos’è la politica oggi, come si rapporta a ciò che sta accadendo sul pianeta? In superficie, sembra non essere altro che questo: i capi politici di un paese usano i loro organi di stampa per dare addosso ai capi politici di un altro paese.

Un grande esempio proprio ora è ciò che sta accadendo tra gli organi di stampa degli Stati Uniti e della Russia. Qui in Canada, il Primo Ministro recentemente eletto, Justin Trudeau, ha definito prepotente Putin, il Presidente della Russia dal maggio del 2012  e gli Stati Uniti hanno fatto la stessa cosa. 

QUI è ciò che Putin ha avuto da dire dopo che la Russia è stata accusata di essere prepotente.

Sull’altra sponda, ci sono milioni di persone che ascoltano gli organi di stampa russi e cinesi che dicono qualcosa di completamente diverso. 

A parte la propaganda di massa che ci viene sfornata sulle questioni politiche attraverso i media mainstream, da che parte dobbiamo girarci per avere più informazioni su questo tema quando gli organi di stampa mondiali sostengono sostanzialmente gli interessi del loro paese? Su alcune questioni sembra essere un pochino piu’ chiaro, per esempio:  cosa stanno facendo gli Stati Uniti irelativamente alle loro infiltrazioni in così tanti paesi  del mondo? Perché hanno creato così tante basi militari? Che succede in questa faccenda?

Detto questo, tali questioni sono veramente nelle mani di questi politici oppure sono governati da una mano nascosta, che fa dondolare la culla accompagnata dall’influenza delle grandi SPA?

“C’è un potere che è sorto nel governo che è più grande delle persone stesse perché è composto da molti, vari e potenti interessi, mischiati in una massa e tenuti insieme dal potere connesso all’ampio surplus delle banche”  (fonte) John C. Calhoun , settimo vicepresidente degli Stati Uniti.

Peraltro simile citazioni da presidenti e primi ministri, potete consultare qui

C’è una mano nascosta che controlla paesi come Canada, Stati Uniti sei Israele (giusto per citare alcuni) che è gestita dal gruppo internazionale di persone, che stanno usando le loro politiche per stabilire un Nuovo Ordine Mondiale (NWO)?

Credo che questa mano nascosta stia usando e abbia usato prepotenza su altri paesi , con l’uso di mezzi ingannevoli per raggiungere i propri scopi Non sono certo l’unico a pensarla così.

Recentemente un numero di politici ed accademici si è riunita alla “International Conference on the New World Order “ (Conferenza Internazionale o Nuovo Ordine Mondiale) per discutere questioni note. Nel seguito la citazione  di uno degli oratori

“Abbiamo che fare con azioni criminali a livello globale… E c’è una guerra costante, condotta degli Stati Uniti. Può essere portata avanti per delega da una serie di paesi che obbediscono agli ordini di Washington… la guerra globale al terrorismo è una azione USA, che è un falso, si basa su premesse false. Ci dice che in qualche modo l’America e il mondo occidentale stanno inseguendo un nemico immaginario, lo Stato islamico, quando di fatto lo Stato islamico è  totalmente sostenuto finanziato dall’alleanza militare occidentale e dagli alleati americani nel Golfo Persico… costoro dicono che i musulmani sono terroristi, ma guarda caso accade che  i terroristi siano “made in America”. Costoro non sono il risultato della società musulmana e questo dovrebbe essere più che chiaro a tutti coloro che sono qui presenti… la guerra globale al terrorismo è  stata costruita ad hoc, è una grande menzogna ed un crimine contro l’umanità”  (fonte) (fonte).
Dr. Michel Choissudovsky, economista canadese  e professore di economia a Ottawa


by Arjun Walia

November 5, 2015

fonte:http://www.collective-evolution.com/2015/11/05/putin-the-russian-president-says-something-about-isis-that-western-media-wont-air/
traduzione Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net

putin 759x500

Traduzione e sintesi del video del discorso del Presidente Purin:

Primo punto [risponde a domande di giornalisti occidentali] : non ho mai detto che vedo gli USA  come minaccia  alla nostra sicurezza nazionale.

Obama, coma lei ha detto, vede la Russia  come una minaccia, ma non è cosi per me. Quel che penso è che la politica di coloro che sono ai posti di potere, se posso usare questi termini, le politiche di coloro che sono al potere negli Stati Uniti, sono erronee, e contraddicono i nostri interessi nazionali. Minano ogni fiducia che potevamo avere negli Stati Uniti.  

Questa modalità danneggia anche gli stessi Stati Uniti.
Posso tacere su molte cose, ma le azioni unilaterali, alla continua ricerca di una successiva alleanza e coalizione, che sono predeterminate, non sono un metodo che cerca di discutere e accordarsi su un terreno reciproco di comprensione.

Queste sono azioni unilaterali, che vengono costantemente portate avanti e che portano a crisi . L’ho detto in precedenza… un’altra minaccia che il presidente Obama ha menzionato è stata ISIS, bene… chi diavolo li ha armati? Chi ha armato i Siriani che stavano combattendo con Assad?

Chi ha creato il necessario clima politico/informativo che ha agevolato questa situazione?

Chi ha spinto perché venissero consegnate le armi in quelle aree?
Veramente non capite chi sta combattendo in Siria? Sono soprattutto mercenari.
Capite che questo vuol dire che sono pagati con denaro? E i mercenari combattono per chi li paga. Quindi li armano e li pagano una certa somma, non so nemmeno quanto li pagano.
Quindi se arriva qualcuno che li paga di più, se ne vanno per combattere per quel qualcuno.

Quando occupano giacimenti petroliferi, che sia in Siria o Iraq, cominciano ad estrarre petrolio
E questo petrolio viene comprato da qualcuno. Dove sono le sanzioni alle parti che acquistano questo petrolio?
Credete che gli Stati Uniti non sappiano chi lo sta comprando? 

Non sono i loro alleati che lo stanno comprando?

E non credete che gli Stati Uniti abbiano il potere di influenzare i loro alleati?

Oppure il punto è che non ha nessuna voglia di influenzarli?

E allora perché bombardare Isis?

Nelle aree in cui hanno cominciato ad estrarre petrolio e a pagare di più i mercenari, i ribelli “civilizzati” delle forze di opposizione siriana, si sono immediatamente uniti ai Isis, perché sono pagati di più.

Considero che questo sia un modo assolutamente non professionale di fare politica, poiché non si basa su fatti nel mondo reale.

Dobbiamo sostenere una opposizione democratica civile in Siria.

Noi non sosteniamo questo genere di politica degli Stati Uniti. Consideriamo che sia sbagliata.

Danneggia tutte le parti, Stati Uniti inclusi.

Ora, considerando i nostri interessi nazionali… mi piacerebbe molto se persone come voi [I giornalisti americani] un giorno capeggiassero il vostro governo, così potremo invertire la situazione.

Se questo non accadrà, almeno vi chiederò di portare i miei messaggi al vostro governo: al presidente degli Stati Uniti, al vicepresidente e a tutte le altre persone importanti.

Dite loro che non vogliamo, non ricerchiamo alcuno scontro. 

Quando nelle vostre azioni comincerete a considerare i nostri interessi nazionali,  i possibili disaccordi che potremmo avere, si auto-regoleranno.
Ma di questo non bisogna solo parlare, bisogna che venga fatto.

Dovete anche considerare interessi di altri e rispettare altre persone.
Non potete strizzare gli altri, avendo considerato solo i benefici che voi volete, in economia nelle vostre attività militari… in tutto.

Guardate l’Iraq: la situazione è terribile. La Libia: cosa avete fatto lì…. Che il vostro ambasciatore è stato ucciso. Siamo stati noi a farlo?

Per questo avete anche avuto una decisione del Consiglio di Sicurezza, perché venisse istituita una “no fly zone”. Per cosa?

Così, l’aeronautica di Gheddafi, non ha potuto volare su quei cieli e bombardare i ribelli.
Non è stata una decisione molto sveglia. Ma ok… come avete deciso poi di procedere?

Avete cominciato a bombardare il territorio… palese contraddizione alla risoluzione del Consiglio di Sicurezza. con l’aggiunta di palese aggressione di uno stato. Siamo stati noi a farlo? Lo avete fatto voi a mani nude e cio’ si concluse con la morte del vostro Ambasciatore.

Di chi è la colpa? Vostra.

È un buon risultato l’assassinio del vostro ambasciatore? Per niente, è una catastrofe terribile.

Non cercate intorno a voi qualcuno a cui dare la colpa, quando siete voi a fare questi errori.

Dovete fare l’opposto: ergervi oltre  l’infinito desiderio di dominare. Dovete smettere di agire mossi da ambizioni imperialistiche. Non avvelenate la coscienza di milioni di persone, come se non ci fosse un altro modo se non la politica imperialistica.

Non dimenticheremo mai la nostra relazione quando sostenemmo gli USA  nella Guerra di Indipendenza. Non dimenticheremo mai che in entrambe le Guerre Mondiali abbiamo collaborato come alleati. Personalmente credo che gli interessi geostrategici della Russia e degli USA, siano sostanzialmente gli stessi. Dobbiamo concentrarci su queste interrelazioni”

traduzione Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net


“L’impulso dei Rockefeller e dei loro alleati è quello di creare un governo unico mondiale, in cui mettere insieme comunismo e supercapitalismo sotto la stessa tenda, tutti sotto il loro controllo.Voglio dire con questo una cospirazione? Si, voglio dire questo. Sono convinto che ci sia un simile complotto, che è internazionale nello scopo, pianificato da generazioni e generazioni, ed incredibilmente malvagio nel suo intento”.
Larry P. McDonald, 1976, membro del Congresso

Il Lato Oscuro del Nuovo Ordine Mondiale