Salute-olistica Nuovasalute

PubMed: l’intestino come organo neurologico. L’importanza del sistema nervoso enterico

Scritto da Cristina Bassi

Nel seguito traduco dalla pubblicazione scientifica  PubMEd,  interessanti note sull’intestino, ricordando che già in altri articoli avevo affrontato il tema dell’intestino come secondo (o primo) cervello, per esempio : L’intestino è anche un organo emozionale; Disturbi mentali e… flora batterica intestinale

——————

Il cervello addominale e il sistema nervoso enterico

Il trattamento medico convenzionale per i disturbi neurologici come l’epilessia, l’emicrania e l’autismo si concentra sul cervello.

Anche se il trattamento medico standard è spesso utile, le cause alla base di questi disturbi non sono ben comprese. Inoltre, alcuni individui rispondono male o non rispondono affatto alla medicina convenzionale.

Nella letteratura medica si sta accumulando l’evidenza che il sistema nervoso enterico (ENS) – quella parte del sistema nervoso associata al canale alimentare – gioca un ruolo in questi disturbi.

Storicamente, il concetto di un sistema nervoso addominale autonomo è stato sostenuto da Byron Robinson, Johannis Langley e Edgar Cayce.

Le terapie complementari che si rivolgono al sistema nervoso addominale, presentano notevoli possibilità e sono perciò utili complementi al trattamento convenzionale di alcuni disturbi neurologici.

fonte

Nei trattamenti riequilibrio energetico (a distanza) che eseguo con SCIO, mi occupo spesso in questi ultimi tempi di era covid, di riequilibri sul sistema nervoso. Nell’ambito della agopuntura energetica effettuata con SCIO, significa trattare anche il COLON (e meridiano polmone-colon). Nella foto alcuni punti del meridiano COLON trattati in riequilibrio energetico, a distanza. Per info sui trattamenti SCIO a distanza, scrivere qui e specificare nell’oggetto

L’intestino come organo neurologico

Ci riferiamo all’intestino come organo neurologico per sottolineare la particolare importanza del sistema nervoso nella regolazione delle funzioni digestive, dato che il tratto gastrointestinale è innervato da cinque diverse classi di neuroni: neuroni enterici intrinseci, afferenti vagali (del nervo vago) , afferenti spinali, afferenti parasimpatici ed afferenti simpatici.

Praticamente ogni aspetto dell’attività digestiva è sotto l’influenza regolatrice dei neuroni, tra i quali il sistema nervoso enterico (ENS) gioca la parte più importante.

L’ENS agisce come un cervello nell’intestino che funziona indipendentemente dal sistema nervoso centrale, contiene programmi per una varietà di comportamenti gastrointestinali e regola l’attività di tutti i sistemi di effettori gastrointestinali a seconda delle necessità.

I neuroni sensoriali intrinseci forniscono all’ENS il tipo di informazioni che questo sistema richiede per il suo controllo autonomo della digestione, mentre le afferenze estrinseche notificano al cervello tutti i dati rilevanti per l’omeostasi energetica e fluida e la sensazione di disagio e dolore.

Molte malattie dell’intestino, in particolare i disturbi funzionali dell’intestino, sembrano essere legati a disfunzioni del sistema nervoso centrale e di altri componenti dell’innervazione gastrointestinale.

L’ENS e le afferenze estrinseche sono quindi obiettivi primari per la gestione terapeutica delle malattie intestinali e per il sollievo dal dolore e dal disagio associati a questi disturbi.

fonte

SCIO-news: le sane regole dello stomaco, per essere in buona salute o recuperarla  Per info sui trattamenti SCIO a distanza, scrivere qui e specificare nell’oggetto

Il sistema nervoso e la funzione gastrointestinale

Il sistema nervoso enterico è un cervello integrativo con una raccolta di neuroni nel tratto gastrointestinale che è in grado di funzionare indipendentemente dal sistema nervoso centrale (SNC).

Il sistema nervoso enterico modula la motilità, le secrezioni, la microcircolazione, le risposte immunitarie e infiammatorie del tratto gastrointestinale.

Disfagia, intolleranza alimentare, reflusso gastroesofageo, dolori addominali e costipazione sono alcuni dei problemi medici che si incontrano spesso nei bambini con disabilità dello sviluppo.

Alterazione della motilità intestinale sono stati descritti nella maggior parte di questi disturbi e può derivare da un difetto primario nei neuroni enterici o modulazione centrale.

fonte   

SCIO e il riequilibrio energetico dei neurotrasmettitori. Quale, quello che ti serve di piu’? Per info sui trattamenti SCIO a distanza, scrivere qui e specificare nell’oggetto

 

traduzione e sintesi: M.Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net

VEDI ANCHE:

Neurotrasmettitori: messaggeri chimici che influenzano anche l’umore

Dr Walker: la salute del COLON

Il Protocollo Budwig per disintossicare colon, cellule…

Parassiti intestinali, un problema diffuso: come…

Autunno: il tempo di Polmone-Colon. Correnti di…

Zapper Multiconnect Mega

Zapper Clark, riequilibrio naturale dell’intestino contro parassiti, funghi, micorganismi di disturbo