Big pharma Societa’ orwelliana Pericoli

Tedros dichiara emergenza internazionale per vaiolo delle scimmie, ovvero l’herpes zoster indotto dal vacci no COVID

Scritto da Cristina Bassi

Traduco dal britannico The Expose l’articolo che segue, in relazione alla dichiarazione di emergenza pandemica internazionale per il vaiolo delle scimmie, fatta dal capo della OMS, Tedros, nonostante i suoi stessi esperti OMS si fossero dichiarati contrari… Dopo aver elencato statistiche ufficiali e dati,  l’articolo conclude che “Stiamo per assistere a Covid-19 2.0 come copertura delle conseguenze della somministrazione di un’iniezione sperimentale di Covid-19 a milioni di persone“
——————

Al mondo viene detto che il vaiolo delle scimmie è in aumento in paesi come gli Stati Uniti, il Regno Unito, l’Australia, il Canada e la maggior parte dell’Europa.  Ma le prove suggeriscono che si tratta di una menzogna e di un insabbiamento delle conseguenze negative della vacci nazione contro il Covid-19.


Lo sa anche il Comitato di Emergenza dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che si è riunito due volte in un mese e in entrambi i casi ha votato contro la dichiarazione del “vaiolo delle scimmie” come emergenza di salute pubblica di rilevanza internazionale. (Fonte)

Tuttavia, invece di aderire alla decisione democratica e scientifica dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, il suo direttore generale, il dottor Tedros [che è un laureato in filosofia e non ha background scientifico ndt] , il 23 luglio 2022 ha deciso di dichiarare il vaiolo delle scimmie un’emergenza sanitaria di rilevanza internazionale .

In base al Regolamento Sanitario Internazionale (RSI) del 2005, gli Stati hanno il dovere legale di rispondere prontamente a un’Emergenza Sanitaria Pubblica di Interesse Internazionale, il che significa che molto probabilmente stiamo per assistere al COVID 2.0.

Ma come possiamo essere sicuri che il vaiolo delle scimmie sia una copertura per l’herpes zoster e altri disturbi indotti dal vaccino Covid-19?  Innanzitutto guardate queste due mappe. Una mostra i Paesi in cui sono stati segnalati all’OMS casi di “vaiolo delle scimmie”, dal maggio 2022, mentre l’altra mostra la distribuzione principale

A parte un paio di paesi, non c’è alcuna differenza e tutti i paesi che hanno riportato presunti casi di vaiolo delle scimmie dal maggio 2022, laddove non era già endemico, sono paesi che hanno fatto fare anche l’iniezione Covid-19 della Pfizer.

Secondo uno studio scientifico pubblicato nel 1988, è praticamente impossibile distinguere il vaiolo della scimmia dalla dalla varicella.

La varicella è causata dal virus zoster-varicella- che, proprio come il suo parente stretto, l’herpes simplex, rimane nell’organismo per tutta la vita.

E come l’altro suo cugino, lherpes genitale, la varicella può rimanere silente per molti anni, nascondendosi all’interno delle cellule nervose, e può riattivarsi in seguito, scatenando il caos sotto forma di una straziante malattia della pelle, l’herpes zoster, che è un’eruzione cutanea bollente e bruciante.

Purtroppo o per fortuna, a seconda che abbiate scelto o meno di sottoporvi all’iniezione di Covid-19, i dati ufficiali del governo e i documenti riservati di Pfizer suggeriscono fortemente che l’iniezione di Covid-19 potrebbe riattivare il virus dormiente della varicella o dell’herpes, a causa degli spaventosi danni che provoca al sistema immunitario.

Questo è molto probabilmente ciò che è appena accaduto a Justin Bieber [cantante canadese], che ha subito la paralisi di metà del viso ed è stato costretto a cancellare il suo imminente tour.

Il 10 giugno Justin Bieber ha pubblicato un video in cui ha rivelato che metà del suo volto è paralizzato dopo che gli è stata diagnosticata la sindrome di Ramsay Hunt, cosa che ha causato la cancellazione del suo imminente tour.

La sindrome di Ramsay Hunt è causata dallo stesso virus che provoca la varicella e si verifica quando un focolaio di herpes zoster colpisce il nervo facciale vicino a un orecchio. Oltre alla dolorosa eruzione cutanea da herpes zoster, la sindrome di Ramsay Hunt può causare paralisi facciale e perdita dell’udito nell’orecchio colpito.

La condizione colpisce tipicamente le persone di età superiore ai 60 anni, a meno che non si sia stati vacci nati contro la Covid-19, che a sua volta ha decimato il sistema immunitario, portando alla riattivazione del virus varicella-zoster.

Il grafico seguente mostra l’efficacia del vaccino Covid-19 nel mondo reale, tra la popolazione triplo-vacci nata in Inghilterra, secondo i rapporti dell’Agenzia per la Sicurezza Sanitaria del Regno Unito relativi alla sorveglianza vaccinale del 2022 per la la Settimana 3, Settimana 7 e Settimana 13

Un’efficacia vacci nale negativa indica un danno al sistema immunitario perché l’efficacia vaccinale non è una vera e propria misura dell’efficacia di un vaccino. È una misura delle prestazioni del sistema immunitario di una persona vacci nata rispetto alle prestazioni del sistema immunitario di una persona non vacci nata.

Ci sono molte altre prove ufficiali del governo, ma il grafico sopra riportato dimostra da solo che le iniezioni di Covid-19 danneggiano il sistema immunitario e che il danno continua a peggiorare di settimana in settimana.

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha tentato di ritardare la pubblicazione dei dati sulla sicurezza del va ccino COVID-19 della Pfizer per 75 anni, nonostante l’11 dicembre 2020 abbia approvato l’iniezione dopo soli 108 giorni di revisione della sicurezza.

Ma all’inizio di gennaio 2022, il giudice federale Mark Pittman ha ordinato di rilasciare 55.000 pagine al mese. Alla fine di gennaio sono state rilasciate 12.000 pagine.

Da allora, il PHMPT ha pubblicato tutti i documenti sul proprio sito web. L’ultima pubblicazione è avvenuta il 1° giugno 2022.

Uno dei documenti contenuti nel dump dei dati è reissue_5.3.6 postmarketing experience.pdf”. La pagina 21 del documento confidenziale contiene dati sugli eventi avversi di particolare interesse, uno dei quali è rappresentato dalle infezioni virali da herpes.

Secondo il documento, alla fine di febbraio 2021, solo 2 mesi dopo che il vaccino Pfizer ottenne l’autorizzazione all’uso di emergenza sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito, Pfizer ricevette 8.152 segnalazioni relative all’infezione da herpes, e 18 di queste avevano già portato alla sindrome da disfunzione multipla degli organi.

Il grafico seguente mostra il numero di ricerche su Google nel Regno Unito per “herpes zoster” e le date in cui sono state somministrate la prima, la seconda e la terza dose dell’iniezione Covid-19.

Il seguente grafico mostra gli eventi avversi alle iniezioni di Covid-19 segnalati al CDC in relazione a herpes, herpes zoster e sindrome da disfunzione multipla degli organi fino al 13 maggio 2022.

Il grafico mostra anche il numero di eventi avversi segnalati per i vaccini antinfluenzali, per tutti i vaccini combinati (escluse le iniezioni di Covid-19) e per i vaccini HPV/vaiolo tra il 2008 e il 2020.

Come si può vedere, le iniezioni di Covid-19 hanno causato il maggior numero di infezioni legate all’herpes, e questo nell’arco di 17 mesi. Se si confrontano questi dati con il numero di riacutizzazioni segnalate in 13 anni contro i vaccini HPV/vaiolo, questi numeri sono estremamente preoccupanti.

E questo non è dovuto al fatto che a tante persone sia stata somministrata l’iniezione di Covid-19. I numeri ufficiali del CDC mostrano che tra il 2008 e il 2020 sono state somministrate 1,7 miliardi di dosi di vaccino antinfluenzale. Mentre, al 6 maggio 2022, negli Stati Uniti sono state somministrate 580 milioni di dosi di vaccino Covid-19.

Il grafico seguente mostra il tasso di eventi avversi legati all’herpes, all’herpes zoster e alla sindrome degli organi multipli per ogni milione di dosi somministrate.

Il tasso di infezioni da herpes riportate come reazioni avverse ai vaccini antinfluenzali è di 0,75 eventi avversi per 1 milione di dosi somministrate. Ma il tasso di infezioni correlate all’herpes riportate come reazioni avverse alle iniezioni di Covid-19 è di 31,31 eventi avversi per 1 milione di dosi somministrate.

Si tratta di una differenza del 4.075%, indicativa di un problema molto serio. Un problema serio che è causato dal fatto che le iniezioni di Covid-19 decimano il sistema immunitario.

Ma vi viene detto che questo danno al sistema immunitario e la comparsa dell’herpes sono il risultato di un’epidemia di vaiolo delle scimmie, che curiosamente si sta verificando in diversi Paesi per la prima volta in 50 anni. E si dà il caso che tutti i Paesi in cui si starebbe verificando un’epidemia di vaiolo della scimmia , siano anche quelli in cui è stato somministrato il vaccino Pfizer.

E ora, il Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (non l’Organizzazione Mondiale della Sanità) ha dichiarato un’emergenza sanitaria di rilevanza internazionale a cui tutti gli Stati membri, compresi Stati Uniti, Regno Unito, Australia, Canada, Nuova Zelanda ed Europa, sono legalmente obbligati a rispondere.

Ciò significa che stiamo per assistere a Covid-19 2.0 come copertura delle conseguenze della somministrazione di un’iniezione sperimentale di Covid-19 a milioni di persone.

Fonte: https://expose-news.com/2022/07/24/tedros-covid-vaccine-shingles-emergency/

traduzione: M.Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net