David Icke in ITA

David Icke: ricordati chi sei! Non chi ti dicono di essere

icke remember who you are
Scritto da Cristina Bassi

   icke remember who you are

“se vuoi esprimerti oltre il programma, bisogna fare cose che a volte sono difficili, come  dire la propria verità in un mondo che non vuole sentirla”

“se vuoi esprimerti oltre il programma, bisogna fare cose che a volte sono difficili, come  dire la propria verità in un mondo che non vuole sentirla”

 

Quel che segue è la mia traduzione e sintesi della 4a parte dello spettacolo di David Icke, AWAKEN, all’Arena Wembley nel 2014, il suo ultimo in ordine cronologico, che ha messo a disposizione quest’oggi, 31.12 15 sul suo sito, come implicito augurio di fine anno…che anche io rinnovo

Nel testo trovate anche spesso delle citazioni, che Icke fece sul megaschermo che accompagno’ il suo lunghissimo (9ore) monologo  su vari argomenti.

Trasformazione- cambiamento e rivoluzione in se stessi il tema di fondo di questo pezzo. Un augurio  … per coloro che osano fuori dalla conformità, perchè ne hanno colto la pericolosità e il nefasto traguardo: la prigionia del sè e la menzogna sulla Realtà Ultima: Infinito Amore e Possibilità. 

——————–

La gente ha paura di fare delle scelte per le conseguenze. 

Alice Walker.  il modo piu’ comune con cui le persone rinunciano al loro potere è pensare di non averne”. Questo è il modo piu’ grande che questa forza arcontica usa per smantellare il nostro potere.

Siamo prigionieri di muri che noi stessi costruiamo e che il sistema incoraggia.

Sono io che decido cio’ che accetto nella mia realtà, non mi importa chi siete e cosa  volete imporre, “io sono coscienza infinta e deciderò io come percepire la realtà”.

Se continuiamo ad accettare il programma continuiamo ad essere pupazzi nel sistema. Abbiamo un potenziale infinito, possibilità infinite perché devono dirci gli altri cio’ che siamo? Solo se non decidiamo di cadere dentro quel programma, cominceremo a fare qualcosa di positivo per il mondo.

Siamo nei guai quando siamo catturati dalle emozioni, dal programma emozioni, che è l’energia che vogliono generare, ma la coscienza infinita può’ superare tutto questo. Quando siamo dentro la trappola emozionale non siamo nell’ORA, siamo impotenti perchè non possiamo cambiare qualcosa che non esiste.

Nessun rimpianto per il futuro: “non sono cio’ che mi è accaduto”: è cosi che abbiamo sempre una possibilità di ripartenza. E possiamo costruire una realtà diversa. Abbiamo il potere di farlo, fintanto che con restiamo catturati nel programma.

La rivoluzione è costruire il nuovo, e con questo sfidiamo il vecchio, lo sostituiamo con altro, senza combatterlo.. per non diventare cio’ che combattiamo.
Ricordare chi siamo:  questa è la rivoluzione. Non essere cio’ che il mondo dice che dovremmo essere.

icke wembley freedom tyranny

L’Unità non è essere tutti uguali, ma è l’unità nelle possibilità ed esprime cosi le differenze, dobbiamo celebrare tutte le possibilità L’opposto è il sistema  che vuole uniformare tutto e tutti. 

Ricordati chi sei , dimenticando cio’ che ti hanno detto di essere. Siamo noi che dobbiamo decidere cosa deve accadere nella nostra vita e a cosa credere. La libertà non è avere dei credi imposti dall’esterno, è essere liberi da questo.

Noi siamo UNO, espressione di una Coscienza infinita. 

“Se non diventi l’oceano avrai il mal di mare per tutta la vita”… Leonard Cohen. 

“Il nostro sè autentico, è completamente libero. Non è compromesso da azioni del passato, che riguardano l’identità o lo status. Comprende che non ha bisogno di aver paura del mondo terreno, quindi non ha bisogno di costruirsi attraverso la fama, la ricchezza o la conquista” Dr. E.Alexander

La rivoluzione è prendere quella consapevolezza del sè e portarla nel programma (della matrix).

Abbiamo bisogno di trasformare la realtà nel divenire un’altra realtà che esprimiamo nella nostra vita. E’ cosi che questa realtà [del mondo] non sopravviverà . Dobbiamo diventare l’amore e la pace che vogliamo nel mondo: vivere cio’ che vogliamo che sia questo mondo. Questo è respingere il programma e gli impulsi a seguirlo, cosi saremo il mondo che vogliamo che sia. 

“Dobbiamo abbattere tutte le menzogne con cui ci hanno nutrito, respingerle  e giungere alle nostre conclusioni attraverso il cuore”. Osho

 

“Le persone sono spaventate da quelli che conoscono se stessi: costoro hanno un certo potere [perchè stanno accedendo ad informazioni di alta vibrazione, rincalza icke], una certa aura, un certo magnetismo, che puo’ far uscire le vite dei giovani dalla loro prigionia tradizionale.  L’uomo e la donna risvegliati non possono essere schiavizzati nè imprigionati, sembra non appartengano a nessuno. Nessuna organizzazione, società, comunità, nazione puo’ combatterlo” Osho.

Questa è la rivoluzione della libertà , quella di essere il nostro sè unico, senza il permesso di nessuno. Chi deve darmi il permesso di essere me stesso? Non ne ho bisogno, grazie. Sono cio’ che sono e lo esprimerò. Io sono io e sono libero.

“Non puoi essere completamente nella libertà del tuo essere, se continui a richiedere accettazione, approvazione e convalida dalle persone intorno a te. Sii pronto a togliertele dalle palle, se questo significa difendere la verità di cio’ che sei” Iyanla Vanzant

Non dobbiamo paragonarci agli altri: “lui ha piu’ denaro, successo, potere”…ma chi cavolo se ne frega Noi siamo la nostra unicità, non abbiamo nulla da paragonare. Quando esprimo la mia unicità e me stesso sono nel mio potere. Non ho bisogno di essere qualcun altro. Io sono uno specifico punto di attenzione  all’interno di una realtà infinita. Noi tutti lo siamo, ma lo dimentichiamo.

“Continuiamo a fare paragoni con cio’ che siamo e dovremmo essere”. J. Krishnamurti

Saremo i la rivoluzione se smettiamo di conformarci al “ cosi è come devi fare “ tradizionale e programmato. Se continui a stare dentro l’area di espressione prevista e contenuta dal programma, come possono le cose muoversi, avanzare? Stai sempre girando in tondo. 

David Icke
 tutti i libri di David Icke in italiano


Tutti i grandi cambiamenti della società, cambiamenti di ogni cosa, hanno richiesto di uscire dal programma. Solo fuori dal programma possiamo capire e conoscere cosa è la Vita e da dove veniamo.

“ La piu’ grande paura nel mondo è quella dell’opinione degli altri; quando non hai piu’ paura della folla, non  sei piu’ una pecora, ma diventi un leone: si alza un grande ruggito dal cuore, il ruggito della libertà”. Osho.

La libertà di essere te stesso e non la versione di te che ha qualcun altro. 

“ Esci dalla massa. Stai in piedi da solo come un leone e vivi la tua vita secondo la tua propria luce”. Osho

Esprimere la nostra unicità è una rivoluzione che cambierà tutto perchè il “programma” dipende proprio dal fatto di non far accadere questo.

Lo spirito del cambiamento è fare cio’ che è giusto, a prescindere da cio’ che ti vien detto. Perchè se non lo fai continui ad operare da dentro il cerchio, a mangiarti la coda e nulla cambia.

“Fai cio’ che è giusto, non cio’ che è facile”.

Che noia tra l’ altro fare sempre cio’ che è facile, non aprirsi alla coscienza e conformarci.  Ma se vuoi esprimerti oltre il programma, bisogna fare cose che a volte sono difficili, come  dire la propria verità in un mondo che non vuole sentirla.

La rivoluzione è lasciare il gregge… che vive il programma.

“Non andare dove puo’ portare il sentiero, vai invece dove non c’è un sentiero e lascia una traccia”. E’ cosi che cambi il mondo, la sola maniera per farlo.

“Non ci vuole niente a seguire la folla, ma ci vuole molto a stare da soli”, questo cambia tutto, perchè è cosi che stiamo fuori dal programma.

Le piccole menti non possono comprendere i grandi spiriti, per essere grande devi essere disposto a essere frainteso e preso in giro e bisogna per questo restare forti, altrimenti sei ristrappato dentro il programma.

“Non sai mai quanto sei forte, fino a  quando non hai che la scelta di essere forte” Bob Marley.

E’ incredibile la forza che possiamo manifestare, quando la situazione lo richiede. 

Dobbiamo prenderci la responsabilità, perchè non cambiamo quello che non affrontiamo.  Non come la “newage” che piagnucola sempre “no, no questo è negativo… e cosi non cambierà mai niente” sono solo nella fuga e nella negazione. 

Siamo in tempi molto difficili, dove abbiamo bisogno del potere del cuore , che non indietreggerà

fonte: http://www.davidicke.com/members/videocasts/31122015/

traduzione e sintesi Cristina Bassi per www.thelivingsirits.net 

ALTRI  ARTICOLI TRADOTTI DA  DAVID ICKE- WEMBLEY 2014, “AWAKEN”

La guerra dentro di te: fuggi dalla Matrix, una illusione temporale olografica

David Icke: l’intento, arbitro delle conseguenze. No alla complicità col sistema

David Icke: Spazio e Tempo una illusione. L’intelligenza del cuore e la Intuizione

David Icke, Wembley 2014: Matrix, Arconti, Emozioni

 

deepapi fig3

Corso online di Astro-Psicologia Huber: estratti dalla prima lezione

 

 

Lascia un commento