Nuovasalute Rimedi naturali

L’efficacia della cannella nella gestione della sindrome PCOS, policisti ovarica

Scritto da Cristina Bassi

Nel seguito traduco e sintetizzo l’articolo originale (qui) sul Journal of Herbal Medicine del marzo 2019, relativo ad una seria problematica femminile: la sindrome della policisti ovarica.

————————-

Dei ricercatori Indiani hanno ideato uno studio clinico randomizzato per valutare la efficacia della “darchini” (la cannella) nella gestione della sindrome della policisti ovarica (PCOS) .

Lo studio è stato condotto nel dipartimento dell’Istituto Nazionale  di Medicina Unani (NIUM) – Ilmul Qabalat wa Amraze Niswan (Ostetricia e Ginecologia) dell’ospedale Bengaluru (India) nel periodo 2015-2016

La PCOS è una sindrome complessa che colpisce il 15 percento delle donne in epoca riproduttiva. Un gran numero di donne con la PCOS  indica condizioni di insulino resistenza e iperinsulineamia, che suggeriscano che l’insulina possa svolgere un ruolo cruciale nel promuovere o mantenere la PCOS (Devakar et al., 2014).

Ci sono prove di insulino resistenza (IR) sia in donne magre (30%) che obese (75%) che abbiamo questa sindrome.

Video Corso - La Verità Sul Diabete — Digitale

 

Si definisce insulino resistenza una risposta di glucosio ridotta, per una certa quantità di insulina. Molte complicanze postume di PCOS sono in relazione ad una insulino resistenza. Ma molti sforzi vengono impiegati per monitorare e gestire l’insulino resistenza in pazienti con la PCOS, dato che la IR e l’iperinsulinemia stimolano la produzione ovarica di androgeni ed aumentano la possibilità di sviluppare diabete, ipertensione e disturbi cardiovascolari (Goodarzi and Korenman, 2003).

Lipoic Cannella

Data la mancanza di una terapia standard per la PCOS, i ricercatori in questione, hanno deciso di condurre uno studio clinico per valutare gli effetti del trattamento con la cannella.

Il test randomizzato e controllato in cieco, ha visto coinvolte donne tra i 18 e 42 anni (sia sposate che non) che rispondevano ai criteri di Rotterdam per il PCOS. Sono state escluse donne incinta e in allattamento, pazienti con iperprolattinemia, malattie sistemiche, disfunzioni tiroidee, gravi gastriti, con tumore e pazienti in cura ormonale fino a tre mesi prima l’inizio del reclutamento nello studio.

Le partecipanti al test hanno ricevuto 1,5 gr di polvere di corteccia di cannella, in capsule, due volte al giorno, mentre quelle che facevano parte del gruppo di controllo, hanno ricevuta 500 mg di metformin [un farmaco] due volte al giorno per 60 giorni.

I risultati principali sono stati: cambiamenti nei livelli di zuccheri del sangue a digiuno (glicemia a digiuno), recupero del ciclo mestruale normale e ovulazione. I risultati secondari sono stati considerati: cambiamenti nell’indice della massa corporea, nella ratio giro vita e fianchi

I ricercatori hanno osservato un deciso miglioramento nel ciclo mestruale nel 51,9% delle partecipanti al test di gruppo e nel 61,3% in quelle del gruppo di controllo.

Tuttavia, né la cannella, né il metformin hanno migliorato la resistenza insulinica nella partecipanti. I ricercatori hanno anche trovato i valori di progesterone post ovulatorio nella norma e il risultato è rimasto lo stesso per entrambi i gruppi (di test e di controllo).

Zenzero, Curcuma e Cannella: le 3 spezie magiche — Libro

D’altro canto, hanno osservato notevoli cambiamenti nella dimensione delle ovaie, ma anche un totale miglioramento in sei partecipanti del gruppo di controllo e 7 partecipanti in quello del test.

La cannella ha migliorato il quadro mestruale delle partecipanti nel gruppo del test ed è stata anche ben tollerata.

Sulla base di questi risultati , i ricercatori sono giunti alla conclusione che, nonostante siano stati piccoli i cambiamenti metabolici  ed ormonali indotti, la terapia con la cannella può essere clinicamente utile per trattare disturbi mestruali  e può essere usata come terapia alternativa per la gestione della PCOS

Fonte: https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S2210803318300551?via%3Dihub

Traduzione e sintesi: M.Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net