Nuovasalute Rimedi naturali

Dr Mercola: lo Iodio è una forte arma contro le infezioni virali

Scritto da Cristina Bassi

Mentre siamo travolti dal coronavirus, questo ci dicono sia…,  capita a fagiolo questa informazione del Dr Mercola, che traduco nel seguito,  sui benefici e l’utilità dello iodo nelle affezioni virali…

————————–

Lo iodio è un componente chiave per la salute. Dal momento che il nostro corpo non può produrlo, bisogna prenderlo dalla dieta. Una carenza di iodio ha conseguenze sulla tiroide. Gli ormoni tiroidei sono fondamentali per uno sviluppo adeguato di ossa e cervello nel’utero  e durante l’infanzia.

Significa quindi che prendere abbastanza iodio è estremamente importante per i neonati e le mamme incinta o in allattamento. Una seria carenza di iodio, può portare all’ingrossamento della ghiandola della tiroide, che conosciamo come gozzo.

Ci sono due molecole che sembrano simili : lo iodio e lo ioduro. Ma sono diverse. Lo iodio è naturale, mentre lo ioduro è una molecola di iodio legata ad un altro elemento.1 Quel che di solito di compra dal droghiere [l’autore è americano] è una soluzione di ioduro per uso topico  o come integratore.

La dose consentita dalla RDA per lo iodio varia da 110 microgrammi (mcg) per i neonati dalla nascita a 6 mesi  e fino a 150mcg per gli adulti oltre i 19 anni. Per le donne incinta e in allattamento è rispettivamente di 220mcg e 290 mcg.2

Nutrisorb Liquid Iodio

Integratore alimentare in gocce a base di Iodio


Lo iodio è un efficace antivirale e antisettico

E’ noto da tempo  che lo iodio può uccidere i virus. La pandemia di influenza più grave avuta in tempi relativamente recenti, fu causata nel 1918 dal virus H1N1. Il CDC stima che 500 milioni di persone o un terzo della popolazione mondiale di allora, fossero infetti.3 Globalmente ci furono 50 milioni di morti che i medici ricondussero alla infezione.

Negli anni successi alla esplosione della pandemia, gli scienziati ricercarono più informazioni sui virus  e sugli agenti che possono essere usati per ucciderli.4  Ed è in questa fase che venen scoperto lo iodio, come metodo efficace per il controllo delle infezioni.

Il dr. David Derry,  nella sua recensione sulla storia dello iodio, scrive5

“Nel 1945, Burnet e Stone trovarono che mettere dello iodio sul muso dei topi preveniva loro l’infezione dal virus vivo dell’influenza. Suggerivano che impregnare delle mascherine con dello iodio avrebbe bloccato la diffusione virale. Raccomandavano anche che il personale medico avesse stanze trattate con aerosol allo iodio quando esaminava e trattava pazienti altamente infetti”

Lo studio a cui fa riferimento, fu pubblicato nell’Australian Journal of Experimental Biology and Medical Science nel settembre del 1945.6 Non molto tempo dopo, negli anni ‘50, fece il suo debutto lo iodiopovidone  (betadine), come7 “antisettico efficace a largo spettro nonché disinfettante”

Da più di 50 anni negli ospedali si usa lo iodiopovidone con il nome commerciale di Betadine8. Viene anche venduto per uso domestico. Derry scrive che i mezzi attuali per gestire il virus potrebbero aumentare  usando lo iodio. Basandosi sulla ricerca passata di Burnet e Stone, suggerisce che:9

“Le tecniche di isolamento insieme all’aerosol con lo iodio, le renderebbero più sicure per i pazienti, per il personale medico e tutte le persone che lavorano col pubblico. Le autorità per la salute pubblica  potrebbero organizzare la distribuzione di iodio e allo stesso tempo educare il pubblico sull’uso efficace dello iodio. Anche lo iodio per via orale può incrementare i meccanismi di difesa dell’organismo nel muco del cavo orale  e respiratorio”

Spieghiamo ora perchè lo iodio è cosi efficace nell’uccidere i batteri. Il dr Mark Sircus, conferenziere medico sulla salute  e dottore in medicina pastorle e orientale, scrive che lo iodio  può uccidere fino al 90% dei batteri sulla pelle in 90 secondi . E dice anche cos’altro fa:11

“Lo iodio mostra attività contro i batteri, le muffe, i lieviti, i protozoi,  e molti virus. In realtà di tutte le preparazioni antisettiche adatte ad uso diretto sugli umani ed animali e sui tessuti, solo lo iodio è in grado di uccidere tutte le classi di patogeni: gram positivi e negativi, batteri, micobatteri , funghi, lieviti e protozoi. La più parte dei batteri viene uccisa entro 15-30 secondi  dal contatto”.

Lo iodio utile per ridurre le infezioni post operatorie

Negli anni, i medici hanno scoperto che usare un antisettico in via topica, poteva limitare il bisogno di antibiotici e quindi ridurre la possibilità di sviluppare una antibiotico resistenza. Dei ricercatori hanno trovato che lo iodio povidone  può effettivamente assolvere a quel compito senza rallentare la guarigione della ferita.12

Quando applicato su una ferita, uccide efficacemente organismi gram negativi e positivi.  Alcuni hanno anche trovato che rende più veloce la guarigione nelle ferite croniche e acute. Lo iodio ha delle caratteristiche specifiche che lo rendono efficace per la guarigione delle ferite, inclusa la  mancanza di batterioresistenza.

Formula KKS Algae Pierpaoli

Dr Pierpaoli. Integratore alimentare di Spirulina, Kombu, Klamath

Ma gli usi potenziali dello iodio non si fermano qui. Gli oftalmologi lo applicano nella preparazione della chirurgia agli occhi13.  La ricerca relativa ai molteplici usi, iniziò agli inizi del 2000, quando dei ricercatori iniziarono a testare l’applicazione topica di una combinazione di steroidi e iodio per trattare la cheratocongiuntivite, un tipo di congiuntivite virale14

Dopo 7 giorni di studio, degli animali trattati  con la combinazione steroidi-iodio, mostravano un numero inferiore di sintomi tossici e diffondevano meno il virus

Uno squilibrio può aumentare il rischio di malattia cronica

Abbiamo bisogno anche di iodio per via interna. Globalmente, i disturbi da carenza di iodio (IDD) affliggono 2 miliardi di persone, ma solo 50 milioni possono presentare sintomi clinici.17  I bambini sono tra i più vulnerabili, come le donne incinta e che allattano.

Il National Institutes of Health spiega che la carenza di iodio colpisce la produzione dell’ormone tiroideo. Sena sufficiente iodio, i bambini possono avere scarso sviluppo del loro cervello e sistema nervoso. Persino una lieve carenza più costituire una sfida per lo sviluppo neurologico.

Trattamenti di Riequilibro energetico, anche a distanza, con il dispositivo quantico SCIO. Migliora il tuo stress, l’umore, riequilibra i sistemi del corpo, ghiandole, organi attraverso l’invio di frequenze sane sul campo quantico. Per info (citare nell’oggetto )

Allo stesso tempo, troppo iodio può scatenare una tiroide ingrossata, una infiammazione della tiroide  e il cancro alla tiroide con gli stessi sintomi avvertiti nella carenza di iodio.18 In aree del mondo dove le persone ricevono molto iodio dal cibo, come in Giappone e nella Cina Orientale, aumenta la prevalenza di tiroide ingrossata.19 Un eccesso di iodio può anche indurre ipertiroidismo, laddove una forte carenza può indurre ipotiroidismo.

L’OMS trova che 20La carenza di iodio è la causa principale del danno cerebrale nei bambini.” Tuttavia la carenza può anche affliggere il sistema neurologico degli adulti

Coloro che hanno una carenza di iodio, possono soffrire di una riduzione di 15 punti nel loro Q.I, che può avere conseguenze sulla loro capacità di essere produttivi e mantenere un lavoro.

Alga Laminaria Digitata - Integratore in Compresse

Stimola l’attività della tiroide e accelera il metabolismo –

Le condizioni di salute della tiroide sono una preoccupazione seria per la salute pubblica

Uno squilibro di iodio colpisce la funzione tiroidea, cosa che di conseguenza crea afflizione in molti altri sistemi nel corpo. Per esempio se la tiroide non funziona completamente, si può manifestare una malattia cardiaca.21

L’ipotiroidismo, porta a un rallentato battito cardiaco, minore elasticità delle arterie e fa aumentare la pressione sanguigna. L’ipertiroidismo è meno comune e può far si che il cuore batta più velocemente e che sia la causa di un anomalo ritmo cardiaco.

Ecco alcuni sintomi di ipotiroidismo:22

Stanchezza Aumento di peso Pelle secca
Faccia a palla Voce rauca Capelli che si diradano
Rallentamento del battito cardiaco Depressione Scarsa memoria
Dolore /rigidità alle giunture Dolore ai muscoli e fatica Difficile movimento intestinale
Più sensibili al freddo Mestruazioni irregolari o forti Gozzo—ingrossamento tiroide

Alcuni cibi ricchi di iodio includono: alghe, prugne, latte crudo, formaggi crudi, uova sale himalayano rosa

Fonte:
https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2020/02/17/iodine-weapon-against-viral-infections.aspx

Traduzione e sintesi: M. Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net

VEDI ANCHE:

Dr Mercola intervista dr Brownstein: il nesso tra tiroide, iodio, tossine e radiazioni