Salute-olistica Nuovasalute

Il mistero del cuore umano. Le ultime ricerche dicono che non è una pompa

Scritto da Cristina Bassi

Rudolf Steiner diceva che  il cuore è una foma regolare a sette lati; non è una pompa come ci viene detto. Ce lo ricorda  Greg Reese, autore del video e  trascrizione che traduco nel seguito, che è redattore e produttore di Infowars.com. “ La sua motivazione è quella di sostenere i diritti dell’individuo, la ricerca della felicità e la ricerca della verità. Ovunque essa possa condurre”.
Sulla visione antroposofica del cuore avevo già tradotto in passato da un testo del dr Holzapfel.

————————-

Rudolf Steiner, i cui insegnamenti hanno portato alla medicina antroposofica, all’agricoltura biodinamica e alla scuola Waldorf, diceva che il cuore è una forma regolare a sette lati che si trova in una scatola immaginaria nel petto.

“Regolare” significa che tutti e sette i lati sono identici. Platone aveva descritto cinque solidi platonici e Steiner diceva che ce n’era un sesto. Ha anche detto che il cuore non è una pompa.

Questa affermazione è stata confermata da Frank Chester, che ha scoperto come progettare una forma regolare a sette lati. Questo sesto solido platonico è ora chiamato castaedro (chestahedro in inglese) e si inserisce perfettamente all’interno di un cubo con un angolo di 36 gradi fuori dal centro a sinistra, esattamente lo stesso angolo in cui il cuore si trova nel petto.

Quando viene immerso in acqua e fatto girare, si formano due vortici controrotanti. Recenti studi scientifici hanno dimostrato che questi due vortici facilitano la chiusura delle valvole. Quando i vortici non si formano correttamente, compaiono i coaguli di sangue.

L’uomo che ha aperto mille cuori, Paco Torrent Guasp, ha scoperto che il cuore è un’unica fascia muscolare ripiegata su se stessa in uno schema a spirale. Il cuore stesso è un vortice di tessuti. Non è una pompa, è una macchina a vortice.

Per secoli si è creduto che la materia potesse esistere solo in tre stati. Come l’acqua, che può esistere come liquido, ghiaccio e vapore. Le cellule umane sono costituite per il settanta per cento da acqua, ma la maggior parte di quest’acqua non si trova in nessuno di questi tre stati.

Recentemente abbiamo appreso che nell’acqua esiste un quarto stato. Questo quarto stato è chiamato stato plasmatico, fase gel, zona di esclusione o acqua strutturata. È questo che spinge il sangue attraverso l’intero sistema cardiovascolare.

Alimentata dall‘energia infrarossa dell’ambiente circostante, l‘acqua del nostro corpo diventa un sistema di propulsione elettrica. Una certa percentuale dell’acqua del nostro corpo diventa acqua strutturata, mentre il resto rimane normale acqua liquida, o acqua di massa.

L’acqua strutturata si carica negativamente e forma le pareti esterne gelatinose di capillari, vene e arterie. Queste pareti esterne, caricate negativamente, spingono continuamente l’acqua di massa, caricata positivamente, all’interno, trasportando il sangue con sé.

Questo sistema di propulsione funziona all’infinito finché rimane carico. Il modo in cui lo si carica è con il campo elettromagnetico terrestre, l’energia infrarossa e il pensiero positivo.

Il lavoro del dottor Masaru Emoto ha dimostrato scientificamente che l’acqua esposta a parole e pensieri umani amorevoli si trasforma nella sua forma esagonale naturale. Si struttura a livello molecolare in base alla nostra intenzione positiva.

Questo nuovo modello dimostra che è il sangue a pompare il cuore, non il contrario. E per mantenere il flusso forte e sano, la nostra migliore medicina è connetterci alla terra, prendere la luce del sole, amare noi stessi e amarci l’un l’altro con il tocco fisico.

Viktor Schauberger ha trascorso la sua vita studiando l’acqua e ha scoperto che nel mondo naturale l’acqua crea sempre vortici lungo il suo percorso. Schauberger ha imparato che questa azione a spirale a è ciò che struttura l’acqua in natura.

E che quando viene sottoposta al moderno trattamento dell’acqua da parte dell’uomo, perde la sua struttura. Il lavoro di Schauberger lo portò a credere che si potesse generare energia da un vortice. L’ha descritta come un’implosione di energia piuttosto che un’esplosione di energia.

Il dottor Tom Cowan, che ha scritto su questo tema in Human Heart Cosmic Heart (Cuore umano Cuore cosmico), ha una teoria interessante che potrebbe spiegare il detto “un cuore d’oro”.

Un’altra recente scoperta è che l’oro nella sua forma più pura non sembra affatto essere oro. Nelle giuste condizioni, il normale oro fisico può essere trasformato in una fine polvere bianca nota come oro monoatomico.

Questo oro monoatomico è stato studiato da diversi laboratori avanzati e ha proprietà molto strane. Può essere fatto levitare e scomparire. L’oro monoatomico è superconduttore. Molti sostengono che gli alchimisti cercassero proprio questo.

Uno dei modi per trasformare l’oro metallico in oro monoatomico è farlo passare attraverso un vortice ad alta velocità. Quando avviene questa trasformazione, si verifica un lampo di luce e una perdita di peso del 44%.  Il dottor Cowan ritiene che le tracce d’oro presenti nel sangue si trasformino in oro monoatomico quando attraversano i doppi vortici del cuore. Creando la scintilla della vita.

Ci sono accenni a una scienza nascosta, studiata e soppressa, che coinvolge lo spin controrotazionale. Il progetto più sotto segreto dei nazisti, Die Glocke, prevedeva uno spin in controrotazione di una misteriosa miscela di combustibili, che includeva mercurio liquido.

Questo sistema di vortici crea un campo energetico intorno al cuore. Crea il calore all’interno del nostro corpo. E solleva una serie di nuove domande sullo spin (rotazione).

Fonte: https://banned.video/watch?id=6589383bd73929b3eef1ff7d

traduzione : M.Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net