David Icke in ITA

David Icke, THE DREAM: le 3 realtà, l’inganno demoniaco e la nostra 3a Dimensione

Scritto da Cristina Bassi

L’ultimo libro di David Icke, fresco di stampa è THE DREAM (non c’è in italiano). Da questo libro propongo nel seguito in mia traduzione alcuni estratti sul tema 3a-4a-5a Dimensione, laddove la 3D è quella in cui siamo col nostro corpo vincolato ai 5 sensi , la 4D è il piano astrale, da cui, secondo la ricerca di David Icke, parte l’attacco demoniaco verso l’umano (in 3D).

The Dream, è un libro che per molti sarà presumibilmente difficile da digerire, non solo per chi ha un credo religioso istituzionale, ma anche per chi segue la newage. Per il ricercatore in viaggio verso la liberazione dalla matrix terrena, tuttavia,  questo testo, promette intuizioni e prese di coscienza.

Poco prima di questo Natale David Icke ha perso la figlia Kerry, 48 anni, deceduta a seguito di lunga battaglia con la salute; a lei e al compianto dr Rashid Buttar,  dedica questo libro : “il dr Buttar, un’altra Scintilla Divina, che è venuta a mancare durante la stesura di questo libro e che manca a tutti coloro che hanno a cuore la verità e la libertà”.

Le varie Dimensioni

Con il termine “dimensione”, Icke non intende, dice, riferirsi “alla versione matematica di tre dimensioni di spazio e una di tempo. Uso la parola “dimensione” intercambiabile con “quella realtà che viene occupata da diverse bande di frequenza”. Questo significa che nello “spazio” in cui ci troviamo, ci sono tutte le altre dimensioni o realtà dell’esistenza infinita, che sono sempre bande di frequenza.

Non sono le loro dimensioni a determinare la possibilità o meno di accedervi, piùttosto ciò dipende “dalla capacità della coscienza di attingervi”. Più espandiamo la nostra consapevolezza e ci liberiamo dai falsi limiti della percezione dei cinque sensi, più possiamo interagire con queste altre realtà. Più alta è la frequenza e più conoscenza, intuizione, potenziale e possibilità diventano a noi disponibili”.

“L’idea degli universi multipli è più che un’invenzione di fantasia e merita di essere presa sul serio”.
Aurelien Barrau, francese, fisico delle particelle, del CERN

L'Imbroglio della Realtà e l'Inganno della Percezione — Libro

Icke chiarisce di volersi qui concentrare su tre realtà, per non complicare le cose:

“Chiamerò la realtà “umana” la Terza Dimensione o 3-D; accanto a questa (nello stesso “spazio”) c’è la 4ª dimensione – 4-D, o Astrale; e poi c’è la 5a Dimensione o 5-D

Ci sono davvero molti altri regni oltre a questi e le persone avranno i loro nomi e i loro simboli. Oltre la Quinta Dimensione ci sono realtà sempre più raffinate che rappresentano espansioni della consapevolezza in zone sempre più ampie dell’Infinito”.

Prima o poi arriva nella nostra vita il momento in cui lasciamo “il regno della frequenza/vibrazione della “creazione”, come viene percepito, per diventare un tutt’uno con la Coscienza della Sorgente, che chiamerò l’Infinito, l’Assoluto, la Sorgente, la Consapevolezza Infinita nella Consapevolezza di Se Stessa e il Tutto ciò che è, è stato e sempre sarà”

La Scintilla Divina è la nostra connessione dormiente, ci ricorda, e “ci possiamo svegliare dal lungo sonno ogni volta che decidiamo di vedere oltre le illusioni”.

Il corpo-computer e il risveglio nella 5a Dimensione

Il regno a 3D è tutto ciò che i sistemi di decodifica del nostro corpo – i cinque sensi – possono vedere, toccare, gustare, odorare e sentire. Si tratta fondamentalmente dello spettro elettromagnetico, che è lo 0,005% di ciò che la scienza tradizionale ritiene esista nell’Universo”.

Icke riprende poi il concetto di Wetiko, di cui ci aveva già parlato nei precedenti anni  e che possiamo riassumere come il virus della mente, che manipola la percezione e dirige la psicologia umana.

Wetiko e i suoi subordinati nella forma, Rettiliani, Grigi e altri, hanno creato questa [nostra] realtà in forma di simulazione di realtà virtuale. Anche il corpo umano è una creazione di “Wetiko”, fatta appositamente per intrappolare la coscienza nella simulazione, o Matrix, a cui i cinque sensi ci collegano e ci vincolano.

La simulazione è un campo di informazioni ondulatorie (a forma d’onda). Il corpo è il computer biologico che istiga l’inganno percettivo”… laddove decodifica il campo informazionale, in una illusione del “mondo” a 3-D.

“Pensate al corpo come a un programma comportamentale e percettivo che viene eseguito dalla simulazione. Se siamo rinchiusi nella percezione dei cinque sensi e isolati dall’influenza del nostro Vero Sé, il programma del corpo detta la totalità della nostra esperienza “umana”.

Crediamo di essere noi a prendere le decisioni, quando invece si tratta del programma software. Perché quasi tutti reagiscono sempre in modo così prevedibile? Perché la stessa “vita” umana è così prevedibile e segue uno schema simile a un programma software…come scatoline e scatoline e tutte uguali? “  

Possiamo superare questo “programma del corpo”, solo se apriamo la nostra mente alla consapevolezza espansa, che ci permetterà di vedere oltre l’inganno. Questo è ciò che Icke definisce “risveglio, che può espandersi rapidamente una volta che la nostra coscienza si collega almeno alla Quinta Dimensione che opera al di fuori della simulazione di Matrix”.

Consideriamo il biologico come “naturale”, ma lo è davvero? si chiede e ci chiede Icke.” E se per la forza che controlla, il biologico, esso fosse solo una forma avanzata di tecnologia?

Schiavi di un Sé Fantasma — Libro

La realtà astrale

“L’astrale è stato il fondamento di molte religioni in tutto il mondo e delle Scuole Misteriche, da cui è nata la rete globale delle società segrete come come mezzo per proteggere la conoscenza esoterica dai tentativi della Chiesa romana e di altri, di eliminarla dalla popolazione.

Questi gruppi segreti furono infine infiltrati e divennero espressione del Cult (“la setta”), con un’agenda molto diversa, che mirava ad accaparrarsi la conoscenza e a mantenere il popolo nell’ignoranza. L’astrale è conosciuto con molti altri nomi in varie religioni e culture”.

Oltre la Terra ci pare non ci sia vita, ci dice Icke ma “l’astrale pullula di entità di vario tipo. Tra queste ci sono anche quelli che gli esseri umani considerano “alieni”.

L’astrale è una sorta di regno semi-fisico, in quanto le entità possono assumere una forma molto meno densa e più eterea della nostra. O almeno è così che ci appare nella consapevolezza tridimensionale.

La tecnologia astrale e l’intelligenza artificiale sono i principali mezzi di controllo [sulla] 3D. Uno dei livelli del campo energetico umano, è noto come “corpo astrale” e la nostra attenzione può essere trasferita a questo livello durante il sonno per permetterci di sperimentare l’astrale nello stato di sogno.

Icke ci ricorda inltre che l‘astrale è una banda di frequenza che si riferisce alle emozioni.

I nostri sentimenti e le nostre emozioni sono costantemente proiettati nell’astrale come frequenze che “alimentano” i demoni localizzati soprattutto ai livelli più bassi, relativi agli stati emotivi a bassa vibrazione come la paura”.

Dunque se la paura è cibo per i demoni, ciò spiega molte cose sul perché siamo nel mondo umano, dove siamo… La manipoalzione percettiva dell’umano avviene essenzialmente attraverso l’emozione.