Dal cosmo

La vera ragione del cambiamento climatico. Il Sole non è fisso, quindi la sua distanza non è regolare.

Scritto da Cristina Bassi

Anche il “cambiamento climatico” è tutta una questione di soldi? Sarebbe anche questa una [nuova] industria indipendente, una delle più significative create nell’era internet? Sembrano dubbi molto plausibili, leggendo il post di Robin Monotti (su X) che traduco nel seguito e che cita anche gli studi di due ricercatori italiani (indico a fine articolo).
Monotti è un architetto, produttore cinematografico e biourbanista italiano che vive a Londra. È socio amministratore di Robin Monotti Architects, uno studio da lui fondato nel 2007.
Il Sole, la nostra stella, si muove e muta come tutto il resto dell’esistente. Viene spontanea una riflessione: per secoli e generazioni, in Occidente almeno,  la percezione è stata intrappolata a immaginare un sistema solare fisso con un sole immobile a cui girano intorno pianeti, sempre in un univoco moto…
Il blocco della percezione, la manipolazione della percezione, abbiamo compreso a che serve: a governare le masse.

————

Il riscaldamento del Sole è ciclico, NON è costante. La distanza dal Sole cambia costantemente perché l’orbita della Terra intorno al Sole è irregolare e il Sole stesso oscilla grazie alla congiunta attrazione gravitazionale di tutti i pianeti.

Si pensi al ciclo solare di Schwabe di 11 anni, al ciclo solare di Jose del moto inerziale solare di 179 anni, al ciclo solare di Eddy di 1000 anni, ai cicli di Bray-Halstatt di 2300-2500 anni e poi ai tre cicli di Milankovitch.

I cambiamenti climatici a breve e medio termine

Il movimento inerziale solare: la massa congiunta dei pianeti sposta anche la posizione del Sole attraverso la loro congiunta attrazione gravitazionale , il che significa che il Sole si muove seguendo il baricentro del sistema solare, in continuo movimento, invece di trovarsi in un punto centrale fisso al centro del sistema solare.

Questa è la cosa fondamentale da capire: il Sole si muove, oscillando con un movimento a spirale mentre viaggia, non è fermo. Una volta compreso questo, tutti i cambiamenti climatici a medio termine possono essere spiegati semplicemente con la variazione della distanza del Sole dalla Terra.

Clima, Capitalismo Verde e Catastrofismo

Nulla di tutto ciò ha a che fare con l’uomo. Nulla di tutto questo ha a che fare con la CO2. I modelli del sistema solare a cui siete cresciuti da bambini erano delle grossolane semplificazioni.

Vi hanno condizionato a credere che il sistema solare abbia a che fare con una posizione fissa del Sole, un’attività regolare del Sole con orbite regolari, di cui la Terra fa parte.

Ma la realtà non è questa: non solo la Terra si inclina e oscilla durante la sua orbita, ma l’orbita è un’ellisse che cambia e non un cerchio perfetto, il che significa che la distanza dal Sole non è costante.

Questi sono i tre cicli di Milankovitch. Anche altri pianeti hanno orbite irregolari. L’effetto combinato di tutte queste orbite irregolari porta il Sole fuori dal centro del sistema solare, verso il baricentro.

Un Sole che oscilla è la vera ragione del cambiamento climatico a breve e medio termine, e un’orbita terrestre irregolare, inclinata e oscillante è la ragione del cambiamento climatico a lungo termine.

I cicli dell’attività solare e l’attività vulcanica…

E questo è solo l’inizio della storia dell’irregolarità dell’orbita terrestre intorno al Sole, poi ci sono i cicli di attività del Sole, che lo rendono più forte e più debole a seconda di quanto sia vicino al ciclo di 11 anni di ribaltamento dei poli magnetici, il prossimo sarà nel 2024, e a quante macchie solari e brillamenti solari siamo esposti.

Bisogna poi considerare l’attività vulcanica, l‘eruzione vulcanica sottomarina di Hunga-Tonga Hunga del gennaio 2022 ha aumentato il vapore acqueo nella stratosfera del 10%, il che di per sé causerà un notevole riscaldamento del pianeta nella maggior parte delle regioni.

Non si tratta certo di una semplicistica storia in bianco e nero di CO2, un gas serra minore, poiché il 95% dei gas serra della Terra è costituito dal vapore acqueo.

L’uomo non ha il potere di determinare né l’orbita della Terra intorno al Sole, né l’attività interna ed esterna del Sole, né il vapore acqueo nell’atmosfera.

Clima Energia Società

La vita si adatta molto più facilmente alle temperature più elevate e all’aumento della CO2, in particolare le piante, la vegetazione, gli alberi, il plancton e il fitoplancton, rispetto alla diminuzione della CO2.

Il vero pericolo è una diminuzione della CO2 e una diminuzione della temperatura, non un aumento di entrambe.

Ancora una volta, siamo stati ingannati da un sistema di finanziamento scientifico sistematicamente corrotto e legato agli interessi degli oligarchi.

La CO2 è sempre stata una manopola di controllo per la prosperità economica, non per il clima.

Fonte: https://twitter.com/robinmonotti/status/1730532241032249401
traduzione: M.Cristina Bassi per www.thelvingspirits.net

REVIEW
article Front. Astron. Space Sci., 04 August 2022 Sec. Stellar and Solar Physics Volume 9 – 2022 |
“The Planetary Theory of Solar Activity Variability: A Review” Nicola Scafetta1* Antonio Bianchini2*
1-Department of Earth Sciences, Environment and Georesources, Complesso Universitario di Monte S. Angelo, University of Naples Federico II, Naples, Italy
2-INAF, Astronomical Observatory of Padua, Padua, Italy
https://www.frontiersin.org/articles/10.3389/fspas.2022.937930/full