Nuovasalute Rimedi naturali

Il sambuco nero:  antico e mistico, utile anche per infezioni virali, contro le tossine e benefico per il nostro equilibrio interiore

Scritto da Cristina Bassi

Il sambuco è un antico e mistico arbusto domestico, che ha sempre cercato la vicinanza all’uomo, il suo uso spazia dalla cucina alla guarigione: è ricco di contrasti e che ci aiuta anche a trovare l’armonia e l’equilibrio interiore.

In primavera ci regala fioriture bianche come la neve, in autunno bacche nere e aromatiche.  Può vivere fino a 20 anni  e il suo tronco diventa spesso fino a 25 cm; la corteccia è verde con macchie grigie nello stadio giovane e marrone nello stadio più vecchio.

Le foglie sono impari: ha 3-7 foglie singole seghettate e affilate; i fiori crescono in cime grandi fino a 30 cm,    sono bianche e i singoli fiori hanno 5 petali. I frutti sono rotondi, inizialmente verdi e a maturazione, di colore nero intenso.

Il sambuco cresce particolarmente bene sulle vene d’acqua.

Le Nostre Piante Medicinali — Libro

COME E PER COSA SI USA

Il sambuco ha un posto fisso nella naturopatia ed è importante anche nella mitologia. Fin dall’antichità il è stato dedicato a Frau Holle, la dea della terra.

Il sambuco rappresenta una porta verso gli inferi e secondo le antiche credenze popolari, era in grado di tenere lontane le influenze negative dall’esterno, di attirare le influenze negative della casa, del cortile e della stalla e di deviarle verso la terra.

Inoltre, si credeva che il sambuco potesse portar via le malattie dalle persone, se si mettevano delle offerte sotto l’arbusto.

Era anche considerato un arbusto protettivo contro gli spiriti maligni e i demoni. Nella vecchia Inghilterra i becchini portavano sempre del legno di sambuco per protezione e in America si trovano ancora molti cimiteri con arbusti di sambuco, che venivano piantati per allontanare gli spiriti maligni.

Il sambuco è anche una pianta tra le piu importanti per l’inizio del raffreddore. Insieme all’artemisia, che espelle il freddo per il suo forte effetto riscaldante, il sambuco può aiutare a combattere il raffreddamento iniziale.

E’ utile bere una tisana calda di fiori di sambuco, quando c’è mal di gola o anche per questo fare del succo di sambuco; è anche utile per pediluvi caldi con l’artemisia.

NELLA ALIMENTAZIONE

Sia i fiori finemente profumati che le bacche ricche di vitamina C possono essere trasformati in una varietà di delizie.

Le foglie, la corteccia e le bacche acerbe del sambuco contengono la tossina sambunigrina (un glicoside), che si decompone a partire da una temperatura di 76,3 °C.

Se mangiate crude e in abbondanza, le sue foglie, bacche acerbe e frutti maturi non cotti, hanno un effetto leggermente tossico: possono dare nausea e vomito. Pertanto, queste parti della pianta non dovrebbero mai essere mangiate crude, ma bollite.

RICETTE DI SAMBUCO!

Le cime bianche dei fiori vengono utilizzate per sciroppo, marmellata e gelatina, limonata e gelato, o cotte in pastella per frittelle.

Sono adatte anche per la produzione di spumante al sambuco, vino al sambuco o aceto di sambuco. I fiori singoli piccoli sono una bella decorazione per le insalate di erbe selvatiche. Con i fiori aromatici si possono anche cuocere deliziosi dolci ai fiori di sambuco o muffin di sambuco.

Il succo è spesso ottenuto dalle piccole bacche nere di sambuco, che, come detto,  possono causare nausea e vomito se mangiate crude e possono essere digerite solo se cotte. Il succo di sambuco viene poi trasformato in gelatina, punch o sciroppo. In passato, anche le bacche di sambuco venivano trasformate in zuppa.

I frutti maturi possono essere utilizzati anche come spuntino una volta essiccati. Tuttavia, le bacche crude devono essere consumate solo in piccole quantità a causa di glicosidi cianogenetici che contengono.

PER GUARIRE
Il sambuco aiuta a sciogliere le mucose indurite e le tossine. Per scopi curativi si prendono le bacche, di solito come succo, o fiori e foglie, di solito come tisana.

I nostri antenati nel Paleolitico usavano anche la corteccia come agente disintossicante e detergente.  Ma la corteccia contiene acido cianidrico in quantità maggiore, motivo per cui questo autotrattamento dovrebbe essere evitato.

 

SUCCO E TISANA DAI FRUTTI DI SAMBUCO!

Il succo di sambuco e la tisana di bacche rafforzano il sistema immunitario, alleviano la sciatica e i dolori nervosi, purificano l’intestino e sostengono il corpo nelle infezioni virali.

Le bacche rafforzano anche il cuore e possono abbassare la pressione sanguigna.

Per fare la tisana con le bacche: mettere un cucchiaio di bacche il 250 ml di acqua bollente e lasciare in infusione per dieci minuti.

LA TISANA CON LE FOGLIE DI SAMBUCO

Per stimolare l’attività dei reni e quindi disintossicare e purificare meglio il corpo e snellirlo, si può anche preparare una tisana con le foglie: versare 250 ml di acqua bollente su due cucchiaini di foglie secche e lasciare in infusione per cinque minuti.

Per uso esterno, le foglie fresche vengono schiacciate e poste sui geloni o ustioni.

LA TISANA DI FIORI DI SAMBUCO

Già presso gli Indiani d’America, la tisana ai fiori di sambuco faceva parte della cerimonia della capanna sudatoria. Questa tisana è diaforetica ed espettorante, per questo è anche in grado di eliminare un raffreddore dal corpo. È anche in grado di sciogliere il muco ostinato dai seni nasali  o la tosse.

Inoltre, il tè ai fiori di sambuco ha un effetto di riduzione della febbre, migliora la vista, aiuta con la tonsillite, ha un effetto analgesico e può alleviare i disturbi reumatici e la gotta, nonché il raffreddore da fieno.

Se avete problemi di sonno, soprattutto in relazione all’ansia o alla depressione, un tè con fiori di sambuco o un bagno ai fiori di sambuco prima di andare a letto vi farà bene.

I batuffoli di cotone imbevuti di tè freddo rinfrescano gli occhi stanchi e sovraccarichi.

COSMETICI NATURALI CON FIORI DI SAMBUCO!

È inoltre possibile utilizzare i fiori gialli dorati del sambuco in prodotti  cosmetici fatti in casa: deodoranti, lozioni per la pelle, acqua di fiori e altro ancora.

Anche le antiche tribù germaniche usavano le bacche nere come tintura per pelli e tessuti, oltre che per i capelli. Nel frattempo, la nostra industria alimentare e tessile ha riscoperto il sambuco come colorante naturale.

Riferimenti: https://altermedzentrum.com/schwarzer-holunder-ein-uralter-mysticher-hausstrauch/  

Piastre Tesla TeslaVital®, per migliorare la qualità energetica di tisane, cibi, rimedi, bevande . Per info acquisto: qui citando Piastre Tesla in oggetto