Salute-olistica Medici controcorrente Medicina spirituale: Peter Deunov

R. Steiner: la ghiandola tiroidea e gli ormoni. Le surrenali e i processi di invecchiamento

Scritto da Cristina Bassi

Dal sito in inglese di “archivi di Rudiolf Steiner”, per “risvegliare l’antroposofia nel mondo”, traduco la seguente conferenze di Steiner del 2 dicembre 1922, a Dornach. Il sito/archivio su Steiner recita nella sua mission:

L’avvento della rivoluzione tecnologica ha fatto cadere l’umanità in un profondo materialismo. Gran parte della nostra vita culturale di un tempo è stata eliminata e ora ci viene fornita attraverso la televisione e i dispositivi computerizzati. Non ci poniamo più domande importanti sulla vita, ma cerchiamo risposte autorevoli da leader politici ed “esperti” scientifici. Il costo che paghiamo è la perdita della nostra libertà spirituale. Invece di seguire il nostro percorso unico, siamo costretti a seguirne uno che è stato stabilito per noi.”

Rudolf Steiner aveva previsto tutte queste cose all’inizio del XX secolo. La sua filosofia, l’antroposofia, offre un percorso di ritorno a un mondo che include lo spirito. Spiega come il nostro mondo materiale sia intrecciato con un mondo spirituale oggettivamente reale che possiamo conoscere attraverso lo studio e la meditazione.”

———————————————-

Dr. Steiner: Signori, qualcuno ha consegnato una domanda scritta riguardante la ghiandola tiroidea.

Domanda: La tiroide può ingrossarsi e in tal caso si forma un gozzo. Poiché il gozzo può esercitare una pressione sulla trachea e quindi causare un problema, sono stati eseguiti interventi su questa ghiandola, la cui funzione è sconosciuta. Subito dopo l’intervento, tuttavia, è stato osservato uno strano fenomeno.

Le persone a cui era stata asportata l’intera tiroide presentavano cambiamenti sia fisici che mentali.

La crescita si arrestava, gli arti si ingrossavano e la sudorazione cessava. Si notava anche un certo ritardo mentale. Quando si capì la causa di tutto ciò, si cercò di rimediare ai difetti nutrendo gli sfortunati con ghiandole tiroidee prelevate da vitelli o vitelloni appena macellati.

Il risultato fu sorprendente. Tutti gli effetti negativi si attenuarono. Ma questi risultati furono di breve durata e nel giro di poche settimane la tendenza si invertì nuovamente. Anche lo stomaco del paziente si ribellava. Poi vennero introdotte nella gola sezioni di ghiandole tiroidee. Anche in questo caso i risultati furono sorprendenti, ma ricomparvero i segni di deterioramento.

Il Grande Libro di Rudolf Steiner — Libro

Le iniezioni fatte con preparati ricavati dalle ghiandole tiroidee non hanno avuto molto più successo. Una ditta inglese ha ottenuto risultati sorprendenti con alcune compresse anche nei casi di cretinismo. Una breve interruzione del loro uso, tuttavia, inverte il processo di recupero. Cosa c’è da aspettarsi con l’uso continuato di queste compresse?

Dottor Steiner: Signori, se prendete in considerazione quanto abbiamo già discusso qui, sarete in grado di capire abbastanza bene la questione. Vedete, fino a circa settant’anni fa, fino alla metà del XIX secolo, non si attribuiva un significato particolare alla ghiandola tiroidea, che si trova qui nella parte anteriore del collo. Si pensava che fosse come l’appendice o qualche altro organo che aveva avuto una funzione negli antenati dell’uomo ma non era più necessario.

In breve, non si attribuiva a questa ghiandola un’importanza particolare. Poi si è notato che la sua degenerazione, con la formazione di un gozzo, aveva un effetto specifico anche sulle facoltà mentali. La sua funzione e i suoi ingrossamenti patologici sono stati studiati nei cretini, cioè nelle persone ritardate e con deficit mentali.

Si può osservare che in alcune regioni geografiche le persone sono sia ritardate che affette da gozzo. È noto in tutta Europa che ad Halberstadt la popolazione ritardata ha gozzi così grandi che in alcuni casi si estendono oltre le spalle.

Salute e Malattia — Libro

All’inizio si pensava che ‘asportazione chirurgica fosse indicata, dato che l’ingrossamento patologico della tiroide aveva un’influenza così marcata sulle facoltà mentali. Questo è il modo in cui si pensa oggi. Si privilegia la chirurgia perché nel XIX secolo sono stati compiuti notevoli progressi nei metodi chirurgici, che sono diventati l’aspetto più importante della medicina, quello più meritevole di riconoscimento.

Si pensa quindi prima di tutto a rimuovere quegli organi che apparentemente non hanno alcuna importanza. Questa è la procedura seguita nel caso dell’appendice. Viene rimossa chirurgicamente se presenta sintomi patologici. Questo modo di pensare ignora un aspetto che ho più volte sottolineato in questa sede.

Ricorderete che, osservando l’uomo nella sua totalità, spesso si nota che in alcuni processi del bambino è presente qualcosa che ha effetti molto più tardi, anche in età avanzata. I pareri medici ordinari si preoccupano solo di ciò che è richiesto al momento. Pertanto, si adottano le misure che sembrano più vantaggiose in quel determinato momento, ma non si presta attenzione al corso futuro degli eventi.

È difficile dare un giudizio complessivo su queste questioni perché, se un paziente non viene operato quando presenta i sintomi dell’appendicite, ad esempio, può soccombere immediatamente. In questo caso, ovviamente, il medico è ritenuto responsabile. Il punto è indagare su mezzi diversi dalla chirurgia per risolvere questi problemi.

Conoscete forse la moda di questi giorni di lasciare che i giovani vadano in giro il più possibile con i piedi e le gambe nude, anche fino alle ginocchia. Ebbene, questa abitudine contribuisce alla degenerazione dell’appendice! Naturalmente, una volta che l’appendice si è infiammata, deve essere rimossa, ma quando si vede la situazione in un contesto più ampio, si sa come prevenire l’insorgere di questi problemi.

Ora, è vero che la ghiandola tiroidea ha un grande significato e importanti implicazioni per l’intero organismo umano. Come ho detto, le persone ne sono consapevoli fin dall’ultima metà del XIX secolo. Sanno che un malfunzionamento della tiroide non consente di utilizzare il corpo per le attività mentali in modo normale .

Tutto ciò a cui si fa riferimento nella domanda, si è effettivamente verificato. Se a una parte della ghiandola avesse potuto restare dov’era, il paziente avrebbe avuto effettivamente dei miglioramenti. L’ingrossamento era stato eliminato e la sua mentalità non era stata influenzata negativamente.

Ma quando l’intera tiroide viene rimossa e non rimane nulla della ghiandola, il paziente diventa più ritardato di prima. Naturalmente, da ciò si è appreso che anche una tiroide malata ha un significato per l’espressione delle facoltà dell’anima e dello spirito dell’uomo.

La secrezione della tiroide è stata somministrata ai pazienti in vari modi. Per inciso, il fluido contenuto in una ghiandola è chiamato secreto. Le iniezioni di sostanze tiroidee potevano determinare un aumento del fluido tiroideo nel corpo, ma questo metodo non portava a miglioramenti duraturi. L’organizzazione del corpo non sembrava rispondere positivamente a ciò che veniva somministrato. Finora i risultati migliori sono stati ottenuti somministrando il fluido tiroideo sotto forma di compresse, che vengono assorbite dall’apparato digerente.

L’introduzione della sostanza della tiroide nello stomaco e quindi nel flusso sanguigno permea l’organismo con la secrezione di questa ghiandola. Questo rimedio dimostra che il corpo ha bisogno di tale secrezione. Dimostra anche che, quando la tiroide funziona correttamente, la sua secrezione passa nel sangue in quantità minime e penetra in tutto il corpo.

Se la secrezione tiroidea viene introdotta nello stomaco anziché direttamente nell’organismo, trova ugualmente la sua strada nel flusso sanguigno. Ma è chiaro che la somministrazione di tiroide attraverso lo stomaco è efficace solo finché viene messa in circolo nel sangue. Se le compresse vengono sospese, la quantità di tiroide nel sangue diminuisce. Pertanto, le persone che ricevono la sostanza tiroidea in questo modo, devono assumerla continuamente. In questo modo la sostanza rimane efficace.

Si può dire che questo offre effettivamente una prova concreta del materialismo, perché vediamo che basta somministrare all’uomo determinate sostanze per aumentare le sue facoltà mentali. Lo stesso vale quando la sostanza è prodotta all’interno dell’organismo, come nel caso della secrezione tiroidea. Verificando a fondo tutti gli esperimenti condotti in questo campo, però, si scopre un’altra cosa.

Le ghiandole tiroidee sono piuttosto grandi, come forse sapete, e si trovano nella parte anteriore del collo. Al loro interno si trovano molte piccole ghiandole, a destra e a sinistra, che non sono più grandi della testa di uno spillo. Secernono una sostanza che viene prodotta anche in altre parti del corpo. Sostanze simili, ma non identiche, sono secrete da piccole ghiandole in varie parti del corpo.

Sebbene sia diversa dalla sostanza prodotta dalle piccole ghiandole della tiroide, tale sostanza è secreta, ad esempio, dalle ghiandole surrenali. Piccole ghiandole come queste si trovano anche in altre parti del corpo. In altre parole, il corpo contiene tracce di sostanze secrete in varie parti della sua organizzazione. Queste sostanze sono chiamate ormoni. Un ormone di questo tipo, che permea il corpo in quantità minime, è contenuto anche nelle minuscole ghiandole della tiroide.

Lo si può immaginare in questo modo: se si toglie un pesce dal suo ambiente acquatico, esso muore perché non può esistere nell’aria. Allo stesso modo, queste ghiandole ormonali, che assomigliano a minuscoli organismi viventi, possono sopravvivere solo all’interno della tiroide, il cui vero scopo è fornire un luogo in cui possano funzionare.

Quando la tiroide viene rimossa chirurgicamente, il corpo viene privato degli ormoni che produce. Se queste minuscole ghiandole vengono rimosse insieme alla tiroide, la prognosi è negativa, ma se rimane una parte sufficiente della tiroide che le contiene, la situazione non è così negativa. Deve essere lasciato abbastanza per permettere ad alcune di queste piccole ghiandole di continuare a funzionare.

Quando l‘intera ghiandola tiroidea viene asportata, vengono rimosse anche le ghiandole che producono gli ormoni e questo è dannoso. Un intervento meno radicale, che non le rimuova tutte, ha successo. Di preferenza, quindi, si dovrebbero asportare solo alcune parti della tiroide, lasciando che le ghiandole ormonali rimangano.

Tuttavia, se la secrezione della quantità mancante di sostanza tiroidea contenuta in queste ghiandole viene sostituita con compresse, in modo che il sangue riceva da esse ciò di cui ha bisogno e anche dal passaggio attraverso le ghiandole rimanenti, ci si può aspettare che lo stato di salute generale del paziente migliori. La questione è piuttosto complicata e molto dipende da come viene prodotta la secrezione tiroidea.

Quando si esegue un esperimento su un montone castrato, in cui viene asportata solo una parte della tiroide, lasciando la parte contenente le ghiandole ormonali, si scopre che il secreto non ha il valore medicinale che avrebbe se fosse stata asportata l’intera ghiandola. Quando invece si preleva l’intera ghiandola, l’ormone prodotto dalle ghiandole ormonali si combina con il secreto tiroideo, permeando il sangue della tiroide, e si può ottenere un estratto efficace.

Se invece si rimuovono solo alcune parti della tiroide, lasciando le ghiandole ormonali, l’estratto di tiroide sarà meno efficace e le compresse non funzioneranno altrettanto bene. Come si vede, non tutto dipende dalla tiroide in quanto tale. Il suo scopo è solo quello di nutrire le minuscole ghiandole ormonali che, come potete immaginare, non sono state scoperte per molto tempo. Essendo così piccole, come avrebbero potuto essere notate?

Introduzione all'Antroposofia — Libro

Da tutto ciò si capisce che il benessere dell’uomo richiede semplicemente alcune sostanze. Basta ricordare che le sue facoltà mentali si alterano anche quando beve vino, per esempio. L’allegria è generata dal consumo di vino, ma in seguito le cose possono cambiare. Il giorno dopo il suo stato d’animo è di solito l’opposto dell’allegria! Così è per questa sostanza contenuta nelle ghiandole ormonali e necessaria in quantità minime in tutto il corpo dell’uomo. L’uomo ne fa uso e anche gli animali ne hanno bisogno. Si può ottenere molto lavorando con queste sostanze nell’organismo.

Ebbene, in tempi recenti, ciò ha portato a un esame più attento di queste delicate sostanze. Su cosa si basa l’efficacia di sostanze come quelle secrete dalle ghiandole ormonali? Signori, potete capirlo solo se vi rendete conto che il corpo è costantemente soggetto a processi di deterioramento. È una peculiarità dell’organismo che in esso si formino continuamente sostanze nocive.

Le sostanze secrete dalle ghiandole ormonali neutralizzano l’effetto distruttivo di questi veleni che si formano nel corpo. È un fenomeno molto interessante che i processi della vita consistano nel fatto che l’uomo si avvelena continuamente e poi contrasta continuamente gli effetti dei veleni per mezzo di queste piccole ghiandole poste nel suo sistema.

Prendiamo il caso delle ghiandole surrenali. Se queste piccole ghiandole ormonali funzionano correttamente, l’uomo ha l’aspetto che avete tutti voi. Ma quando funzionano male, la sua carnagione diventa marrone, un marrone giallastro. Questa malattia è chiamata morbo di Addison, perché il dottor Addison fu il primo ad osservarla.

Una volta abbiamo avuto un paziente di questo tipo, membro della nostra società, che cercava una cura qui. La colorazione marrone e l’imbrunimento della pelle sono causati da alcune sostanze nocive presenti nell’organismo che non vengono neutralizzate da quelle normalmente prodotte dalle ghiandole surrenali. Allo stesso modo, il ritardo mentale è causato dalla mancanza delle sostanze normalmente prodotte dalle ghiandole ormonali della tiroide.

Se somministrati in compresse, gli ormoni che agiscono come antidoti vengono trasmessi all’organismo e i loro effetti hanno indotto i medici a prestare maggiore attenzione a tutta questa sfera di problemi. È interessante che la questione si ponga anche in relazione alla teoria di Steinach. Poiché questa teoria è in qualche modo collegata al nostro argomento, varrà la pena di considerarle insieme.

La teoria di Steinach ha appena una decina d’anni. Circa dieci anni fa, un professore di Vienna inviò all’Accademia delle Scienze una relazione sui suoi esperimenti. Oggi nota come teoria di Steinach, la relazione si basa sul fatto che il corpo è continuamente permeato di ormoni, prodotti da ghiandole minuscole.

È interessante il fatto che il corpo sembra avvelenarsi continuamente attraverso i suoi organi, ma minuscole ghiandole situate ovunque nel sistema producono antidoti. A partire dal collo, abbiamo le ghiandole ormonali della tiroide, che ci permettono di parlare anziché balbettare e di collegare i pensieri alla parola.

Gli ormoni prodotti dalle ghiandole surrenali ci impediscono di diventare scuri e ci assicurano un bel colorito chiaro. Anche le ghiandole ormonali degli organi riproduttivi emettono piccole quantità di liquido delicato. Queste ghiandole, le gonadi, sono presenti negli animali e negli esseri umani, sia maschi che femmine.

Nel bambino sono solo leggermente sviluppate, ma quando raggiunge la pubertà, al quattordicesimo o quindicesimo anno, diventano completamente sviluppate. Nel caso del maschio, le gonadi o i testicoli si trovano nello scroto. Contengono piccole ghiandole ormonali la cui secrezione penetra in minuscola dispersione nell’intera circolazione sanguigna.

Gli esperimenti di Steinach hanno dimostrato che questo particolare ormone ha la caratteristica di sopprimere il processo di invecchiamento. Gli scienziati si occupano di invecchiamento da molto tempo e, molto prima che la teoria di Steinach diventasse nota, un medico-scienziato di Parigi di nome Metschnikoff pubblicò alcune cose interessanti sui fenomeni della vecchiaia. Il suo punto di partenza era che il corpo si avvelena continuamente. Sottolineava il fatto che i veleni si accumulano costantemente nell’intestino e che l’uomo invecchia per effetto delle microscopiche creature animali o vegetali che li producono.

Ora, Steinach giunse alla conclusione che il processo di invecchiamento, questo processo di deterioramento del tutto naturale e normale, può essere contrastato. Ha condotto i suoi esperimenti principalmente con i ratti; i test più importanti sono stati condotti con i ratti. In casi come questi, va detto che gli esperimenti sugli animali non sono completamente applicabili all’uomo. Non tutto ciò che si verifica negli animali, soprattutto nei ratti, può essere applicato senza riserve all’uomo.

Dopo tutto, l’organismo dell’animale è diverso da quello dell’uomo e, devo dire, anche se si ha una bassa opinione delle dimensioni dell’essere umano se paragonate, ad esempio, alla vastità dell’universo, tuttavia esiste una differenza tra l’organismo fisico di un uomo e quello di un ratto.

La maggior parte dei risultati scientifici sono stati ottenuti, come ho detto, attraverso la sperimentazione sui ratti, che sono particolarmente adatti a questi test. Vedete, la vita normale del ratto è di circa due anni e mezzo e prima di morire mostra segni di invecchiamento piuttosto marcati. I ratti sono creature piuttosto agili e aggressive e, quando invecchiano, diventano spenti e svogliati.

In alcuni punti perdono il pelo e diventano calvi; in altri punti, il loro pelo diventa irto e ruvido. Inoltre, perdono l’appetito. La loro età si manifesta in particolare nel fatto che, quando i maschi sono chiusi insieme in una gabbia, non lottano ma se ne stanno per conto loro, e quando un ratto maschio invecchiato viene messo con una femmina, non mostra alcun interesse per lei.

Naturalmente, bisogna fare attenzione a questi esperimenti perché i ratti sono suscettibili di ogni tipo di malattia. Diventano facilmente tubercolotici e spesso vengono infestati da vermi del nastro o da altri parassiti intestinali. Inoltre, i ratti sono soggetti a malattie infettive. Pertanto, se un ratto presenta i sintomi che ho descritto, bisogna stabilire se sono causati da tali malattie o se sono veramente segni di vecchiaia.

Per condurre questi esperimenti con i ratti bisogna iniziare con un buon numero di esemplari ed esaminarli costantemente per verificare la presenza di parassiti intestinali. Quelli con pelo ruvido o perdita di pelo dovuta a malattie, devono essere eliminati. Alla fine rimarranno alcuni ratti veramente anziani.

Steinach sperimentò principalmente con ratti maschi. I maschi anziani, svogliati e calvi, che avevano perso il pelo e non erano più interessati alle femmine, sono stati trattati nel modo seguente. Quando non si riproduce, la gonade del ratto maschio si trova sopra lo scroto. Questa ghiandola scarica costantemente del liquido in piccoli canali. I minuscoli canali conducono dalla gonade al cordone spermatico, da cui fuoriesce lo sperma. L’ormone della gonade passa attraverso questo canale e si mescola con il liquido seminale, che si impregna dell’ormone.

Quando l’animale è giovane, questa ghiandola produce l’ormone che passa attraverso questi canali. Da essi entra nel cordone spermatico, cosicché lo sperma eiaculato dal maschio che impregna la femmina contiene questo ormone. Si diffonde anche in tutto il corpo. La parte principale dell’ormone confluisce nel midollo spermatico, mentre il resto viene distribuito dal sangue, in minime quantità, nell’organismo del topo .

Prendiamo ora il caso di un ratto che sta diventando vecchio e debole. La debolezza e il rallentamento dell’organismo si manifestano nel fatto che non riesce più a controllare le sue funzioni escretorie, avendo perso il controllo su di esse. Forse avete sentito dire che questo accade alle persone che vengono giustiziate. Questo è ciò che accade quando il corpo diventa lento.

Quando l’organismo invecchia, una quantità eccessiva di questo ormone confluisce nel midollo spermatico e ne viene trattenuto troppo poco nel corpo. L’organismo contiene quindi le sostanze tossiche dell’età avanzata perché l’ormone gonadico è carente e quindi non è efficace come antidoto. Questo spiega perché l’organismo del ratto invecchia. Invecchia perché varie sostanze tossiche prodotte nell’organismo arrivano a permearlo.

Quando un bambino raggiunge la pubertà, molte sostanze ormonali passano nell’organismo. Ma non è questo il punto principale. Poiché l’organismo è giovane e vigoroso, è in grado di trattenere l’ormone che riceve e di scaricare l’eccesso. Ora, quando il topo invecchia, viene scaricata una quantità eccessiva di ormone.

Steinach ha quindi legato il piccolo canale con un filo, chiudendo così il passaggio dalla gonade al cordone spermatico. Poiché ora l’ormone non poteva lasciare la gonade, entrava nel corpo attraverso il sangue. Capite come funziona, vero? Quando si chiude un tubo, il fluido risale. Lui lo chiuse qui (indicando il disegno), fece una legatura, come si dice, e così fece penetrare tutto l’ormone nel corpo.

Il topo tornò a essere vivace e gli spuntò persino un nuovo pelo. Quando veniva messo con le femmine, mostrava desiderio sessuale e le attaccava, anche se non poteva più ingravidarle perché l’operazione lo aveva reso sterile. Questo è ciò che è realmente accaduto. Vedete, in realtà è molto semplice. Il corpo che invecchia lascia fuoriuscire una quantità eccessiva di ormoni, ma grazie alla legatura questi vengono trattenuti e il processo di invecchiamento viene invertito, anche se solo temporaneamente.

È molto interessante osservare come questi topi maschi tornino agili e giovani dopo la legatura nel punto che ho indicato. Queste legature possono essere fatte in vari modi. Quello che ho appena disegnato è un metodo piuttosto complicato perché per raggiungere questo punto è necessario eseguire un’operazione. Per prima cosa si deve praticare un’incisione all’esterno, poi si deve inserire il filo intorno al canale per legarlo.

Sono stati fatti esperimenti anche in altri modi. Ad esempio, i testicoli, soprattutto nel caso degli esseri umani, sono stati distrutti con i raggi X, trattenendo così l’ormone gonadico. In breve, tutti questi test si basano sul trattenere in qualche modo l’ormone nell’organismo. Si nota qui la somiglianza con la ghiandola tiroidea. Anche in questo caso si tratta di immettere l’ormone nel sangue. Lo stesso vale per l’ormone gonadico, solo che in questo caso si tratta di chiudere il canale quando una persona è diventata incontinente in età avanzata.

Steinach ha continuato con successo questi esperimenti negli ultimi dieci anni e oggi si può effettivamente affermare che ciò che è stato dimostrato nei ratti si applica in una certa misura anche agli esseri umani. Tali esperimenti sono stati condotti sull’uomo e risultati simili sono stati ottenuti utilizzando legature o introducendo gli ormoni di una persona giovane direttamente nelle gonadi. Questo è stato fatto con iniezioni o iniettando direttamente nei testicoli il liquido seminale di un giovane animale.

In altre parole, si è cercato in tutti i modi di reintrodurre questo ormone nell’organismo. I risultati sono stati effettivamente raggiunti e, sebbene siano stati generalmente un po’ esagerati, non possono essere negati. Gli esperimenti sono stati condotti non solo sui topi, ma anche su persone anziane che erano diventate deboli e che poi hanno riacquistato una certa giovinezza. Naturalmente, l’effetto non dura a lungo.

Il corpo umano può vivere solo un certo numero di anni e non è ancora certo se la durata della vita possa essere allungata con questi mezzi. Un uomo può essere in qualche modo ringiovanito ma, al momento, non si può allungare la sua vita. È possibile, tuttavia, che anche la durata della vita si allunghi in questo modo.

Fisiologia Occulta — Libro

Capite, però, che tutte queste cose hanno anche aspetti negativi. Non è forse vero che alcune persone non dormono bene? Se si trattano i giovani che non dormono bene con sonniferi a base di oppio o morfina, sicuramente dormiranno meglio, non c’è dubbio. Non si può discutere, ma il fatto è che se i sonniferi e i farmaci chimici correlati vengono somministrati ripetutamente ai giovani, dopo un po’ indeboliscono il corpo.

Il corpo avrà un bisogno crescente di farmaci e diventerà incapace di vivere senza, diventando così dipendente. In seguito, in età avanzata, si avrà a che fare con una persona che non è in pieno possesso della propria salute. È quindi molto meglio cercare di curare l’insonnia con mezzi psicologici, combattendola in modo più interiore.

Se il paziente viene incoraggiato a pensare e a concentrarsi su una parola, gradualmente acquisirà la forza interiore per addormentarsi. Questo metodo è molto migliore perché, in questo modo, l’uomo non si indebolisce. Gli effetti dei sonniferi sono incontestabili; è indiscutibile che con essi si dorma meglio, ma la questione va considerata sotto un altro aspetto.

Si dovrebbe cercare di indurre il sonno da una direzione interiore, mentale. Naturalmente questo metodo è più difficile ed è in qualche modo legato all’educazione. Se i bambini vengono educati correttamente, possono essere facilmente indotti a dormire la giusta quantità di sonno ogni notte. In seguito, in età avanzata, non è necessario somministrare sonniferi se sono stati trattati correttamente a scuola.

Questi metodi di ringiovanimento possono davvero essere paragonati all’assunzione di sonniferi. Sì, signori, quanto segue è di particolare interesse. Vi ho detto che Metschnikoff si era già occupato dei sintomi della vecchiaia; gli esperimenti di Steinach erano ancora sconosciuti. Forse vi sorprenderà sapere che un medico assolutamente materialista raccomandava ai suoi pazienti di leggere cose come il Faust di Goethe! In realtà, si diceva loro di leggere libri come il Faust; questo avrebbe dovuto ringiovanirli.

C’è molto di vero in questa raccomandazione. Se in età avanzata si ha un interesse che occupa completamente l’anima e lo spirito, qualcosa che riempie di entusiasmo, questo renderà la persona giovane. Il significato di “entusiasmo” è vicino a quello di “ispirazione”. Qualcosa di spirituale entra nella mente. Altrimenti, il termine usato non sarebbe “entusiasmo”, ma “incarnazione”, che indica un processo materiale.

Quando si rivolgono al pubblico, anche i materialisti non dicono: “Siamo pieni di incarnazione!”. Pur negando lo spirito, dicono comunque: “Siamo pieni di entusiasmo!”. Essere pieni di entusiasmo è infatti una fonte di ringiovanimento. Naturalmente non si può dimostrare con i topi! Tuttavia, è una fonte di ringiovanimento negli esseri umani e, se si facessero delle osservazioni sulla vita in questa direzione, si scoprirebbe che, a seconda della salute e della resistenza di un uomo, qualsiasi ringiovanimento si possa ottenere sarebbe molto più facile se gli si concedesse tempo sufficiente per dedicarsi a qualche attività mentale.

L’attività mentale o spirituale ha il peculiare effetto di tenere unite e forti le pareti ghiandolari. Se un uomo si interessa per tutta la vita solo di questioni superficiali, le sue ghiandole e le sue pareti vascolari tendono ad allentarsi più rapidamente rispetto a chi si interessa di attività spirituali e mentali. Se è stato educato correttamente da bambino e poi gli è stato dato abbastanza tempo per impregnarsi correttamente di spirito, non avrà bisogno di questi legacci perché manterrà la sua forza da solo e il suo corpo conserverà ciò che gli serve

Il discorso è diverso per la ghiandola tiroidea. In questo caso si deve ricorrere spesso a mezzi medici, perché è estremamente complicato migliorarla con mezzi spirituali. Tuttavia, anche in questo caso, i risultati saranno raggiunti e sono già stati raggiunti. Se un paziente ripete giorno dopo giorno alcuni detti in un discorso simile a una canzone, accuratamente prescritto in modo definito, le dimensioni della ghiandola tiroidea diminuiranno.

Va quindi detto che la terapia ormonale è efficace quanto i farmaci per l’insonnia. Sarebbe meglio, tuttavia, se l’uomo cominciasse finalmente a pensare di realizzare le cose in modo diverso da quello materialistico e pensasse finalmente a dare alla civiltà l’opportunità di offrire a tutti un certo grado di attività spirituale.

Allora queste manipolazioni non sarebbero così apprezzate, perché si riconoscerebbe che si diventa deboli in età avanzata proprio a causa degli aspetti negativi della nostra civiltà. Tutte queste operazioni sugli esseri umani che danno qualche mese di ringiovanimento in età avanzata servono fondamentalmente solo a pareggiare ciò che è già stato danneggiato. Dal punto di vista medico si tratta di un risultato brillante e notevole, ma se lo si considera in un contesto culturale più ampio, se ne vede anche il lato oscuro.

Naturalmente, dobbiamo considerare anche un altro aspetto. Ho detto prima che la somministrazione di sonniferi a persone più giovani in realtà le indebolisce. Se si ricorre a trattamenti di ringiovanimento in persone anziane che sono raggrinzite e possono a malapena brancolare, è naturalmente una fonte di grande felicità per loro essere in grado di comportarsi di nuovo in modo un po’ vivace. Non ci si deve preoccupare più di tanto che un simile trattamento di ringiovanimento possa essere dannoso per loro, perché viene eseguito in un’età in cui diventa difficile verificare eventuali effetti collaterali dannosi.

La nostra concezione materialistica del mondo sta avendo oggi risultati notevoli, ma quando li si vede in un contesto culturale più ampio, assumono un aspetto diverso. Per questo motivo sottolineo sempre che le persone dovrebbero preoccuparsi di proteggere i bambini a scuola e anche in età avanzata, per evitare che si manifestino i sintomi prematuri della vecchiaia.

Questo problema non è limitato a un certo segmento della società. Oggi quasi nessuno va in giro con la testa terribilmente calva, soprattutto chi appartiene alle cosiddette professioni agiate. La calvizie precoce è causata dalle forme innaturali di istruzione superiore. Sarebbe molto più saggio educare le persone in modo tale che il corpo sia in grado di mantenere tutto finché conserva le sue forze vitali.

Questo è ciò che posso dirvi su questi argomenti. È sempre interessante vedere queste cose da entrambi i lati, cosa che in effetti è avvenuta. Di tutto il resto parlerò in un’altra occasione.

Fonte: https://rsarchive.org/Lectures/GA348/English/AP1981/19221202a01.html

traduzione: M.Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net