Jon Rappoport Risvegli

Jon Rappoport: la Libertà vs la Macchina. La genetica e le sue armi

Scritto da Cristina Bassi

Jon Rappoport è un giornalista investigativo indipendente,  americano (qui altri suoi articoli che ho tradotto su questo sito), che da decenni si dedica anche al tema “Exit from the Matrix” . Traduco nel seguito il suo post odierno, sempre nel suo stile peculiare, in questa attualità minacciosa per l’essere umano biologico e la sua libertà. Riflessioni quelle di Rappoport che raggelano il sangue e descrivono il pianeta Frankenstein su cui siamo, in mano al culto genetista…
—————————

La Biologia delle Credenze — Libro

Determinismo genetico: credere che il carattere, i pensieri e le azioni di un individuo siano il risultato dei suoi geni.

Libertà significa: essere liberi da, e al di fuori della ferrea causa ed effetto.

Quale parte della discussione vincerà? In fondo  è in gioco… solo il futuro della razza umana.

Negli ultimi 150 anni, la genetica è emersa prendendo il centro della scena come fosse la filosofia di vita preminente sul pianeta Terra.

Alla la maggior parte delle persone, la filosofia importa zero. Si rifiutano di credere che possa influenzare la loro vita in qualche modo.

Tuttavia, attualmente abbiamo i trattamenti genetici RNA COVID chiamati va cci ni, che si rivolgono a miliardi di persone. Secondo gli esperti comprati, questi trattamenti distruttivi funzionano, come una macchina, per proteggerci da un virus fantasma.

La genetica su cui si basano i vaccini occupa una posizione filosofica distinta: i nostri pensieri e le nostre azioni sono gli effetti dei nostri geni; gli scienziati possono interferire con quella struttura e sostituirla con un’altra genetica, che a sua volta ci imporrà nuove azioni, pensieri e alterazioni biologiche che consumano tutto.

Una nuova macchina che prende il sopravvento su una macchina più vecchia.

Ma non c’è mai stata una cura genetica per nessuna malattia. Tutti i tentativi per dimostrare che una malattia deriva dai geni sono falliti. In questo senso, la genetica è una truffa lunga nel tempo, sia scientificamente che filosoficamente.

Naturalmente, gli scienziati non lo ammetteranno mai. Sono dediti ad armeggiare e sperimentare, “fino a quando non ci riusciranno”.

La giornalista veterana Celia Farber descrive uno di questi esperimenti:

“Jesse Gelsinger aveva 18 anni quando si offrì volontario per una sperimentazione clinica alla Penn State per testare l’effetto della GT [terapia genica] su un raro disordine metabolico chiamato carenza di OTC. Dopo poche ore dall’infusione di ‘geni correttivi’ racchiusi in adeno-virus indeboliti, Jesse soffrì di insufficienza d’organo multipla e giorni dopo, il suo sangue si coagulò quasi totalmente, divenne gonfio da non essere più riconoscibile, e arrivò la morte cerebrale: venne quindi staccato dal supporto vitale.” [1]

Solo un altro giorno in ufficio per i finanziatori e i ricercatori. Lavorano con miliardi di dollari e una visione del futuro. Nulla deve ostacolare il loro cammino.

Ecco una di quelle visioni, espressa da Gregory Stock [2], ex direttore del programma in Medicina, Tecnologia e Società alla UCLA School of Medicine:

“Anche se la metà delle specie del mondo andasse persa [durante gli esperimenti genetici], rimarrebbe comunque un’enorme diversità. Quando quelli del lontano futuro guarderanno indietro a questo periodo della storia, probabilmente non lo vedranno come l’epoca in cui l’ambiente naturale veniva impoverito, ma come l’epoca in cui una pletora di nuove forme – alcune biologiche, alcune tecnologiche, alcune una combinazione delle due – irruppe sulla scena…” [2a]

Bisogna capire che dietro tutto questo “immaginare” e sperimentare, c’è la solida convinzione che la libertà e il libero arbitrio siano illusioni ,che non esistono. Pertanto, tutti gli esperimenti sono permessi, poiché sostituiscono semplicemente un determinismo con un altro, una macchina con un’altra. La vita stessa è vista come nient’altro che un modello, una struttura.

Il Mondo Nuovo / Ritorno al Mondo Nuovo — Libro   L'arte di vedere — Libro La Filosofia Perenne — Libro

Brave New World di Huxley non era in realtà un allontanamento radicale dalla scienza genetica emergente del suo tempo. Era una descrizione di una “migliore programmazione genetica”, portata ad una conclusione logica. Gli esseri umani sarebbero stati completamente equipaggiati con una biologia che li rendeva contenti e soddisfatti delle loro posizioni designate nella vita.

C’era il tuono E il fulmine. Umani geneticamente condizionati per ruoli specifici; e anche condizionati ad accettare quei ruoli al di là della possibilità di ribellarsi.

Che dire dei secoli di lotta e guerra e sangue per stabilire la libertà politica? Che dire della Magna Carta e della Dichiarazione d’Indipendenza e della Costituzione e dei suoi Emendamenti?

Per i filosofi genetici, tutta quella storia è spazzatura senza senso, poiché la libertà non esiste.

Non sto parlando di un piccolo gruppo di filosofi pazzi chiusi in una cantina a far girare le loro fantasie. Queste persone portano gli striscioni del nuovo mondo tra i Globalisti più elitari.

L’intera narrazione della falsa pandemia, a partire dalla bugia che i ricercatori hanno scoperto un nuovo virus, è stata lanciata per aprire una porta alla tecnologia genetica RNA.

Sì, c’erano altre ragioni, ma la tecnologia genetica era centrale. Prossimamente, vedremo nuovi trattamenti genetici chiamati va cci ni. E farmaci basati su questa tecnologia.

Dietro a questo, ci sono programmi per fare cambiamenti genetici sempre più profondi negli esseri umani.

La storia di copertura per la ricerca e la sperimentazione genetica è: stiamo cercando di curare le malattie.

I Geni Manipolati di Adamo — Libro

La verità: le menti macchina stanno cercando di convertire altre menti in macchine.

Cosa hanno nel loro arsenale i filosofi contemporanei per combattere questo assalto? Ecco un esempio di Thomas Nagel [3], professore alla New York University:

“Anche se il determinismo [la catena inevitabile di causa ed effetto] non è vero per tutto ciò che accade – anche se alcune cose accadono senza essere determinate da cause che esistevano in anticipo – sarebbe comunque molto significativo se tutto ciò che facciamo fosse determinato prima che lo facciamo. Per quanto libero ti possa sentire, quando scegli tra la frutta e la torta, o tra due candidati in un’elezione, in realtà potresti fare una sola scelta in quelle circostanze. Anche se se le circostanze o i tuoi desideri fossero stati diversi, avresti scelto diversamente”. [3a]

Davvero? Tutto qui?

Il professor Nagel in qualche modo sa che non esiste il libero arbitrio?

Beh, se è così, ha scritto quelle parole perché doveva, a causa proprio di quel determinismo che descrive, non aveva scelta; e anche le persone che leggono quelle sue parole pensano ad esse in un modo che è predeterminato. Tutta la faccenda è uno spettacolo di marionette e non significa assolutamente nulla.

La “filosofia” del determinismo è, quando si gratta la superficie, una filosofia del nichilismo. Nulla significa nulla.

E i suoi autori non si preoccupano minimamente. Sono abbastanza contenti di stare sulle loro assurde richieste, mentre duri scienziati iniettano geni alle popolazioni.

Alla faccia dell’accademia, come “guardiani della civiltà”.

La maggior parte di loro sono sorelle deboli. Non darei un centesimo per un branco di loro.

Ognuno di noi fa scelte libere ogni giorno della sua vita. Mettere libertà nella propria mente, implica lavorare su una tela tanto grande e grandiosa quanto la si vuole rendere.

Prenderò la fiammeggiante poesia di Thomas Paine; 23 dicembre 1776:

“Questi sono i tempi che mettono alla prova l’anima degli uomini. Il soldato estivo e il patriota solare, in questa crisi, si tireranno indietro dal servizio del loro paese; ma colui che lo sostiene ora, merita l’amore e il ringraziamento dell’uomo e della donna. La tirannia, come l’inferno, non è vinta facilmente; tuttavia abbiamo questa consolazione con noi, che più duro è il conflitto, più glorioso è il trionfo. Ciò che otteniamo troppo a buon mercato, lo stimiamo troppo poco: è solo ciò che è costoso che dà ad ogni cosa il suo valore. Il cielo sa come dare il giusto prezzo ai suoi beni; e sarebbe davvero strano se un articolo così celestiale come la LIBERTA’ non fosse altamente valutato”.

Infine, per ora, in America, un paese fondato sull’idea di libertà, un paese che ha combattuto una devastante guerra civile sulla schiavitù, potete trovare un solo college o università che, tra la ratifica della Costituzione e ora…

abbia tenuto un corso di un anno, anno dopo anno…

Chiamato LIBERTÀ INDIVIDUALE?

Questo sarebbe un corso in cui viene trattata la storia della lotta per la libertà; vengono trattati gli scritti filosofici e scientifici sulla libertà; e, cosa più importante, gli studenti parteciperebbero attivamente, al fine di formare i propri concetti di libertà che dureranno per il resto della loro vita.

Puoi vedere un corso di questo tipo – LIBERTÀ INDIVIDUALE – insegnato regolarmente in un’università?

Io non posso.

Cosa ti dice questo?

Fin dall’inizio dell’America, potenti forze sono state all’opera per negare, confutare, rifiutare e far crollare la premessa stessa su cui la nazione si basava.

La Filosofia della Libertà — Libro

Qualche studente in America ha mai ricevuto un dottorato di ricerca in libertà individuale? Non riesco a trovarne uno.

“Vedo che avete appena fondato un gruppo per i viaggi nello spazio. Sarei molto interessato a farne parte. Suppongo che copriate tutti gli aspetti dei viaggi spaziali. Razzi, navi, navigazione, elementi di sopravvivenza durante i lunghi viaggi, colonizzazione su pianeti lontani, le fantastiche meraviglie di queste avventure…”

“In realtà, no. Noi studiamo le abitudini e i compiti delle formiche. I loro nidi, la gerarchia, la divisione del lavoro, la biologia della condivisione comune, il genoma delle formiche, le virtù della programmazione genetica globale per raggiungere gli obiettivi quotidiani della colonia…”

“Capisco. Quindi siete abbastanza pazzi”.

“No. Sappiamo esattamente cosa stiamo facendo e perché”.

fonte: https://blog.nomorefakenews.com/2021/06/24/freedom-vs-the-machine-geneticists-and-their-weapons/

traduzione: M. Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net

 

SOURCES:

[1] https://celiafarber.substack.com/p/the-machine-model-of-biology-denial

[2] https://en.wikipedia.org/wiki/Gregory_Stock

[2a] https://thetattyjournal.org/2021/01/25/gene-editing-and-genetically-modified-humans-chinas-golem-babies-there-is-another-agenda/

[3] https://en.wikipedia.org/wiki/Thomas_Nagel

[3a] https://laurenralpert.files.wordpress.com/2014/08/nagel-free-will.pdf