Societa’ orwelliana

Greg Reese: Reiner Fuellmich rapimento e persecuzione illegali.

Scritto da Cristina Bassi

Dal 2020, in occasione del suo primo video pubblico, ho molto tradotto Fuellmich e qui pubblicato; soprattutto alcune delle sue interviste internazionali con esperti da tutto il mondo, che egli fece a nome del Comitato Corona, di cui fu in co-fondatore. Successivamente ho tradotto alcune interviste che fecero a lui una volta allontanatosi dal Comitato Corona e dalla Germania.

Nell’ ottobre 2023,  girò la notizia del suo “rapimento” rocambolesco in Messico e poi imprigionamento in Germania, 13 ottobre, ma non trovai notizie molto documentate sul perché fosse accaduto, quale fosse un po’ dettagliatamente l’accusa, che genericamente sapevamo essere legata al denaro che Fuellmich avrebbe intascato per se mentre era del Comitato…

Ora, il substack e video di Greg Reese (USA) , prodotto in collaborazione con Truth Barrier, da cui traduco nel seguito, danno dettagli sulla dinamica accusatoria contro Fuellmich. Tristemente agghiaccinate (ma forse non sorprendente) se tutto sarà confermato a fine processo, attualmente  ancora in corso in Germania, a Goettingen, con una serie di udienze in diverse date. Fuellmich è da mesi in arresto preventivo.

——————————–

Sembra che l’avvocato tedesco Reiner Fuëllmich sia stato incastrato; già nel 2020 aveva riconosciuto i crimini contro l’umanità dell’era COVID. Fuëllmich era a capo di un progetto noto come “Seconda Norimberga” [non mi risulta che questo sia stato l’obbiettivo dichiarato di Fuellmih che anzi smentì questo mito che gli venne attribuito, ndt]

Fuellmich aveva anche co-fondato il Comitato Investigativo Corona, che ha intervistato circa centocinquanta scienziati ed esperti di tutto il mondo, oltre a ex dipendenti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Le “scoperte” presenate dal Comitato, dimostrarono che le misure imposte nel COVID erano i primi passi di un piano per distruggere le economie regionali al fine di rendere le popolazioni dipendenti dalle catene di approvvigionamento globali, con l’obiettivo di ridurre la popolazione e installare un governo mondiale sotto le Nazioni Unite.

Il Comitato Corona ricevette molte donazioni che il Comitato ritenne non fossero al sicuro, dato le storie recenti su conti bancari sequestrati da governi complici. Quindi fu acquistato 1 milione di euro in oro e messo in deposito. Per finanziare le loro operazioni, sia Reiner Fuëllmich che Viviane Fischer – la cofondatrice- contrassero prestiti garantiti.

Il prestito di Reiner era di 700mila euro e doveva essere rimborsato con i proventi della vendita della sua casa. Tutto documentato e approvato dal comitato.

I membri del Comitato Corona si incontrarono in uno studio legale nell’agosto del 2022 e presentarono una denuncia penale contro Fuëllmich. I membri del Comitato, Justus Hoffmann, Marcel Templin e Antonia Fischer, sostengono che Fuëllmich si sia appropriato di settecento mila euro, il prestito che aveva ufficialmente contratto.

Affermarono che era un violento antisemita e che se gli fosse stata data la possibilità di commentare prima dell’inizio del procedimento penale, non avrebbero presentato la denuncia.

All’insaputa di Reiner venenro emessi due mandati di arresto, dalla Germania e dall’Unione Europea. Senza un mandato d’arresto internazionale, le autorità tedesche e messicane hanno illegalmente rapito Füllmich presso l’ambasciata tedesca in Messico.

Venne poi trasportato in aereo all’aeroporto di Francoforte, dove fu stato arrestato e messo in prigione. Gli esperti di diritto internazionale definiscono il suo arresto un rapimento illegale.

Secondo i piani aziendali documentati, il prestito di Füllmich doveva essere rimborsato dopo la vendita della sua proprietà. Ma le stesse persone che hanno presentato la denuncia contro Füllmich hanno sabotato questo accordo.

I contratti stabilivano che i profitti della proprietà di Füllmich dovevano essere trasferiti su un conto di Füllmich in modo che potesse rimborsare il prestito. Ma il notaio, che ha giurato di essere neutrale e indipendente, diede istruzioni agli acquirenti di trasferire il milione e mezzo di euro sul conto di Marcel Templin.

Questo rese impossibile per Reiner rimborsare il prestito. I prestiti sono stati concordati in modo trasparente con contratti scritti. Non c’era segretezza e l’azienda era sempre a conoscenza dei prestiti stessi.

Le prove che lo dimostrano sono state presentate ufficialmente al tribunale, che ha scelto di ignorarle e ha messo il bavaglio alla difesa, ordinando loro di non menzionarle.

Le prove dimostrano che Hoffmann, Templin e il notaio hanno ottenuto illegalmente l’accesso ai profitti della proprietà di Füllmich. E non solo il tribunale ignora queste prove, ma ha convocato queste stesse persone come testimoni contro Füllmich.

Nella denuncia si legge:Füllmich si è anche reso perseguibile per appropriazione indebita acquistando i lingotti d’oro senza il consenso degli azionisti, occultandone l’esistenza e possedendoli per sé”.

Ma anche l’acquisto dei lingotti d’oro è documentato. I lingotti d’oro sono in custodia e sono accessibili solo con le firme di Reiner Füllmich e Viviane Fischer. Ciò risulta da documenti aziendali che non sono mai stati consegnati al pubblico ministero.

Ma sono stati presentati dalla difesa e ignorati dal tribunale. Inoltre, mentre il tribunale ha congelato i conti di Fuellmich, non ha congelato il conto di Marcel Templin, pari a un milione e mezzo di euro. Che presumibilmente è ancora lì e sembra essere la ricompensa per questo colpo di stato interno.

Il processo si sta svolgendo a Goettingen, in Germania, e le accuse del querelante cominciano a crollare. Un giornalista presente al processo ha detto: “Il caso è stato completamente distrutto, e si poteva solo stare seduti lì con stupore”.

Un giornalista di BittelTV ha dichiarato che “Reiner non solo sarà rilasciato, ma anche risarcito. Le persone che gli hanno fatto questo, secondo me, saranno accusate loro stesse”.

Sembra che finalmente giustizia potrà essere fatta.

Fonte: https://gregreese.substack.com/p/the-illegal-kidnapping-and-persecution

traduzione: M. Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net