Pericoli Ambiente minacciato

Julian Rose: la elettrificazione sintetica, il 5 G e le correnti elettromagnetiche dannose per la salute

Scritto da Cristina Bassi

Sir JulianRose (http://www.julianrose.info) è un attivista internazionale, scrittore, pioniere dell’agricoltura biologica e attore, che vive per lo più in Polonia. Nel 1987 e 1998 ha portato avanti una campagna che ha poi consentito che non venisse vietato in UK il latte non pastorizzato e con Jadwiga Lopata ha portato avanti la lotta del “NO agli OGM” in Polonia, cosa che ha portato ad un divieto nazionale di sementi OGM e piante, nel 2006. Attualmente Julian sta facendo campagne per lo stop al 5G.

Di lui ho già tradotto in passato alcuni articoli. Nel seguito, la mia traduzione di un suo recente articolo del 18 febbraio 2019 su un tema preoccupante ed attuale: il 5G e i danni dei campi elettromagnetici sulla nostra salute.
———————————-

#stop 5G — Libro

Siamo per natura elettrici, ma la varietà “sintetica” creata dall’uomo , quella della versione della scimmia, non ci aiuta a vivere una vita piena  e sana, piuttosto instupidisce la condizione. Per la verità Edison e Tesla ed altri non hanno fatto un gran favore al mondo con le loro invenzioni, che hanno messo l’elettricità “sintetica” sul pianeta.

Non è che non avessero buone intenzioni, senza dubbio le avevano, ma la rivoluzione che la luce elettrica portò, prima di tutto allontanò anche l’uomo dalle sue origini quale “essere di natura”.

1880 New York arriva la corrente elettrica ma anche aumenti di malattie correlate

In una ipotesi medica fatta da Samuel Milham del Washington State Department of Health (2009), intitolata “Historical evidence that electrification caused the 20th century epidemic of diseases of civilisation”  (la prova storica che la elettrificazione ha causato nel 20° sec. l’epidemia di malattie della civiltà), Milham rivela che quando Thomas Edison inizio’ ad portare energia elettrica a New York City, nel 1880, ci fu poi anche una correlazione di forti aumenti di disturbi cardiovascolari, diabete, suicidi e cancro.

Mentre nelle fattorie e in aree rurali, raramente si vedevano problematiche del genere; queste infatti rimasero a lungo indietro rispetto alle aree urbane per quel che riguardò l’acquisizione di elettricità.  Fu solo negli anni ’50, infatti, che la maggioranza delle fattorie in USA fu agganciata alla corrente elettrica. In qualche modo, questa informazione nota da decenni, non ha mai raggiunto il pubblico.

Milham afferma: “ Sembra incredibile che differenze di mortalità di tale portata, potessero essere senza spiegazione per oltre 70 anni dalla prima volta in cui vennero riportate e solo dopo 40 anni siano state notate per la prima volta”

Molto prima che entrassero in scena il wiFi, il cellulare, i tablets etc, migliaia di persone stavano già morendo a causa di malattie portate dal fatto di vivere cosi vicini a correnti elettromagnetiche. Per essere più precisi, campi magnetici con una frequenza di corrente in genere di 60Hz di erogazione.

Successivamente, l’introduzione di bulbi fluorescenti, lampade alogene, routers senza fili e interruttori che regolano l’intensità della luce, aggiunsero significativamente dell’altro alla “sporca elettricità”, già prevalente.

Secondo l’autore, nel 1990 in USA le malattie cardiache e il cancro erano rispettivamente la 4° e l’8° causa sulla lista delle cause primarie di morte e dal 1940  le malattie cardiache sono salite al 1° posto ed il cancro al 2° posto e da allora sono rimaste in quella posizione.

Autori di uno studio separato del 1930 relativo a statistiche sulla mortalità, avevano notato che i tassi di cancro nelle città erano maggiori del 58,2% di quelle nelle aree rurali, anche se le diete erano molto simili.

Dossier 5G — Libro

Tutto smart ma bisogna essere stupidi per essere smart 

Sir Julian Rose

Comunico ora questa evidenza, perché le nostre menti si possano concentrare su cio’ che sta dietro l’esplosione della “elettricità sporca” dei campi elettromagnetici a microonde, che 30 anni fa circa sono arrivati per la prima volta alla ribalta e che da allora sono cresciuti in modo esponenziale.

Al punto che circa 2 miliardi di persone hanno con sé ora un cellulare o qualcosa di simile.

Ciò che tutto questo pare dirci è che la “tecnologia avanzata” e  “l’uomo non progredito” presentano una equazione pericolosa. Quasi tutte le forme che a volte vengono definite “tecnologie sofisticate”, hanno creato scompiglio nelle mani di una popolazione con una capacità sottosviluppata di cogliere ciò che realmente causa una tale energia prodotta dall’uomo, nei confronti della natura e della biosfera.

Le persone, ben oltre l’età dell’infanzia, amano ancora i giocattoli e per quello che riguarda i ragazzi, in particolare quelli meccanici. Un grande numero di adulti, pare, non ha mai sviluppato l’istinto che hanno tutti gli animali, ovvero quello di essere cauti verso ciò di cui non si sa nulla.

Così, anzichè usare precauzioni, in milioni si lanciano ad acquistare l’ultimo dispositivo perché si dice loro che questo renderà molto più piacevole le loro vite, creerà più agio e più comfort. Ma ad essere persone di spirito, tutto ciò andrebbe sostituito con “ più complicazione, più stress e molto più pericolo” .

Ma quando sono le multinazionali ad avere il potere sulla vita planetaria e sempre più profitti sono essenza e fine di tutta l’esistenza, l’altra storia della faccenda non è mai resa disponibile, se non forse in piccola invisibile stampa.

Tanta umanità continua ad andare verso la trappola, che se stessa si è costruita per imprigionarsi mentre pensa di aver trovato la nuova libertà. E questo non è mai stato più vero dall’avvento dello “smart phone”, dello “smart meter”, della “smart city”  e del tutto “smart….”

Si tutti vogliono essere “smart” (brillanti); dopo tutto accessori smart sono divertenti, alla moda, fighi, giusto? Ma dovete prima di tutto sacrificare la vostra intelligenza per potervi divertire in questo campo di gioco tossico. In questo modo c’è ben poco dubbio sul fatto che bisogna essere stupidi per essere “smart”. 

Wireless — Libro

La pericolosità dei campi elettromagnetici

Il paradosso si rende visibile ovunque. Ci sono voluti mezzo secolo e milioni di morti per avere un divieto sulle sigarette. E quanto ci vorrà per la stessa cosa per quel che riguarda i campi elettromagnetici?

Se dobbiamo dare retta a Barrie Trower, e c’è più di una buona ragione sul perché è bene farlo, che è un massimo esperto mondiale sulle frequenze elettromagnetiche a microonde, entro meno di un decennio dovrà esserci un divieto mondiale del wifi e di tutte le trasmissioni a campi elettromagnetici.

Se cosi non sarà, Barrie mette in guardia: entro 3 generazioni solo 1 bambino su 8 nascerà sano e fra 5 generazioni animali e insetti saranno spazzati via dalla faccia della terra.

Oggi, solo 27 minuti al giorno di esposizione ai campi del cellulare porta al 40% di possibilità di sviluppare il cancro. I bambini si prendono il 60% in più di radiazioni degli adulti e poiché la barriera ematica del cervello si ispessisce dopo 20 anni, il cervello dei bambini è altamente vulnerabile.

L’effetto di 2 minuti di cellulare, dura per due ore. I disturbi neurologici coinvolti, implicano che potrebbero essere necessarie 6 settimane, perché gli schemi cerebrali ritornino normali per coloro che usano i cellulari regolarmente.

Ci sono 64 documentazioni in peer review che mettono in relazione l’uso del cellulare con il cancro ed un ricercatore russo ha rivelato un alto numero di aborti e nati morti a seguito di madri che usano i cellulari in gravidanza.

Il WiFi è un’arma di guerra. Non avrebbe mai dovuto essere inventato, tanto meno essere usato, persino per scopi militari. Ora è impossibile andare da qualche parte se non è attivo. Le frequenze che saranno usate nel lancio del 5G (articolo del febbraio 2019 ndt) implicano un’ulteriore drastica ascesa dei livelli di trasmissione già descritti sopra.

Manuale di Autodifesa per Elettrosensibili — Libro

 5 G : nessuno potrà sfuggirgli sul pianeta 

Il 5G usa una frequenza quasi identica a quella usata dalla polizia militare USA per il controllo intenso delle masse.

Arthur Firstenberg
, autore e amministratore dell’ Appello Internazionale  ‘Stop 5G on Earth and in Space’ afferma:

“ nonostante venga diffusamente negato, è schiacciante l’evidenza che la radiazione della radio frequenza sia dannosa per la vita . Le prove cliniche che si sono accumulate relativamente ad esseri umani lesi e malati e al danno  al DNA, a cellule e sistemi di organi in ampie specie animali e vegetali, dovuti in larga parte dall’inquinamento elettromagnetico, formano una letteratura di ben oltre 10.000 studi in peer review”.

E prosegue:
“ se si attualizzano i piani dell’industria delle telecomunicazioni per l’uso del 5G, nessuna persona, animale, uccello, insetto e pianta sulla Terra potrà evitare l’esposizione 24 ore al  giorno per 365 giorni all’anno  a livelli di radiazione di frequenze radio che sono decine di centinaia di volte maggiori di quelle esistenti oggi e nessuno potrà fuggire da nessuna parte sul pianeta”

Piastra Tesla TeslaVital®, ultima generazione con circuito Lakhowsky per la protezione da campi elettromagnetici. Formato carta di credito.

Un numero di professori del Jageillonian University Medical College a Cracovia, Polonia,  e il Jageillonian University Medical College Janus Maxwell Institute for Electromagnetics Research di Cracovia, in un documento scritto in collaborazione fra loro, dal titolo
“Electromagnetic Field Induced Biological Effects in Humans’ (effetti biologici indotti da campo elettromagnetico nell’umano), affermano:

L’intensità della radiazione elettromagnetica nell’ambiente umano, sta crescendo e attualmente raggiunge  livelli astronomici  di cui non si ha precedente esperienza sul nostro pianeta. Oggi in una max esposizione, gli standard del campo elettromagnetico sono maggiori di 10 alla 15a e 18a il campo elettromagnetico naturale della Terra.

L’attuale fase di degrado ambientale causata da campi elettromagnetici a frequenza microonde artificiale, sono diventati pericolosi per la vita biologica. Cio’ che ha più influenza relativamente all’impatto del campo elettromagnetico sugli organismi viventi , è proprio il suo trama diretta di penetrazione”.

Dato che il nostro pianeta e tutta la vita planetaria incluso gli esseri umani, sono storditi e sotto attacco da questi inquinanti tossici istituzionalizzati, che vengono considerati “essenziali” per la “crescita economica e l’espansione”, abbiamo elementi per riflettere sulla natura della nostra disposizione ad auto distruggerci.

Questa riflessione è un esercizio salutare su cui credo tutti coloro che hanno ancora la capacità di funzionare umanamente necessitano di meditare di tanto in tanto.   E quindi ognuno poi può valutare in quali modi personali contribuisce a questa malattia nel suo quotidiano.

Poi, posto che uno sia in grado di fare azioni razionali, si può iniziare il processo di disintossicazione per ri-ottenere il livello  di equilibrio interno stabilendo e mantenendo una connessione diretta con la risonanza di base naturale, ovvero la risonanza Schuman di 8.73 Hz.

Poiché è qui che troviamo equilibrio, pace della mente e saggezza naturale. E’ l’elettricità della verità. Mentre la elettricità sintetica in cui viviamo dal secolo scorso, si dimostra essere una copia scarsa di questa verità, una forza essenzialmente aliena alla nostra biologia naturale.

Cosa fare ora di questa informazione, è faccenda del singolo. Ma se per Grazia divina e puro fegato umano riusciamo a salvare questo pianeta e noi stessi dalle dipendenze suicide che ci ossessionano, che allora si crei una società nuova senza l’interferenza di ciò che non può risuonare con la nostra natura più profonda. Se non lo facciamo, acceleriamo semplicemente verso la morte imminente.

Poichè è nel nutrire la nostra autentica e ritmica relazione con i battiti e le risonanze della natura e dell’amore che si manifesta il potenziale, il dono della vita eterna.

Fonte: http://www.julianrose.info/2019/02/synthetic-electric-shock/

Traduzione: M.Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net